Attentato Brindisi, Mauro Pellegrini: “Mobilitiamoci contro ferocia omicida che ha colpito innocenti”

Attentato Brindisi, Mauro Pellegrini: “Mobilitiamoci contro ferocia omicida che ha colpito innocenti”

“Sono atterrito da ciò che è successo a Brindisi. Il primo pensiero va alle vittime e alle loro famiglie, a cui esprimo il cordoglio e la vicinanza di tutto il Pd Osimo. Credo che, qualunque sia la matrice di questo terribile attentato, dobbiamo mobilitarci per rispondere fermamente alla ferocia omicida che ha voluto colpire le vite innocenti di questi ragazzi“.

Così il segretario del PD Osimo,  Mauro Pellegrini, appresa la notizia dell’attentato di Brindisi.

Attentato terroristico alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi: la condanna del PD e l’appello per iniziative unitarie a difesa della democrazia

Attentato terroristico alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi: la condanna del PD e l’appello per iniziative unitarie a difesa della democrazia

Dopo settimane durante le quali si sono registrati in tutto il Paese numerosi atti di violenza e di intimidazione, oggi l’Italia assiste sgomenta ai tragici effetti del barbaro attentato di Brindisi.
E’ ormai evidente che organizzazioni criminali ed eversive di diversa natura stanno alzando il livello della loro iniziativa e producono azioni dichiaratamente terroristiche.
Strategie criminali e deliranti strategie politiche vogliono approfittare del disagio e della sofferenza che il Paese vive. Il loro obiettivo è quello di rafforzarsi e di rendere più stringente il loro ricatto sulla democrazia e sulla società in una fase di debolezza del tessuto sociale e democratico.
E’ tempo di prendere piena consapevolezza di quello che sta avvenendo.

La segreteria nazionale del Partito Democratico rivolge un appello ai gruppi parlamentari, ai propri rappresentati nelle amministrazioni locali, ad ogni iscritto, militante ed elettore perché siano immediatamente assunte iniziative unitarie di discussione, chiarimento e mobilitazione nelle sedi istituzionali e nei contesti sociali e di formazione dei giovani.
Bisogna ricordare quanto il nostro Paese abbia già pagato alla violenza; bisogna affermare con forza che la violenza ci ruba il futuro; bisogna isolare, con i comportamenti e con la chiarezza delle parole, chi coglie l’occasione dalle debolezze della nostra democrazia non per riformarla ma per minarne le fondamenta.
Il PD sollecita ad ogni livello una risposta unitaria delle forze civiche, politiche e sociali a presidio della democrazia, della libertà di ciascuno, della serenità nella vita comune dei cittadini.
Roma, 19 maggio 2012