Michele Liguori, il vigile urbano della Terra dei fuochi

Un vigile urbano della sezione ambientale di Acerra, Michele Liguori, è stato ucciso dai veleni della Terra dei fuochi. Un vigile deriso dalla camorra, perché non si era lasciato corrompere, dedito a cercare discariche e chiedere bonifiche. Si è così ammalato di tumore. Nella Terra dei fuochi è stata accertata la presenza di sostanze nocive, quali mercurio, cadmio, materiale altamente pericoloso codice R45 e R61, diossine, pbd, Peb, Pefd, derivanti dalla combustione dei rifiuti industriali speciali.

Nella terra dove sono nati agnellini a due teste e pecore a cinque zampe, è morto, il 20 gennaio di un anno fa,  il «cavaliere solitario» che sfidava lo strapotere delle ecomafie. Non un generale, non un graduato di qualche importante Corpo dello Stato, carico di medaglie e stellette, ma un semplice maresciallo della polizia municipale. Come quelli di una volta, occhio fino e cervello sveglio. Un vigile  deriso dalla camorra, perché non si era lasciato corrompere, dedito a cercare discariche e chiedere bonifiche. Si è così ammalato di tumore. nella Terra dei fuochi.

Ad un anno dalla morte voglio ricordare e rendere omaggio a  questo “semplice” ma GRANDE uomo, servitore dello Stato,  in una terra difficile, ammalatosi e poi morto per amore della sua terra, che era quella – amava ripetere –  che aveva ereditato dai suoi genitori e che si vergognava di lasciare, così com’era, stuprata e moribonda, a suo figlio.

Paola

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: