Un racconto spassosissimo di Sandro MOSCA premiato fra le migliori opere in dialetto, al Premio Letterario “Tempo della Poesia”

Al Premio Letterario “TEMPO della POESIA” (ediz. 2016) organizzato dall’Associazione Culturale Versante (su 315 partecipanti alle varie sezioni, provenienti dalle Marche e dalle province di Teramo, Rimini e Perugia) al nostro concittadino Sandro MOSCA è stato assegnato il 3° Premio per il Racconto in Dialetto Osimano “ E… se nun se murisse più ? ” con la seguente motivazione:
mOSCA«Di sapore rodariano (quello caratteristico dei racconti di ascendente irrealistico) il racconto di Sandro Mosca, padrone del suo idioma locale, pone la domanda inquietante che sconvolge la coscienza singola e collettiva, pertanto tutto ciò che andrebbe evitato: la morte, ad esempio, con la sua ritualità angosciante viene invocata per innumerevoli motivi, tra cui l’interesse economico. Evidente tuttavia l’aspetto esorcizzante dell’autore giocato sul ribaltamento dello stato naturale delle cose. Racconto spassosissimo
***
Complimenti al nostro  poeta di particolare acume, esperto e cultore del dialetto osimano: Sandro MOSCA.
Paola

linea
Questo il racconto scritto da Sandro MOSCA , in dialetto osimano, premiato ed apprezzato al Concorso Tempo della Poesia ( racconto breve in dialetto) sabato 23 gennaio 2016 a Camerata Picena ( per una migliore lettura pigiare due volte sopra il testo).

E… se nun se murisse più ?

RACCONTO

 

***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: