Con i colleghi professori e il mondo della cultura turca: i peggiori nemici del dittatore Erdogan.

Sdegno e rabbia non vanno mai in ferie anche in questo periodo di riposo e di vacanza. Mi riferisco, in particolare,  a quanto sta succedendo in Turchia la politica repressiva del governo che  si è abbattuta su dipendenti pubblici, poliziotti, giudici, procuratori, imam, fino a sospendere 15.200 insegnanti delle scuole pubbliche, a revocare la licenza a 21.000 docenti di istituzioni private e chiedere le dimissioni di tutti i rettori di università pubbliche e private, con l’accusa di essere tutti legati al “fantomatico e strano colpo di Stato”. Il Ministero dell’Istruzione Turca, in un comunicato ufficiale, ha addirittura annunciato che tutto il personale di tutte le istituzioni educative è sotto controllo approfondito.

Manifestazione davanti l'ambasciata Turca per la libertà di stampa 8 aprile 2014 a Roma ANSA/MASSIMO PERCOSSI

La violenza come strumento di governo appartiene ai primordi del vivere civile e quanti la propugnano e praticano oggi sono fuori dal tempo e come tali vanno considerati.
Le democrazie che utilizzano metodi autoritari con imposizioni, restrizioni della libertà e la pena di morte non sono tali e vanno isolate e condannate.
Il confronto anche aspro sulle decisioni da assumere è motore e sale della vita democratica. Volere e dare la morte a quanti la pensano diversamente è tirannia e fascismo, fenomeni che anche il nostro Paese ha conosciuto e combattuto.
Credo che il nostro Paese e l’Europa tutta,  debba dare un segnale forte contro Erdogan. Un segnale   contro il golpe, ma anche contro derive autoritarie e attacchi alle libertà fondamentali.
Tutta la mia solidarietà e vicinanza ai professori, insegnanti, rettori di università, ai giornalisti e sindacati oggi  perseguitati in Turchia, per le proprie idee. Una battaglia che mi auguro il “mondo del sapere” Turco possa vincere contro l’ignoranza e l’oscurantismo.

Con i colleghi professori e il mondo della cultura i  peggiori  nemici del dittatore Erdogan.
Paola

***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: