La pietà è viva nei giovani italiani di domani.

Fin dove si spingerà la barbarie che ha travolto la nostra povera patria? Vorrei poter dire abbiamo toccato il fondo con l’ultimo caso di Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza, in cui nove bimbi (7 stranieri e 2 italiani) sono stati messi a pane e acqua nella locale mensa scolastica perché i loro genitori, oberati dai troppi costi, non hanno pagato la retta al Comune. In un primo momento l’amministrazione comunale, a guida leghista, si è giustificata dicendo di aver sollecitato più volte i genitori insolventi ma senza successo, per questo la decisione di sospendere il pasto ordinario. In un secondo tempo, in seguito alla figuraccia a livello nazionale, amplificata dai mezzi di informazione, gli incauti amministratori hanno fatto un parziale dietrofront dicendosi disponibili a venire incontro alle famiglie in difficoltà. Per capire di che pasta sono fatti questi politici basta leggere la “battuta” rilasciata dal sindaco Milena Cecchetto all’agenzia Dire, in merito alla provocazione del Codacons (“sindaco per una settimana a pane acqua”). Lei ha risposto: “Calcolando i nostri ritmi tante volte ci troviamo a pane ed acqua. Mi fa sorridere, spesso il pranzo lo saltiamo anche”. Se questi sono i risultati del partito del fare, meglio che si diano una calmata. Alla fine resta il danno di immagine per un’intera città, così come l’amarezza di vedere il potere punire degli innocenti. Di questo passo solo i ricchi potranno permettersi di accedere all’istruzione. Il priore di Barbiana don Lorenzo Milani in “Lettera ad una professoressa” scriveva insieme ai suoi ragazzi: “Non c’è nulla di più ingiusto quanto far parti uguali fra disuguali”. Anche in questa brutta vicenda però possiamo scorgere un barlume di speranza. Infatti è venuta alla luce la straordinaria solidarietà dei piccoli alunni di Montecchio che hanno condiviso con i compagni più sfortunati il loro pasto. La pietà non è morta nei giovani italiani di domani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: