Occorre un percorso di civiltà per consentire l’inserimento dei migranti

Inseriamo i profughi ospiti nelle nostre strutture in attività di volontariato. Scopriremo di avere  PERSONE  in grado di poter svolgere mansioni importanti per la nostra collettività, ci potrebbe essere qualcuno capace di  insegnare la lingua inglese chi, magari, sa lavorare con l’uncinetto, chi viene da attività artigianali in patria utili per lavori di manutenzione e riparazione.
Potrebbe essere questo un  modo virtuoso di passare dalla paura e dalla diffidenza alla conoscenza e condivisione, attraverso l’aiuto di tutte le associazioni di volontariato presenti in città.
Paola

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: