AMBROGETTI Carlo Consigliere comunale ed assessore mandato 1951-1955.

AMBROGETTI Carlo, nasce ad Osimo l’ 8 settembre 1899 muore ad Osimo il 17 ottobre del 1976.  La povertà che era di casa in molte famiglie osimane  spinse  Carlo Ambrogetti, giovanissimo,  a Torino al collegio “Artigianelli” dove, nei laboratori attrezzati per esercitare i ragazzi nell’apprendimento dei mestieri,  coltivò ed apprese l’arte del “saper fare”. Con un grande bagaglio di conoscenze apprese e  con la tanta voglia di fare, tipica dei  marchigiani, ritornò ad Osimo dove aprì la sua bottega artigiana. Questo è stato Ambrogetti Carlo,  un onesto e laborioso artigiano osimano, che con competenza e passione ha guidato la sua bottega di meccanica e  poi di stampaggio di materiale plastico in via Cesare Battisti all’angolo con la scalinata Filzi.
In quella bottega artigiana hanno mosso le mani ed appreso l’ingegno e l’estro creativo del bravo Ambrogetti, tanti giovani osimani che,  a loro volta, sono poi diventati  piccoli imprenditori protagonisti della economia osimana di ieri e di oggi.
Carlo Ambrogetti non è stato solo un uomo laborioso,  sapeva anche vedere lontano. Con grande lungimiranza, aveva ben chiaro l’importanza dell’artigianato per l’economia della nostra comunità locale e non solo. Conosceva profondamente  quelle che erano le problematiche  della categoria, le opportunità lavorative che essa poteva offrire. Sentiva la necessità di superare i piccoli egoismi di bottega per unire le forze di tutti gli artigiani e meglio affrontare il mercato con responsabilità, rispetto e collaborazione. E così nel 1953, conquistata la fiducia dei colleghi, Ambrogetti fonda l’Associazione Mandamentale degli Artigiani di Osimo che riuscirà poi a fondere con l’Associazione Provinciale di Ancona. La sua officina  divenne non solo  il luogo da dove uscivano precisi prodotti meccanici  di alta fattezza, ma anche la casa di tutti gli artigiani osimani. L’artigiano che doveva sbrigare una pratica burocratica con il comune, l’artigiano che non sapeva come richiedere somme a tasso privilegiato alle banche per avviare o “rimodernizzare” l’officina, l’artigiano che voleva andare in pensione e passare di mano l’attività ai figli,  aveva in Osimo un unico riferimento: l’indirizzo della bottega, e spesso anche di casa, di Carlo Ambrogetti.
Nel 1957 venne eletto Presidente Provinciale delle Mutue Artigiane, carica che ha ricoperto per oltre 10 anni. Nello stesso periodo è stato membro della Giunta centrale della Federmutue Artigiane e Consigliere Nazionale dell’Associazione Cristiana Artigiani.
Quando l’avv. Vincenzo Acqua decise di entrare in politica,  i primi ad essere coinvolti furono  i suoi amici fraterni: Alessandro Bianchi  e Carlo Ambrogetti.
Eletto consigliere comunale nel 1951, Ambrogetti Carlo accompagnò l’avv.Acqua nella gestione della città come Assessore ai Lavori Pubblici. Assessorato che continuò a gestire anche nel successivo mandato a guida del prof. Alessandro Niccoli.
Il suo animo gentile e generoso verso tutti non lo dispensò dall’impegno in parrocchia, a San Marco, come promotore dell’Unione Sportiva Virtus e in qualità di Presidente degli uomini della Azione Cattolica.
In occasione delle feste patronali del 1976, il Comune di Osimo gli ha riconosciuto pubblicamente i giusti meriti, conseguiti in tanti anni di umile ed importante servizio a favore della nostra comunità, conferendogli la civica benemerenza.
– Consigliere  comunale ed Assessore ai servizi tecnici mandato 1951-1955;
– Consigliere  comunale ed Assessore ai lavori pubblici mandato 1956-1960;

Ringrazio Giulio, per avermi dato modo di raccogliere dai suoi ricordi e dalle sue stesse parole rotte dalla commozione, la storia bella di suo padre Carlo AMBROGETTI, una PERSONA, un uomo d’altri tempi – di cui  la politica d’oggi avrebbe tanto da imparare –  che con  tanta generosità,  spirito di servizio, umiltà e dedizione  ha servito la nostra comunità osimana.  Grazie.

Ambrogetti Carlo 1

L'impegno a Roma per gli Artigiani 1965

Nei tavoli della rappresentanza dei sindacati dell’Artigianato a Roma

incontro Artigiani

Incontro in comune 1967

Incontro in comune 1967. La signora dovrebbe essere la sig.ra Castellana, vicino al gonfalone Fausto Streccioni, Carlo Carletti  detto “zeppa” e Alfredo Nardini

50 anni matrimonio

gennaio 1976 Ambrogetti Carlo festeggia il 50.mo di matrimonio con la consorte Bianca ed i figli: Vittorio, Maria Letizia e Giulio

a

1969 il sottosegretario al Ministero dell’Industria, Biagioni, consegna il diploma e la medaglia d’oro al cav.Carlo Ambrogetti socio fondatore dell’Associazione degli Artigiani

18 settembre 1961 san giuseppe

18 settembre 1961 festa San Giuseppe. Il presentatore dovrebbe essere il mio prof. Fernando Riderelli

18 settembre 1961 4

18 settembre 1961 4

Brizi 3

Brizi 2

Ambrogetti mons.Brizi

Mons.Brizi , don Pio della chiesa di San Filippo e a destra Otello Pierpaoli parrucchiere per signore

A San Marco 2

Anche in parrocchia, quella di San Marco, Ambrogetti non faceva mancare la sua presenza, e che collaboratori che aveva: don Luigi Lucianetti e i due giovani preti don Dino Marabini e don Aldo Compagnucci

Ambrogetti 1976

Ambrogetti 1976 2

Ambrogetti 1976 3

Ambrogetti polenta

Conferimento della Civica Benemerenza cittadina 1976

 

1961 Ambrog

Mons.Brizi ringrazia gli artigiani osimani

Ambrogetti 963

Carlo Ambrogetti a colloquio forse con, un giovane, Giuseppe Serrini

Ambrogetti 987

A Milano 1957 al Congresso nazionale Associazione Artigiani

Ambrogetti 45

A Roma componente della Giunta nazionale sindacato degli Artigiani

Ambrogetti Roma

1960 Papa Giovanni incontra il mondo del lavoro. Ambrogetti c’era.

Ambrogetti 258

Uno dei tanti riconoscimenti che Carlo Ambrogetti ha ricevuto. Questo da parte degli artigiani osimani