Campagna elettorale 2013: Volete che questo personaggio ritorni a guidare l’Italia ?

campagna elettorale 2013

E dopo aver detto che Mussolini, a parte le leggi razziali, fece bene, Berlusconi si assopisce alle celebrazioni per il Giorno della Memoria.  Volete che questo personaggio ritorni a guidare  l’Italia ?

Paola

(seguono le foto)
http://www.repubblica.it/politica/2013/01/27/foto/shoa_il_cedimento_di_berlusconi-51391156/1/?ref=fbpr#5

Gli Osimani, fanno la differenziata. Cosa e quanto abbiamo avviato al recupero nel 2012

rifiutiLa raccolta differenziata con la “ separazione in casa dei rifiuti” è entrata ormai nelle quotidiane abitudini dello stile di vita degli osimani. Da parte di tutti i cittadini osimani c’è consapevolezza che attraverso la raccolta differenziata, si contribuisce a salvaguardare l’ambiente in cui viviamo. Ma forse non tutti gli osimani hanno cognizione di un altro vantaggio che deriva da questi comportamenti corretti di raccolta differenziata. E’ un vantaggio di tipo economico , perché grazie alla raccolta differenziata il comune potrà risparmiare sui costi di smaltimento dei rifiuti. Meno rifiuti indifferenziati si portano in discarica, meno si paga per il loro smaltimento. Quindi, più è alta la percentuale di differenziata, più bassa è ( dovrà essere) la tariffa che le nostre famiglie e le attività economiche pagano per far smaltire i rifiuti.
Grazie all’impegno degli osimani, nell’anno 2012, la percentuale dei rifiuti raccolti in modo differenziato è stata del 65,89%. Un risultato importante, frutto in primo luogo dell’impegno dei cittadini che – insieme alle iniziative messe in atto dall’ Astea con il “porta a porta” – hanno portato al conseguimento di un buon risultato percentuale di raccolta differenziata che allinea la nostra città fra i Comuni più virtuosi e soprattutto gli consente di rispettare l’ obiettivo previsto dalla normativa nazionale (Decreto Legge n. 152/2006).
65,89 % significa che più della metà dei rifiuti prodotti viene smaltita dagli osimani, in maniera corretta nel bidone o nel cassonetto giusto, trattando i rifiuti come una risorsa preziosa, recuperandone una porzione molto consistente, con ragguardevoli benefici ambientali ed economici.
Su questi risultati così importanti, che qualificano il livello di civiltà di una comunità, credo che l’ente gestore del servizio debba dare una maggiore comunicazione, (una sollecitazione che sottopongo all’attenzione dell’Astea al fine di migliorare il servizio offerto). Trovo singolare che ai cittadini osimani così virtuosi non si comunichi e si descriva, in modo trasparente il ciclo di vita dei rifiuti, il sistema di filiera del recupero, il risultato della  trasformazione dei materiali grazie al riciclo e da ultimo i risvolti-benefici economici derivanti dal riutilizzo dei rifiuti.

Ritengo che tali “informazioni-comunicazioni” siano particolarmente necessarie in quanto permettono di “rendere conto” ai cittadini di dove vanno a finire i rifiuti una volta  differenziati e conferiti ad Astea e risulterebbero una forma di  gratificazione, allo sforzo ed all’ impegno dei cittadini che da anni si prodigano per un corretto conferimento contribuendo alla tutela ambientale della nostra comunità.

Come consigliere comunale ho richiesto mensilmente ad Astea alcuni di questi dati, a mio parere, utili per capire la gestione del ciclo rifiuti nella nostra città e conseguentemente poter controllare l’andamento dei costi del servizio di raccolta e smaltimento .

rifiuti 2012 Osimo

dati 2012

Confrontando e analizzando i dati in mio possesso ( risultati definitivi  2011 – 2012 ricavati da Astea) si può notare un primo effetto importante, il decremento del rifiuto indifferenziato conseguito quest’anno, pari a  kg.  247.330 (da kg. 6.846.230 del 2011 a kg. 6.598.900 del 2012). Un risultato importante, circa 247 tonnellate di rifiuti non inviati alla discarica che rappresentano mancati costi di smaltimento che dovranno tramutarsi in benefici economici per le utenze, vale a dire che c’è da aspettarsi un bel risparmio per le tasche dei cittadini e un minor costo per i bilanci delle attività economiche osimane. I rifiuti differenziati sono invece aumentati di kg. 605.114 (passati da kg. 12.139.784 del 2011 a kg. 12.744.898 del 2012). Si può rilevare da ultimo il dato dell’incremento  totale annuale dei rifiuti ( circa 358 tonnellate) un incremento  nonostante  il calo dei consumi che deve essere da stimolo per cercare nuove strategie  innovative per puntare  all’obiettivo della contrazione complessiva dei rifiuti.

confronto anni

Seguono i  dati dello specifico della  raccolta differenziata 2012.

diffe2012

dett.diff2012Rispetto all’anno passato si sono avute le seguenti variazioni. L‘organico è aumentato di kg. 434.870 (da 3.124.650 kg. del 2011 a 3.559.520 kg. del 2012), un aumento di circa  +2%. Quasi 603.370 kg in più (da 1.827.630 a 2.431.000 kg) corrispondente a un +4% per quello che riguarda il quantitativo del verde, derivante dal maggior conferimento delle potature di alberi e siepi. La raccolta di multimateriale: plastica, vetro, tetrapak etc..  risulta invece diminuita di kg. 593.061 (da 5.113.124 kg del 2011 a 4.520.063 kg del 2012 ). Nel 2012 la raccolta differenziata di carta e cartone resta sostanzialmente stabile (+0,45%), in termini assoluti,  sono state raccolte 2.181 tonnellate di carta e cartone pari a circa 60 kg di media procapite per ogni osimano. E’ diminuita  invece di circa Kg. 100.000 la raccolta del vetro.

I dati della differenziata sono in definitiva incoraggianti e dimostrano che i veri protagonisti del successo sono gli osimani. Ma, come si dice in queste occasioni, non può bastare.
Amministrazione Comune e Astea devono esercitare meglio i loro compiti e fra questi, reputo prioritario quello di rendere trasparente il processo che segue l’impegno quotidiano di ogni cittadino che sceglie di fare la raccolta differenziata. Far sapere al cittadino-utente per dimostrargli, l’effettiva utilità, in termini ambientali ed economici, di separare correttamente i rifiuti.

Paola