Il Piano Parcheggi delle Liste “Simoncini&Latini”: 11 posti blu davanti il Comune.

  11 nuovi  parcheggi a pagamento posti davanti il Palazzo Comunale. Questo ad oggi è il risultato dell’impegno e dello sforzo amministrativo del Sindaco Simoncini e della sua giunta,  per dotare la città di un adeguato piano dei parcheggi e cercare di risolvere la questione sosta al centro.

  Di fronte alle richieste da più parti avanzate di dare nuovo impulso al cento storico della città, alle  legittime istanze dei negozianti, dei residenti, degli artigiani e degli osimani che vorrebbero che il centro della città ritornasse ad essere “luogo appetibile” di vita e di incontro, le liste alla guida della città, senza più idee e incapaci di trovare soluzioni, hanno saputo rispondere,  solo con la realizzazione di 11,  discutibili per la loro collocazione, nuovi parcheggi a pagamento.

Ancora una volta, anche su questo importante tema, della fruibilità e della sosta nel centro storico della nostra città, agli osimani non resta che prendere atto della miopia politica e della “pochezza” amministrativa di gestire il territorio da parte di questo Sindaco e delle sue liste.

Come gruppo consiliare del Partito Democratico, preso atto dell’immobilismo di chi ci  govern, e avendo a cuore le sorti della città, avevamo presentato una mozione per far ritornare gli osimani a “vivere e venire  in centro”.

La nostra idea, molto ragionevole e pratica, proponeva di cambiare il vigente metodo di parcheggio a pagamento, prevedendo:

–       la sosta veloce (una sosta gratis a tempo limitato davanti i poliambulatori, le farmacie);

–       parcheggi di cortesia  per le mamme in dolce attesa;

–       prima mezz’ora gratis in tutte le aree con strisce blu del centro.

Si potevano anche pensare altre soluzioni (senza ricorrere agli spazi davanti al municipio, ma utilizzando gli stalli già esistenti) che prevedevano comunque una modulazione tariffaria più bassa, durante la prima ora, nei parcheggi della prima parte di via cinque torri e nelle zone particolarmente sensibili dal punto di visto logistico in relazione ai servizi di cui sopra.

Queste modalità di regolamentazione del parcheggio ad alta rotazione, sperimentata in altre città, hanno prodotto buoni risultati in ordine alla rivitalizzazione dei centri storici.

E’ un dato di fatto che il pagamento di una tassa ( anche di modesto importo ) frena il cittadino a recarsi in centro.

L’amministrazione Simoncini&Latini con il solito atteggiamento di chiusura verso tutto ciò che è innovazione e verso tutto ciò che  propone il PD  ha bocciato la nostra proposta adducendo che dal punto di vista tecnico il costo della sistemazione dei parchimetri sarebbe stato eccessivo. Motivazione oggi da loro stessi smentita visto “l’investimento”, oggi fatto, per l’acquisto di un parchimetro per soli 11 posti.

Quello che ora ci ritroviamo è sotto gli occhi di tutti gli osimani: un centro abbandonato e 11 spazi blu sotto il Palazzo del Comune.

Paola