Le liste “Simoncini&Latini” banalizzano le problematiche del settore agricolo

Ieri sera in Consiglio Comunale il Partito Democratico ha presentato un ordine del giorno con il quale si chiedeva all’Amministrazione Comunale di adoperarsi, in tutte le sedi opportune, perché il Governo esenti dall’Imu i fabbricati di servizio alla attività agricola ( stalle, fienili, strutture di ricovero per macchine ed attrezzi). Tutto ciò nella convinzione che tali strutture costituiscono gli strumenti di lavoro dell’agricoltore e non possono, quindi, come tali ,essere considerati alla stregua di pura e semplice ricchezza accumulata. Si chiedeva inoltre di mantenere, sull’intera materia un rapporto di informazione e consultazione con le organizzazioni professionali e agricole.

Le liste “Simoncini&Latini” hanno dimostrato un completo disinteresse verso le problematiche che il settore agricolo sta attraversando , trasformando la discussione consiliare in una polemica squallida e di basso profilo caratterizzata esclusivamente da attacchi contro il Partito Democratico, banalizzando, di fatto, le problematiche che investono il suddetto settore.

Riporto il “contributo” che il Sindaco di Osimo , Latini e le liste, hanno dato  – in Consiglio Comunale  – alla problematica che investe il settore agricolo:

1° emendamento a firma del Sindaco Simoncini, aggiunto al testo dell’OdG promosso dal PD
“ ….che la manovra del Governo Monti in questo colpevolmente appoggiato anche dal gruppo parlamentare del PD che con altri formano la maggioranza parlamentare….”

2° emendamento sempre a firma del Sindaco Simoncini, aggiunto al testo dell’OdG promosso dal PD
“ ….vista la totale insensibilità della maggioranza parlamentare PD compreso che sostiene il Governo verso il mondo agricolo italiano in forte crisi manifestatasi con l’emanazione di un tale provvedimento….”

3° emendamento a firma di Latini, aggiunto al testo dell’OdG promosso dal PD
“ ….preso atto che l’iniziativa in corso del PD della provincia di Ancona, che sta presentando ai consigli comunali del territorio e in consiglio provinciale un ordine del giorno sull’eliminazione dell’Imu sugli immobili agricoli, stigmatizza l’incapacità dimostrata dal PD non intervenendo in sede parlamentare, o in altre sedi per tutelare i lavoratori del settore agricolo….”.

Il Sindaco Simoncini ha addirittura chiesto al gruppo del Pd di ritirare l’ordine del giorno a sostegno della categoria degli agricoltori. Come definire questo comportamento perpetuato nel Civico Consesso dalle liste alla guida della città, se non irresponsabile, irrispettoso, provocatorio ?.  La grave situazione economica delle famiglie e delle imprese della nostra città dovrebbe indurre ad assumere ben altri atteggiamenti .

Il Pd non ha ritirato l’ordine del giorno, ritenendo prioritari gli obiettivi contenuti nell’ordine del giorno stesso.
Ancora una volta il Partito Democratico rileva l’irresponsabilità delle liste civiche che antepongono la polemica alla ricerca di risposte da dare ai cittadini e alle categorie economiche delle nostra città.

      Paola Andreoni
capogruppo PD Osimo

La questione è il LAVORO

E’ piuttosto paradossale, in tempi di crisi, pensare di creare occupazione rendendo più facili i licenziamenti. Forse sarebbe il caso piuttosto di puntare a far sì che la gente il lavoro non lo perda.

Condivido quanto ha scritto  l’Unità. Il giornale che rappresenta sicuramente la voce della maggioranza del PD, dice oggi che non è la CGIL che ha strappato, ma è il Governo Monti che ha fatto lo strappo e  che l’articolo 18, così riformato, proprio non va.

Perchè i Diritti sono Diritti e basta, non sono monetizzabili con un indennizzo.

E sono con  Bersani che è furibondo e deluso.
A dispetto dei molti che, anche all’interno del Pd, ai vari livelli, si esercitano a fare quelli più realisti del re e dicono “hem…beh….se si deve fare…in fondo…non è che proprio…non ci sono tabù…”.

Penso che molti non hanno capito che il Lavoro è sì una questione economica, ma ha tanto a che fare anche con la Dignità e la Libertà dal Ricatto. Ma forse per capire queste cose bisogna essersi imbattuti almeno una volta nella vita in un rapporto di lavoro subordinato.
Anzi, magari per capirlo basterebbe solo aver lavorato qualche volta.

Lavoratori italiani senza l'articolo 18

Ci ha lasciati l’amico Franco Mazzieri

 Con dolore apprendo della morte di Franco Mazzieri.
Militante che tra i primi ha sostenuto il progetto del PD e ha lavorato per farlo crescere.
Un amico per tutti quelli che l’hanno conosciuto.

Un abbraccio forte, alla cara Giovanna ed ai figli per la grave perdita.

Paola