OPINION COLPO: Robur Osimo, time out.

La notizia di una Robur costretta a gettare la spugna è un’occasione troppo ghiotta per non approfittarne e vendicarsi quindi di tante cattiverie sparse da chi, in campagna elettorale, voleva far credere che con l’elezione a Sindaco di Paola Andreoni si sarebbe celebrato il funerale della nostra squadra di basket e quindi dello sport più seguito nella nostra città.
homer45Già immagino il corteo mediatico, scortato dai pasdaran del latinismo, che avrebbe lambito i vicoli più nascosti della nostra città, come un liquido che penetra in tutte le fessure con effetto dirompente.
Il commento di Massimo è fin troppo “signorile”, ci sarebbe di che vendicarsi dopo aver ingoiato tanti rospi, e invece sapete che vi dico? La vendetta è una parola troppo forte per poter essere assimilata come una caramella che addolcisce il palato e lo spirito, la vendetta è contraria agli insegnamenti dei nostri nonni che dicevano “chi più giudizio ha più ne adopera”, la vendetta è una parola che evoca comportamenti e scenari che porterebbero la nostrà città ad un clima da guelfi e ghibellini, e questo non ce lo possiamo permettere.
Ma poi, dico io, volete mettere la soddisfazione di essere noi semplici cittadini a dare il buon esempio sopperendo alla mancanza di buon esempio “istituzionale”?

Colpoditacco

Il blog si allarga

Paola 500Cari lettori ed amici,  come avrete notato  “con Paola Andreoni” si sta arricchendo di nuove voci e tanti altri giovani sono pronti a collaborare con il blog. Il mio e nostro unico scopo rimane quello di fare informazione e dire la nostra opinione – ognuno con il suo linguaggio – sui fatti rilevanti del momento.  Il  blog vuole essere un impegno quotidiano, uno spazio di confronto – partendo dalla mia elezione al Consiglio Comunale – per una opposizione partecipata.
E’ un blog “partigiano” che trova collocazione ed ha affinità elettiva  verso  i militanti  del Partito Democratico, dell’UDC e dell’IdV e con chiunque si batte lealmente per la libertà contro le ingiustizie e le disuguaglianze.  Con onestà intellettuale ho sempre dato e continuerò a dare ospitalità a chi ricerca il dialogo indipendentemente dal colore politico di appartenenza.
La nostra aspirazione (o utopia) è costruire con le parole e le idee un avvenire migliore. Ci stiamo provando….