Oggi mortificato di nuovo il Parlamento. Persa occasione di svelenire il clima politico

In un momento difficile come questo, in cui occorrono impegno e senso di responsabilita’ da parte di tutti per ricostituire le condizioni per un confronto civile e democratico nel Paese, il governo ha ancora una volta voluto mortificare il Parlamento ponendo la questione di fiducia sulla finanziaria.
Si e’ persa cosi’ un’altra occasione che avrebbe potuto essere utile per  ridare dignita’ alla politica e tentare di svelenire un  clima divenuto ormai intollerabile, di esasperazione e di sfiducia, che sta contagiando tutto il paese.
Il presidente Fini ha giustamente definito questo atto “deprecabile” in quanto e’ stata chiesta la fiducia senza una ragione tecnica, ma per sottrarre al parlamento il confronto.

Nessuna risposta alle famiglie,
nessuna risposta ai lavoratori
e
nessuna risposta alle imprese.

Mentre il Presidente Napolitano invita ad abbassare i toni.

Con disagio ho letto stamane certa stampa e con estremo fastidio ho visto gli atteggiamenti odierni di parlamentari di centro-destra,  con le loro accuse lanciate a Di Pietro, AnnoZero e Travaglio.
Riporto come esempio le dichiarazioni odierne di Cicchitto, ribadite credo anche in televisione:
Fabrizio Cicchitto punta il dito contro quelli che ritiene i responsabili della “campagna di odio inziata fin dal 1994″ e che è “concentrata contro una sola persona: Silvio Berlusconi”. Per Cicchitto “la campagna è condotta dal network Repubblica-L’Espresso, da Il Fatto, dalla trasmissione di Santoro Annozero e da un terrorista mediatico di nome Travaglio“. Cicchitto, durante l’informativa di Maroni, ha indicato anche “l’Italia dei valori il cui leader di Pietro sta evocando la violenza” e “qualche settore giustizialista, onorevole Bersani, del suo partito”. E l’obbiettivo, ha detto, è il “rovesciamento del legittimo risultato elettorale”.
Il parlamentare applauditissimo dai suoi ha lanciato una lista nera. Questa è la moderazione della Destra e degli uomini del Presidente del Consiglio?

 Ecco l’editoriale odierno del Giornale.

Tutto questo mentre il Presidente della Repubblica Napolitano invita giustamente ad abbassare i toni.

La mia piena solidarietà alla Magistratura, a Santoro, alla trasmissione AnnoZero, a Di Pietro e a tutti i giornalisti alla Biagi “giornalisti che fanno i veri giornalisti”.

Paola Andreoni

 

Assunzioni a tempo indeterminato nelle società partecipate osimane. A quando ?

Alla  c.a.    Sig. Presidente del Consiglio Comunale                            
Comune Osimo

INTERROGAZIONE

oggetto: istituzione  all’interno del Consiglio comunale di Osimo della figura del consigliere  aggiunto in rappresentanza degli stranieri residenti nel Comune. 

La    sottoscritta consigliere comunale, Paola Andreoni

      premesso che

che sono  stati recentemente  indetti dalle società partecipate i seguenti bandi per la assunzione di personale:

 1.     ASSO srl: un  Bando di selezione pubblica per l’assunzione a tempo indeterminato di n. 4 “assistenti scolastici “, bando pubblicato il 19 maggio 2009,  la cui graduatoria finale è stata approvata dal  Cda ASSO srl  del 14.09.2009;
2.    GEOS-MA.VER srl: selezione pubblica per la formazione di una graduatoria per la assunzione di operatori per lo svolgimento di servizi svolti dalla Geos Ma.Ver s.r.l., bando pubblicato il 10 novembre 2008, la cui graduatoria finale è stata approvata;
3.    PARK.O. spa: selezione riservata a personale che presta servizio presso la societa’ Park.o. s.p.a. nella qualifica di addetto al controllo parcheggi ed impianto di risalita per la stabilizzazione a tempo indeterminato di n. 2 Addetti al controllo parcheggi ed impianto di risalita in esecuzione della delibera del C.d.a. del 27 febbraio 2009, come da bando del 12/3/2009 e la cui graduatoria è stata pubblicata il 31/3/2009;
4.    PARK.O. spa: selezione riservata a personale che presta servizio presso la societa’ park.o. s.p.a. nella qualifica di addetto alla segnaletica stradale per la stabilizzazione a tempo indeterminato di n. 2 Addetti alla segnaletica stradale in esecuzione della delibera del C.d.a. del 28 Maggio 2009 come da bando del 1/6/2009 della cui graduatoria non c’è ad oggi traccia nel sito web della società;
5.    IM.OS. srl: personale da utilizzare per assunzione a tempo determinato (tre anni) In esecuzione della delibera del C.d.A. del 08/06/2009 come da bando dell’ 8 giugno 2009 della cui graduatoria non c’è ad oggi traccia nel sito web della società;

  interroga il Sindaco e la Giunta per sapere

1)    In riferimento al punto 1 se è vero che ad oggi non è ancora avvenuta l’assunzione a tempo indeterminato di 4 assistenti scolastici da parte della soc. Asso srl. In caso affermativo si chiede di esplicitarne le motivazioni;
2)    in riferimento al punto 2  se sono avvenute le assunzione come previste dal bando della soc. Geos-Ma.Ver srl in caso affermativo di specificarne il numero delle unità assunte. In caso di risposta negativa specificarne le motivazioni;
3)    in riferimento al punto 3  se è avvenuta la stabilizzazione degli addetti come previsto dal bando della soc. PARK.O. spa. In caso affermativo di specificarne il numero delle unità assunte. In caso di risposta negativa specificarne le motivazioni;
4)    in riferimento al punto 4  se è avvenuta la stabilizzazione degli addetti come previsto dal bando della soc. PARK.O. spa. In caso affermativo di specificarne il numero delle unità assunte. In caso di risposta negativa specificarne le motivazioni;
5)    in riferimento al punto 5  se sono avvenute le assunzione come previste dal bando della soc. IM.OS. srl. In caso affermativo di specificarne il numero delle unità assunte. In caso di risposta negativa specificarne le motivazioni;
Osimo lì, 4 dicembre 2009           

 Il  consigliere  comunale
capogruppo  del Partito Democratico
Paola Andreoni
 

La miniatura del Duomo di Milano

Il più grosso regalo politico che si poteva fare a Berlusconi era farlo diventare una vittima in questo momento di difficoltà. Dopo tanti mesi spesi a dire che le critiche politiche che gli venivano rivolte erano inappropriate perché creavano un clima di odio, ieri un idiota lo ha colpito ferendolo al volto.
Di colpo gli è stata servita, su un piatto, la presunta prova che quello che diceva era vero. Bonaiuti ha persino dichiarato che B. proprio nel viaggio di andata aveva espresso preoccupazioni sulla sua persona, trasformandolo in un veggente. Di certo le iscrizioni al PDL dei suoi sostenitori avranno nei prossimi giorni un sostegno da quanto è accaduto.
E la notizia di uno squilibrato che ferisce B. oggi è uno strumento formidabile per il PDL che può finalmente giocarsela per cercare di azzittire le critiche nei confronti del Governo.
A  mio modo di vedere,  non sono  molto più furbi, quelli che alimentano questa strumentalizzazione creando ed iscrivendosi ai Fan Club virtuali dell’aggressore.

Savonarola

Care amiche e Cari amici Democratici,  io mi sono segnato  per il pranzo di

DOMENICA 20 DICEMBRE 2009
alle ore 12,30
presso la  Casa del Popolo

sarà l’occasione per conoscerci e scambiarci gli Auguri, spero che anche Colpoditacco  sia presente. Colpo spero ci sarai. Dacci un Colpetto dei tuoi.  Auguri a tutti

 

Mozione istituzione del Consigliere Straniero Aggiunto

                               

                       

                MOZIONE

oggetto:  modifica dello Statuto comunale per permettere l’elezione di un rappresentante dei cittadini extracomunitari, come Consigliere Straniero Aggiunto.

 I sottoscritti Consiglieri Comunali del Partito Democratico, propongono la seguente mozione da inserire, all’Ordine del Giorno della prossima riunione del Consiglio Comunale.
                                                          premesso
– che l’immigrazione rappresenta un valore e una risorsa per la nostra società e che il cittadino immigrato è una parte della società e non una società a parte;
– che le caratteristiche della società in cui viviamo sono profondamente mutate e questi cambiamenti riguardano proprio la nuova composizione multietnica e multiculturale delle nostre comunità dovuta al consolidardi della presenza di cittadini immigrati da paesi extra comunitari nella vita lavorativa, religiosa, ciulturale, e sociale del nostro Paese;
– che gli immigrati rappresentano una presenza significativa in continuo aumento nel territorio nazionale e locale tanto che la  Regione Marche ha sperimentato negli anni una dinamica di crescita della popolazione non comunitaria tra le più alte a livello nazionale con un netto incremento del numero di donne e minori;
                                                         considerato
– che l’art. 9, comma 4 del D.Lgs. 286/1998, dispone che lo straniero titolare della carta di soggiorno può partecipare alla vita pubblica esercitando anche l’elettorato quando previsto dall’ordinamento;
– che l’art. 6, comma 2, del D.Lgs. 267/2000 T.U.E.L.  stabilisce che lo Statuto deve specificare le forme di garanzia e di partecipazione delle minoranze e che nella comune accezione proprio il voto è una delle forme più rilevanti di paartecipazione;
– che l’art. 8, comma 5 del D.lgs. 267/2000 T.U.E.L. dispone che lo Statuto, ispirandosi ai principi di cui al D.Lgs. 286/1998  promuove forme di partecipazione alla vita pubblica locale dei cittadini dell’Unione Europea  e degli stranieri regolarmente soggiornanti;
– che in attuazione della Direttiva CE n. 94/80 recepita con D.Lgs.  n. 197/1996  e successivamente inserita nell’art. 40 della “Carta dei Diritti”, è stato esteso il diritto di voto amministrativo locale ai cittadini europei non italiani residenti nel nostro Paese;
– che il Titolo V della Costituzione  attribuisce particolare valore allo Statuto Comunale quale documento fondamentale che definisce il patto di di cittadinanza e le regole della convivenza civile e democratica nella comunità di riferimento;
– che l’Associazione Nazinale dei Comuni Italiani, attraverso la propria Commissione Immigrazione, si è fatta promotrice di interventi in favore al diritto di elettorato attivo e passivo per i cittadini stranieri extracomunitari residenti per le elezioni amministrative;
– che nonostante Governo e Parlamaento non abbiano ancora  legiferato su questa materia, il tema del riconoscimento del diritto di voto amministrativo ai cittadini extra comunitari residenti stabilmente in Italia è da vari anni nell’agenda politica e non può essere questione di destra o sinistra, ma è un problema di buon senso tanto che è stato affrontato dalle diverse forze politiche;
– che diverse  Provincie e Comuni vicini al nostro stanno promuovendo iniziative finalizzate a una piena integrazione sociale e politica dei cittadini immigrati;
                                                       Ritenuto
– che ad Osimo il numero dei cittadini dell’Unione Europea e degli stranieri extracomunitari regolarmente soggiornanti è rilevante;
– che la stragande maggioranza degli stessi intende vivere stabilmente nel nostro Comune rispettando le leggi e le regole di una civile convivenza;
– che se viene loro richiesto il rispetto delle leggi e delle consuetudini locali va riconosciuta, in uno stato di diritto, l’attribuzione di pieni diritti;
– che ciò non può essere visto esclusivamente come riconoscimento di diritti elementari, ma deve essere recepito anche e soprattutto come assunzione di responsabilità da parte degli stessi cittadini extracomunitari alla partecipazione di un progetto di realizzazione del bene comune;
                                                       Propongono
                                           che il Consiglio Comunale
si dichiari favorevole all’introduzione nel Comune di Osimo del Consigliere  Straniero Aggiunto andando a  modificare lo Statuto Comunale, con la previsione del seguente articolo:
                                                      art. 46 bis.
1. E’ istituita la figura del Consigliere Straniero Aggiunto riconoscendo ai cittadini stranieri maggiorenni, residenti nel Comune di Osimo, il diritto di eleggere direttamente propri rappresentanti , chiamati a partecipare ai lavori del Consiglio Comunale con diritto di convocazione alle sedute del Consiglio, di informazione preliminare sugli oggetti trattati, con solo diritto di parola, senza diritto di voto. Interviene nel merito di tutte le questioni discusse nel Consiglio Comunale con pari dignità dei Consiglieri eletti.
2. Partecipa ai lavori delle Commissioni Consiliari permanenti e delle commissioni speciali con le stesse modalità previste dal comma 1.
3. L’elezione della figura del Consigliere Straniero Aggiunto, disciplinata da apposito regolamento, avviene in coincidenza delle elezioni per il rinnovo del Consiglio. Questi rimane in carica per la durata del mandato dello stesso Consiglio.
4. Il Comune assicura le migliori condizioni operative per l’esercizio del mandato.
Osimo il 1 settembre 2009
   f.to           Il gruppo  consiliare comunale PD Osimo