Codat Osimo comunicato stampa: Sit- in contro il bitumificio ex consigliere Sandro Cittadini a giudizio.

Ricevo e pubblico comunicato stampa del Codat Osimo

COMUNICATO STAMPA
Sit- in contro il bitumificio ex consigliere Sandro Cittadini a giudizio.

Il Codat ( Comitato Cittadino per la difesa Ambiente e Territorio) appresa la notizia del procedimento penale a carico dell’ex consigliere comunale Sandro Cittadini in merito ad una manifestazione contro l’impianto bitumificio di Passatempo, pur non entrando in questioni giudiziali che non gli competono, manifesta tutto il suo stupore per il fatto che venga penalmente perseguito chi ha semplicemente manifestato in pubblico le proprie idee, mentre il titolare dell’impianto e coloro che hanno rilasciato le varie autorizzazioni non hanno riportato alcuna conseguenza.
Non si può non citare quello che ha scritto il P.M. dott. Paolo Gubinelli nella sua richiesta di archiviazione relativa a questa vicenda.
“…… La vicenda ( di per sé meritevole di attenzione, vista la particolarità di un Sindaco che appoggia l’installazione sul proprio territorio di un impianto potenzialmente pericoloso e inquinante, in controtendenza rispetto al diffuso atteggiamento sintetizzato nell’acronimo NIMBY) appare di particolare importanza, atteso fra l’altro il ruolo che CALAMANTE, attraverso la sua emanazione SIELPA ha avuto nel sostenere la squadra di basket ROBUR, e quindi a rafforzare il consenso intorno alla Giunta LATINI.
Il C.T. ha concluso evidenziando alcune forzature procedurali a vantaggio della ditta CALAMANTE. Alcune di esse sono risultate superate dalle innovazioni legislative, e dunque innocue o irrilevanti dal punto di vista penale, ma quella operata da sette Consiglieri comunali, su proposta del Sindaco Latini, allo scopo evidente di superare le perplessità tecniche sollevate dall’Ing. FRONTALONI in ordine alla vigenza delle norme di salvaguardia in caso di mutamento del P.R.G., risulta realmente marchiana. Come evidenziato dal C.T. e all’evidente scopo di erigere anche la struttura di Passatempo ( oltre ad altre edificazioni), in violazione a tutta la gerarchia delle fonti, è stata operata, in buona sostanza, una deroga alla L. statale 1902/52 attraverso un atto amministrativo, rendendo inoperanti le norme di salvaguardia per le domande di rilascio di titolo edificatorio presentate prima del mutamento del P.R.G., e quindi ( non solo, ma anche) della ditta CALAMANTE.…..”
CODAT OSIMO
Il Presidente
dott. Mario Donati

 ” Voglio esprimere tutta la mia solidarietà all’ex consigliere comunale Sandro Cittadini, sicura che la verità e la giustizia daranno merito alla sua correttezza e passione politica “.

Paola Andreoni

Mercoledì 23 maggio 2012, Consiglio Comunale

MERCOLEDI’ 23  MAGGIO 2012 –  alle ore 17.30  CONSIGLIO COMUNALE

Per discutere il seguente ordine del giorno:

1)  Comunicazioni del Sindaco:
2) Interrogazioni, interpellanze e mozioni (vedi elenco allegato).
3) Approvazione schema di convenzione per l’attuazione dell’intervento edificatorio in località Padiglione relativo alla nuova sede della “Lega del Filo d’Oro – ONLUS”.
4) Progetto preliminare/definitivo per la realizzazione del tratto di strada compreso tra via Montefanese e l’allaccio al ponte sul Fiume Musone. Approvazione modifiche alla Convenzione Urbanistica rep. 15124/2006 e progetto preliminare/definitivo per la realizzazione tratto di strada compreso tra via Montefanese e via di Jesi.
5) Ampliamento Pronto Soccorso dell’ospedale Civile di Osimo SS.Benvenuto e Rocco. Autorizzazione in deroga.
6) Definizione ambiti di intervento e parametrizzazione aree da monetizzare o da apprezzare ai fini dell’imposta comunale.
7) Esame ed approvazione modifiche al regolamento per l’affidamento in concessione di aree pubbliche per la realizzazione di chioschi per la vendita di piante e fiori nei cimiteri rurali approvato con atto C.C. n.18 del 28.02.2007.
8) Revoca atto C.C. n.38 del 7.5.2008 avente per oggetto “Piano di Recupero Urbano in variante al PRG ex Consorzio Agrario in Via Montefanese – Approvazione definitiva in adeguamento al parere della Provincia”.
9) Modifica Statuto Geos Ma.Ver Srl.
10) Modifica patrimonio societario netto IM.OS. Srl: retrocessione area al comune e conferimento dallo stesso, in diritto di superficie, di lastricati solari.
11) Proposta di convenzione per la gestione associata del servizio di trasporto pubblico locale con il Comune di Sirolo per il periodo estivo.
12) Adesione alla Carta Europea per l’Eguaglianza e la parità delle donne e degli uomini nella vita locale.
13) Ordine del Giorno per l’approvazione di una legge di modifica ai vincoli patto di stabilità esercizi finanziari 2012-2014

INTERROGAZIONI, INTERPELLANZE E MOZIONI

Interrogazione dei consiglieri comunali Latini, Onori e Beccacece in merito ad incarichi parenti dei componenti dell’opposizione consiliare in seno al Comune di Osimo o sue società partecipate.
Interrogazione dei consiglieri comunali Latini, Onori e Beccacece in merito ad iscrizioni alla scuola Caio Giulio Cesare.
Interrogazione dei consiglieri comunali Latini, Onori e Beccacece in merito ad associazione “Lilliput” e canone di locazione casa ex giardiniere comunale.
Interrogazione del consigliere comunale Andreoni in merito a rispetto delle prescrizioni e delle condizioni poste per l’installazione degli impianti fotovoltaici sui terreni agricoli nel territorio comunale;
Interrogazione del consigliere comunale Andreoni in merito a liquidazione in favore dell’Associazione “Il Campanile” per attività di collaborazione prestata per il 15° censimento generale della popolazione e delle abitazioni;
Interrogazione dei consiglieri comunali Bernardini e Franchini in merito a stato di attuazione della mozione relativa all’istituzione di un ospedale di continuità in Osimo.
Mozione dei consiglieri comunali Severini, Cardinali, Bernardini, Pugnaloni e Andreoni in merito a prestazioni di servizi cooperative tipo B.
Mozione dei consiglieri comunali Latini e Beccacece in ordine a messa in sicurezza frazione Osimo Stazione e zone limitrofe
Mozione dei consiglieri comunali Latini, Borra, Beccacece, Onori e Cappanera in merito a imparzialità dell’attività amministrativa e didattica della scuola “Caio Giulio Cesare”.
Mozione dei consiglieri comunali Latini, Cappanera, Onori e Beccacece in merito ad ospedale di Osimo.
Mozione dei consiglieri comunali Latini, Carpera, Cappanera e Sabbatini in merito a impianto biomassa in località San Paterniano.
Mozione dei consiglieri comunali Cappanera, Latini e Beccacece in merito a incremento numero farmacie nel territorio osimano.
Mozione dei consiglieri comunali Lucchetti, Borra e Beccacece per l’abolizione del finanziamento ai partiti.
Mozione dei consiglieri comunali Lucchetti, Latini e Pesaresi per la creazione di una cooperativa di garanzia della Valmusone per l’aiuto all’accesso al credito alle piccole medie imprese del territorio.
Mozione dei consiglieri comunali Lucchetti e Latini per sollecitare l’Amministrazione Comunale al ripristino tramite le società partecipate della riscossione dei tributi.

per seguire il Consiglio Comunale in diretta audio
dalle ore 17,45 di Mercoledì 23 maggio

Clicca per ascoltare

23 maggio 1992

20 anni sono passati  dall’eccidio di Capaci nel quale persero la vita Giovanni Falcone, la moglie  e gli uomini della scorta. L’Italia non è più quella di allora, tutto è cambiato. La morte di Falcone turbò le coscienze dei giusti e quel sangue servì, specie in Sicilia, per dare il via alla riscossa sociale e civile di un popolo, quello siciliano, che trovò su quei corpi straziati la forza di ribellarsi al giogo mafioso e alle sue regole perverse.

Paola