L’Amministrazione “Simoncini&Latini-Api” non è trasparente.

L’Amministrazione “Simoncini&Latini-Api” non è trasparente.

 La mancanza di risposta è diventata ormai una pratica normale per l’Amministrazione comunale di Simoncini&Latini che, così facendo, continua a venir meno ai propri doveri di trasparenza e di rispetto innanzitutto dei cittadini oltre che delle prerogative dei Consiglieri, negando ai Consiglieri stessi i diritti sanciti dalla legge e ostacolando l’esercizio delle funzioni di controllo attribuite loro dall’ordinamento.

Ecco in particolare quali sono le mancate risposta alle ultima interrogazioni scritte, ed alle richieste di accesso di atti:

– presentata in data 10 marzo 2010, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” è – alla data odierna – inadempiente da 845 giorni) interrogazione con richiesta di risposta scritta in ordine alle informazioni in possesso dell’Amm.Comunale  circa  l’addizionale irpef e il numero effettivo dei contribuenti.. Si chiedeva e si resta in attesa che il Sindaco ci relazioni in ordine all’imponibile e al numero dei contribuenti dell’addizionale Irpef per gli anni 2008, 2009, 2010;

– presentata in data 14 maggio 2010, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” è – alla data odierna – inadempiente da 780 giorni) interrogazione con richiesta di risposta scritta in ordine alla esatta entità dell’aumento tariffario  del Servizio Rifiuti per l’anno 2010. Si chiedeva e si resta in attesa che il Sindaco ci relazioni in ordine agli aumenti applicati alla Tariffa Rifiuti per l’anno 2010;

– presentata in data 15 settembre 2010, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” è – alla data odierna – inadempiente da 656 giorni) interrogazione con richiesta di risposta scritta in ordine a spiegazioni sul contenuto di un comunicato stampa pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Osimo da parte della sigla “Liste civiche”. Si chiedeva e si resta in attesa che il Sindaco ci relazioni in ordine ai fatti , notizie riferite da un comunicato stampa scritto a firma “liste civiche” e pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Osimo in data 27/2/2012.
Questo il messaggio comparso sul sito del Comune: ” Dai documenti Astea in nostro possesso cominciano ad emergere verità interessanti sulla destinazione dei soldi del Comune di Osimo impiegati dal 2004 al 2006 dall’Azienda, per andare a chiudere i buchi con cui il presidente Secchiaroli voleva a tutti i costi fare la fusione...”
Non ho parole da aggiungere se non aspettare una risposta che tarda ad arrivare e che faccia chiarezza. Ma forse è chiedere troppo alle liste.

– presentata in data 21 luglio 2011, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo  consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api”  è – alla data odierna –  inadempiente da 347 giorni) interrogazione con richiesta di risposta scritta in ordine ai contributi e sponsorizzazioni alle Società Sportive. Si chiedeva e si resta in attesa  di sapere quali Associazioni sportive con relativo numero di protocollo, hanno avanzato richiesta scritta per ottenere un contributo dal Comune per gli anni 2009,2010,2011. Quante di queste hanno ottenuto il contributo per i suddetti anni e per quali importi;

– presentata in data 21 luglio 2011, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo  consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api”  è – alla data odierna –  inadempiente da 347 giorni) interrogazione con richiesta di risposta scritta in ordine all’ elenco immobili comunali ad uso abitativo. Si chiedeva e si resta in attesa  di avere informazioni circa gli immobili di proprietà comunale adibiti ad uso abitativo con indicazione: a) di come sono ad oggi utilizzati; b) se gli stessi risultano essere concessi in locazione; c) i nominativi degli affittuari e/o comunque dei beneficiari; c) l’ammontare dei singoli corrispettivi a favore del Comune di Osimo;

– presentata in data 21 luglio 2011, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo  consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api”  è – alla data odierna –  inadempiente da 347 giorniinterrogazione con richiesta di risposta scritta, con oggetto la  situazione indebitamento del Comune di Osimo. Si chiedeva e si resta in attesa  di  avere informazioni circa l’ammontare del debito complessivo del Comune di Osimo verso gli istituti di credito.  Quanti siano e la specifica a quanto ammontano i mutui accesi ancora alla data odierna attivi e su quali spese sono imputati. Quali sono le scadenze dei singoli mutui ad oggi accesi. Quale sia l’ammontare dei tassi di interesse che sono stati pagati e che vengono pagati annualmente dal Comune di Osimo per gli anni 2008, 2009, 2010, 2011. Quali sono le azioni che il Comune ha attuato e se ritiene di attuare al fine di ridurre tale spesa;

– presentata in data 10 agosto 2011, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo  consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api”  è – alla data odierna –  inadempiente da 327 giorni) richiesta formale di accesso agli atti, per avere copia della determina di liquidazione n° 1/000899 del 11/7/2011 “Assetto della Governance della soc.Astesa spa liquidazione in favore del prof.avv. Ardo Rossi per l’attività di consulenza nell’interesse del Comune di Osimo e dei comuni soci Astea”.  Copia degli atti elaborati, redatti e depositati dal suddetto professionista a conclusione dell’attività professionale svolta;

– presentata in data 3 gennaio 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo  consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api”  è – alla data odierna –  inadempiente da 181 giorni) richiesta formale di accesso agli atti, per avere copia della determina di impegno  n° 3001141 del 21/11/2011 “Impegno e liquidazione a favore dellAssociazione Juter club dei lavori di completamento effettuati nell’immobile di vicolo Vitalioni n° 9 / quota anno 2011) decurtazione per canone di locazione anno 2011″‘. Copia di tutti i documenti fatture e quant’altro, giustificativi della suddetta determina di impegno;

– presentata in data 3 gennaio 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo  consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api”  è – alla data odierna –  inadempiente da 181 giorni) richiesta formale di accesso agli atti, per avere copia dell’Albo dei Beneficiari di Previdenze e Contributi di natura economica erogati dal Comune di Osimo nell’anno 2011;

– presentata in data 10 marzo 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo  consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api”  è – alla data odierna –  inadempiente da 114 giorni) richiesta formale di accesso agli atti, per avere copia di determine indicate nell’albo Pretorio on-line ma inspiegabilmente non stampabili. Si tratta delle seguenti determine: a) Determina di impegno 1/0001814 del 29/12/2011; b) Determina di liquidazione 1/000155 del 14/02/2012; c) determina di liquidazione n° 3/1275 del 7/12/2011; d) determina n° 2/44 del 24/2/2012; e) determina n° 1/1 del 9/1/2012;

– presentata in data 10 marzo 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” è – alla data odierna – inadempiente da 114 giorni) richiesta formale di accesso agli atti, per avere copia di determine indicate nell’albo Pretorio on-line ma inspiegabilmente non stampabili. Si tratta di determine di impegno che hanno tutte per oggetto la manutenzione del verde pubblico con le quali si conferisce a fine anno incarico alla partecipata Geos Maver srl di svolgere lavori extra contratto di servizio. Vale a dire, mentre la Geos Maver srl ha un contratto di servizo per l’espletamento della cura del verde per conto del Comune di Osimo dietro corrispettivo annualmente determinato, con queste determine tutte datate 28-27-21/12/2012 si attribuiscono ulteriori compensi per lavori della cura del verde considerati “extra contratto”. Per quello che ho potuto verificare sono una decina di determine ognuna dell’importo medio di circa 21.000,00 Euro per un totale di circa 160.000,00. La normativa sugli affidamenti dei contratti pubblici è chiara, occorre effettuare gare e non si possono favorire ditte, anche se queste sono partecipate del Comune. Anche in questo caso non rispettando le più elementari norme sulla trasparenza si impedisce ad un Consigliere Comunale di esercitare i controlli ed attivare presso gli organi competenti i controlli e le verifiche del caso. a) Determina di impegno 3/0001308 del 28/12/2011 a favore della Geos Maver srl per manutenzione extra-contratto per € 15.851,00 ; b) Determina di impegno 3/0001298 del 23/12/2011 a favore della Geos Maver srl per manutenzione extra-contratto per € 20.267,00; c) Determina di impegno 3/0001292 del 21/12/2011 a favore della Geos Maver srl per manutenzione extra-contratto per € 21.961,00; d) Determina di impegno 3/0001278 del 17/12/2011 a favore della Geos Maver srl per manutenzione extra-contratto per € 23.292,00; e) Determina di impegno 3/0001249 del 14/12/2011 a favore della Geos Maver srl per manutenzione extra-contratto per € 24.079,00; f) Determina di impegno 3/0001247 del 13/12/2011 a favore della Geos Maver srl per manutenzione extra-contratto per € 23.413,00; g) Determina di impegno 3/0001235 del 12/12/2011 a favore della Geos Maver srl per manutenzione extra-contratto per € 23.776,00; h) Determina di impegno 3/0001230 del 07/12/2011 a favore della Geos Maver srl per manutenzione extra-contratto per € 23.760,00.

– presentata in data 10 marzo 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo  consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api”  è – alla data odierna –  inadempiente da 114 giorni) interrogazione con richiesta di risposta scritta in ordine all’ emergenza neve e spese sostenute dal Comune di Osimo. Si chiedeva e si resta in attesa  di avere una dettagliata relazione di tutti gli interventi effettuati edelle relative spese sostenute per far fronte all’emergenza neve. Con l’interrogazione si chiedeva inoltre l’elenco delle ditte private incaricate, la tipologia di interventi richiesti e l’ammontare di ogni singola fattura. Quali sono state le modalità di incarico rispetto alle ditte private utilizzate. Si chiedeva inoltre: se l’Amm. Comunale ha preventivamente predisposto un regolamento degli interventi in caso di emergenze; un analitico dettaglio dei costi sostenuti, da documentazione e la giustificazione degli stessi e le voci di bilancio dalle quali attingere per far fronte alle spese emergenza. Da ultimo, pensando alla situazione di crisi diffusa tra le ditte del territorio, si chiedeva i tempi e le modalità di pagamento a favore  di tutte le ditte osimane coinvolte e chiamate ad intervenire sul territorio  in occasione della emergenza neve 2012;

– presentata in data 10 marzo 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo  consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api”  e la soc.partecipata Park.O. spa sono – alla data odierna –  inadempienti da 114 giornirichiesta formale di accesso agli atti, per avere copia dei verbali del Consiglio di Amministrazione, dell’Assemblea dei Soci e dell’Organo dei Revisori dei Conti dal 1/10/2012 al 29/2/2012 della soc. Park.O. spa  ;

– presentata in data 21 marzo 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” è – alla data odierna – inadempiente da 103 giorni) richiesta formale di accesso agli atti, per avere copia dei dati utili a proporre una tassazione differente dell’IMU nei confronti delle famiglie e delle ditte osimane. Tutte le Amministrazioni comunali che hanno a cuore il bene comune dei propri cittadini coinvolge anche le forze politiche di opposizione in quelle che sono spesso scelte difficili . Avremmo voluto mettere a disposizione del Sindaco le nostre capacità, avremmo voluto contribuire a rendere più equa l’imposizione tributaria sollecitando scelte diverse e/o condivise di fronte ai tanti problemi economici che gravano sul Paese. Con questa richiesta di accesso agli atti chiedevamo: a) i dati numerici, catastali in possesso degli uffici per poter elaborare simulazioni e fare stime del gettito Imu; b) i dati catastali, numerici e i dati dei versamenti Ici in ordine ai fabbricati -immobili tenuti a disposizione e/o con contratti di affitto non registrati ( sempre nell’evenienza di prevedere di regolamentare eccezioni alla aliquota ordinaria); c) i dati catastali e numerici riferiti dal “portale dei Comuni” dai quali ricavare la “rendita delle singole Categorie Catastali” sempre nell’ottica di elaborare simulazioni e verificare la possibilità di allentare – diminuire le tariffe ordinarie sia sulla prima che sulle seconde case; d) i dati relativi al prospetto delle rendite complessive divise per categorie catastali divise per prima casa e pertinenze.
Oltre a non adempiere a quanto previsto dalla legge le Liste Simoncini&Latini si sono anche rifiutate di confrontarsi e di discutere dell’IMU in sede di Commissione Consiliare, dimostrando ancora una volta tutta la loro arroganza, disinteresse per i problemi delle famiglie e delle ditte osimane;

– presentata in data 21 marzo 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” è – alla data odierna – inadempiente da 103 giorni) interrogazione con richiesta di risposta scritta in ordine ai  dati utili per la valutazione del Bilancio di Previsione 2012. Con questa interrogazione chiedo: a) l’importo complessivo della manovra che il Comune di Osimo ai sensi dell’art. 20 del D.L. 98/2011, deve conseguire; b) l’ammontare dell’obiettivo del patto di stabilità 2011; c) come i nostri Amministratori pensano di raggiungere l’obiettivo 2012 del patto di stabilità, agendo in quali direzioni; d) ai fini del ricorso all’indebitamento chiedo di conoscere l’ammontare delle spese per interessi nell’anno 2011 e l’ammontare delle entrate correnti ( i primi tre titoli dell’entrata); e) i dati in possesso della banca dati comunale per quanto attiene all’Imu e i dati in ordine alle stime del gettito Imu applicando l’aliquota base; f) eventuali simulazioni di gettito tributario derivante dall’applicazione  di aliquote Imu diverse; g) l’ammontare delle risorse prima dell’entrata in vigore del D.L. 201/2011; h) il dato del gettito dell’Addizionale Irpef 2012; i) eventuali simulazioni fatte su una diversa applicazione dell’addizionale Irpef; l) il dato previsto in ordine alle spese correnti; m) le spese 2012 previste per la voce personale; n) l’ammontare delle spese delle società partecipate titolari di affidamento diretto di servizi; o) il dato relativo al numero del personale a tempo indeterminato e a tempo determinato, p) il dato relativo al numero e al costo dei dirigenti; 

– presentata in data 21 marzo 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” e la società partecipata Geos Maver srl, sono – alla data odierna – inadempienti da 103 giorni) richiesta formale di accesso agli atti,  in ordine alla situazione economico-finanziaria  della partecipata Geos.Maver srl . Con questa interrogazione chiedo: a) l’ammontare del capitale sociale; b) ammontare dei crediti alla data del 31/12/2010 e alla data del 31/12/2011; c) ammontare dei debiti alla data del 31/12/2010 e alla data del 31/12/2011; d) importi e nominativi di ogni singola posizione debitoria e creditizia; e) ammontare della esposizione bancaria della società alla data del 31/12/2011;

– presentata in data 21 marzo 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” e la società partecipata Park.O. spa, sono – alla data odierna – inadempienti da 103 giorni) richiesta formale di accesso agli atti,  in ordine alla situazione economico-finanziaria  della partecipata Park.O. spa . Con questa interrogazione chiedo: a) l’ammontare del capitale sociale; b) ammontare dei crediti alla data del 31/12/2010 e alla data del 31/12/2011; c) ammontare dei debiti alla data del 31/12/2010 e alla data del 31/12/2011; d) importi e nominativi di ogni singola posizione debitoria e creditizia; e) ammontare della esposizione bancaria della società alla data del 31/12/2011;

– presentata in data 21 marzo 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” e la società partecipata Im.Os. srl, sono – alla data odierna – inadempienti da 103 giorni) richiesta formale di accesso agli atti,  in ordine alla situazione economico-finanziaria  della partecipata Im.Os. srl . Con questa interrogazione chiedo: a) l’ammontare del capitale sociale; b) ammontare dei crediti alla data del 31/12/2010 e alla data del 31/12/2011; c) ammontare dei debiti alla data del 31/12/2010 e alla data del 31/12/2011; d) importi e nominativi di ogni singola posizione debitoria e creditizia; e) ammontare della esposizione bancaria della società alla data del 31/12/2011;

– presentata in data 21 marzo 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” e la società Geosport srl dipendente dalla partecipata Astea spa, sono – alla data odierna – inadempienti da 103 giorni) richiesta formale di accesso agli atti,  in ordine alla situazione economico-finanziaria  della partecipata Geosport srl . Con questa interrogazione chiedo: a) l’ammontare del capitale sociale; b) ammontare dei crediti alla data del 31/12/2010 e alla data del 31/12/2011; c) ammontare dei debiti alla data del 31/12/2010 e alla data del 31/12/2011; d) importi e nominativi di ogni singola posizione debitoria e creditizia; e) ammontare della esposizione bancaria della società alla data del 31/12/2011; f) elenco analitico delle concessioni di utilizzo del palaBaldinelli rilasciate nel corso degli anni 2010 e 2011, per ogni singolo evento-utilizzo, il nominativo del richiedente, l’importo addebitato ed incassato e/o motivo della esenzione dal pagamento; g) importi e nominativi di ogni singola posizione debitoria alla data del 31/12/2011;

– presentata in data 21 marzo 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” e la società Astea spa, sono – alla data odierna – inadempienti da 103 giornirichiesta formale di accesso agli atti,  per avere copia delle Tariffe Igiene Urbana proposte per il 2012 e copia del Piano Finanziario Tariffe Igiene Urbana per l’anno 2012;

– presentata in data 26 aprile 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l‘amm.”Simoncini&Latini-Api” e la società partecipata Asso srl, sono – alla data odierna – inadempienti da 67 giorni)  richiesta formale di accesso agli atti,  per avere copia degli atti e dei documenti relativi, fatture e quant’altro  giustificativi della  liquidazione spese in favore della Asso srl per l’allestimento manifestazione “CALICI di STELLE 2011 ” del 10/8/2011, importo liquidato € 6.800,00. Le manifestazioni, le feste, le iniziative per la città  sono sempre positive ,  compito di una pubblica amministrazione è anche quello di rendicontare quanto denaro pubblico è stato speso. Perchè mai mettersi in difensiva o disattendere  una richiesta da parte di un consigliere che chiede analiticamente come si sono spesi soldi pubblici ?  Rendere conto è secondo me il primo e il più importante dovere che un amministrazione  chiamata e/o propostasi a gestire un bene comune,  deve fare ;

– presentata in data 26 aprile 2012, dalla sottoscritta in qualità di capogruppo consiliare del Partito Democratico, ( l’amm.”Simoncini&Latini-Api” e la società partecipata Asso srl, sono – alla data odierna – inadempienti da 67 giorni)  richiesta formale di accesso agli atti,  per avere copia degli atti e dei documenti relativi,  fatture e quant’altro giustificativi della  liquidazione spese in favore della Asso srl per l’allestimento manifestazione “collaborazione straordinaria in occasione degli eventi organizzativi per il XXV CONGRESSO EUCARISTICO”   , importo liquidato € 8.470,00 ;

Ho provveduto, in data lunedì’ 25 giugno  ad inviare una lettera  al Presidente del Consiglio ( senza ricevere ad oggi alcuna risposta) per sollecitare    una rapida risposta a dette interrogazioni scritte,  accesso agli atti riservandomi di assumere come gruppo, se necessario, ogni iniziativa utile a tutela dei diritti della minoranza e del ripristino della legalità violata perché tali ripetute omissioni, oltre a non essere decisamente in linea con una democratica gestione del bene comune, configurano una palese e sistematica violazione dell’art. 43 comma 3 del Testo Unico degli Enti Locali, che prevede il termine di trenta giorni per la risposta alle istanze dei consiglieri ed alle loro interrogazioni.

Paola Andreoni capogruppo PD Osimo

Vigili del Fuoco: con il decreto legge 79/2012 approvato il provvedimento che salvaguardia il corpo.

Vigili del Fuoco di Osimo

la Camera ha approvato il decreto legge 79/2012 recante «Misure urgenti per garantire la sicurezza dei cittadini, per assicurare la funzionalità del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e di altre strutture dell’Amministrazione dell’interno, nonché in materia di Fondo nazionale per il Servizio civile». Si tratta di un provvedimento fondamentale finalizzato, tra gli altri obiettivi, a risolvere la carenza di organico dei Vigili del fuoco e ad aumentarne l’efficienza, pregiudicata dal taglio di risorse stabilito dal precedente governo Berlusconi. L’atto introduce la semplificazione delle procedure per accedere alle qualifiche di “capo reparto” e “capo squadra” e prevede il trasferimento del coordinamento tecnico della flotta aerea antincendio al Dipartimento dei Vigili del fuoco. A questo si aggiunge la riduzione del taglio della spesa per la retribuzione del personale volontario e la proroga dei termini di validità delle graduatorie relative ad alcune procedure di assunzione nel Corpo. La norma, inoltre, consente l’assunzione dei familiari dei Vigili volontari deceduti in servizio (o gravemente feriti) come previsto per le Forze di polizia. Il decreto impegna altresì il Governo all’assunzione di tutte le 474 persone che il turnover consente di assumere, esentando il settore dai tagli previsti dalla spending review e prevede la semplificazione della comunicazione di cessione di fabbricati (stabilita dalla legge antiterrorismo), insieme all’introduzione della comunicazione al questore per la somministrazione di alcoolici in enti collettivi e circoli privati. Per quanto riguarda la Polizia, l’atto introduce modifiche nella formazione degli agenti, tra cui l’inserimento di limiti anagrafici per il concorso d’accesso ai ruoli tecnici e l’equipollenza dei titoli conseguiti nei corsi di formazione, aggiornamento professionale e perfezionamento del Corpo con quelli rilasciati dagli Istituti professionali ai fini dell’ammissione all’esame di maturità. Il decreto prevede poi la riassegnazione delle risorse del Fondo antiracket al Fondo esigenze urgenti e indifferibili e in parte al Fondo per il servizio civile nazionale, agli sportelli unici per l’immigrazione delle Prefetture e agli uffici immigrazione delle Questure. L’atto, infine, differisce il termine per l’esercizio della delega al Governo nell’ambito della riorganizzazione della Croce rossa italiana.

2 agosto 1980: la strage di Bologna

2 AGOSTO 2012

A 32 ANNI DALLA STRAGE FASCISTA

ALLA STAZIONE di BOLOGNA

NON DIMENTICHIAMO!

Una bruttissima pagina della nostra storia che ancor oggi non ha trovato VERITA’

Agosto. Improvviso si sente
un odore di brace.
Qualcosa che brucia nel sangue
e non ti lascia in pace,
un pugno di rabbia che ha il suono tremendo
di un vecchio boato: