Campagna elettorale 2013: non si sente parlare delle questioni del Mondo

campagna elettorale 2013

Osservo che, fino ad ora, nessuno dei leader politici che partecipano alla  campagna elettorale ha pronunciato una sola parola per sottolineare un impegno per la difesa dei diritti umani nel mondo.
A nessuno, fino ad ora, è venuto in mente di spendere delle parole per ricordare le migliaia di vittime siriane, ragionando sulla possibilità di impedire nuovi genocidi nel mondo.

Paola

MPS, la responsabilità è di chi ha detto no al blocco dei derivati e di chi ha detto no alla reintroduzione del falso in bilancio

Monte Paschi SienaFa bene Bersani a respingere con nettezza gli attacchi che arrivano sul caso del Monte dei Paschi. Il Partito Democratico è stato in questi anni l’unico partito a combattere per bloccare i derivati e, solo per fare un altro esempio, a chiedere la reintroduzione del falso in bilancio.
Anche ad Osimo, il PD ha criticato il ricorso al finanziamento tramite, i così detti, “Swap e finanza derivata” e con determinazione ha spinto il Comune a recedere ( cosa che poi l’amministrazione delle liste ha fatto) dal contratto fatto con alcuni istituti bancari, operazioni rilevatesi a dir poco azzardate e piene di incognite con gravi rischi e pregiudizi per la finanza locale e per i cittadini.

Quelli che oggi provano a inventare una nuova polemica che non sussiste, indirizzino i loro strali verso chi ha detto sempre no alle richieste e proposte del Partito Democratico per la trasparenza della finanza, a cominciare dall’ex ministro dell’Economia Tremonti e dalla Lega di Maroni e naturalmente da Berlusconi.
Come ha già detto Bersani: “il PD ha agito in questi anni nel totale rispetto reciproco fra autonomia della politica e autonomia delle banche; se ci sono punti da chiarire su questa vicenda, confidiamo che le autorità di vigilanza, di cui abbiamo piena fiducia, facciano fino in fondo il loro lavoro“.

Paola