Altro che riservatezza, i controlli dovrebbero essere più serrati.

Le nuove norme sulla trasparenza amministrativa nei controlli fiscali sono “strappi forti allo Stato di diritto”, il prodotto di una pericolosa “spinta all’acquisizione di informazioni sui comportamenti dei cittadini” che potrebbe portare a “fenomeni di controllo sociale di dimensioni spaventose”: con queste parole, due giorni fa, il Garante per la privacy Francesco Pizzetti bollava come “anti-democratiche” le nuove modalità della lotta all’evasione. Un modus operandi che, secondo Pizzetti, riduce il cittadino al ruolo di “suddito”, “potenziale mariuolo” fino a prova contraria.

C’è da chiedersi, dove inizia il diritto alla  privacy rispetto all’interesse pubblico, al dovere di contribuire – in rapporto ai propri redditi  – alle spese generali di una comunità ?
L’allarme lanciato dal Garante, a mio modo di vedere, “fa a cazzotti” con l‘obiettivo della lotta all’evasione fiscale, stimata in un mostruoso 10-12% del PIL nazionale. Gli evasori fiscali non possano appellarsi alla riservatezza neanche se i controlli si fanno più serrati.

Cosa ne pensate ?

ARDéCCHECE

I ragazzi di MULTOBE’, dopo il successo riscosso questa estate, sono lieti di presentare “ARDéCCHECE”, replica del loro varietà dialettale osimano con curiose novità.

Venerdì 16 marzo – ore 21.00
Teatro La Nuova Fenice Osimo

Ingresso a offerta libera pro AVIS