1976 terremoto in Friuli, anche noi giovani volontari osimani c’eravamo

Sono trascorsi 40 anni da quel fatidico maggio 1976 quando il terremoto colpì il Friuli. Quasi mille furono i morti e interi comuni furono distrutti e la popolazione trasferita negli alberghi e sulla costa.
Anche noi giovani volontari osimani – capitanati da don Flavio, sotto la guida tecnica del capo giardiniere del Comune di Osimo Giuseppe Limoni ( ma per tutti noi “Peppe” ) – c’eravamo a dare il nostro piccolo contributo di lavoro e di animazione nella tendopoli di Oncedis sulla riva del fiume Tagliamento nel Comune di Trasaghis.
Ricordo il dramma delle tante persone colpite negli affetti più cari, e il generoso soccorso dei tanti volontari che come noi cercavano di rendersi utili ed aiutare la ripresa di una parvenza di vita normale come la piantumazione di alcuni alberi tra le tende.
terremoto-in-friuli

Per la cronaca “l’ abile spalatore” in primo piano è Enrico Canapa, l’attuale presidente della casa di riposo Buttari.
***
Trasaghis 1977 una pianta per il Friuli***
Peppe Limoni il nostro bravo capo giardiniere era stato, invece, l’ideatore dell’iniziativa “Una pianta per il Friuli” finalizzata a rendere più accettabile  la vita all’interno delle tendopoli.
Paola

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: