La Presidente del Consiglio Comunale, Paola Andreoni esprime le più sentite condoglianze e si unisce al cordoglio della città per la scomparsa di Oreste Guerrini

Personalmente e come Presidente del Consiglio Comunale esprimo le più sentite condoglianze a nome di tutta la città per la scomparsa di Oreste Guerrini.
Oreste è stato un  grande esempio di onestà ma soprattutto è stato una persona seria, corretta, da sempre attento alle necessità degli altri. Una persona che ha lasciato un segno nella comunità di Passatempo per  il suo impegno e per la sua passione per il bene comune, espletato con generosità, semplicità e determinazione.
Ha rivestito il ruolo di Consigliere Comunale nel mandato 1965 – 1970 nelle file del PCI insieme ai compagni: Guido MAGGIORI, Nello BIANCHI, Aldo BIONDI, Roberto RE, Giulio GUERCIO e Ferdinando DOLCINI. Consigliere comunale nel mandato amministrativo che aveva come  sindaco l’avv. Vincenzo Acqua e nel quale la DC aveva la maggioranza assoluta del civico consesso..
Insieme agli amici – grandi idealisti -, Alvaro PETTINARI, Raimondo BUSBANI, Umberto PRINCIPI e Guerrino ARAMINI, Oreste aveva costituito a Passatempo, una sottosezione locale del PCI. Una “casa del popolo” ubicata per via Casette (dove oggi ha sede l’associazione “Senso Unico”), nel cuore di Passatempo, molto attiva, frequentata, animata spesso da incontri, riunioni e conferenze. Con la sezione si istituisce anche la bacheca che nel tempo diverrà “la voce di Antonio Gramsci a Passatempo”. Nella bacheca Oreste affiggeva la prima pagina dell’Unità, e dava notizia di convocazioni di assemblee e delle iniziative politiche.
Il numeroso gruppo degli iscritti alla sottosezione per diversi anni è riuscito ad organizzare anche alcune edizioni di successo della Festa dell’Unità a Passatempo con tanto di gara ciclistica, ballo e una pregiata cucina, come nelle migliori tradizioni delle feste dell’Unità.
Oreste Guerrini è stata una  brava persona, un grande idealista stimato da tutti non solo a Passatempo per il suo impegno, sempre attento alle necessità della sua gente e sempre in prima linea a dare una mano.
Ne ho un ricordo anche personale, in tempi più recenti,  per la sua vicinanza e presenza alle iniziative del PD osimano e nel sostegno alla mia candidatura.

Concludo questo ricordo di Oreste riportando una delle  tante iniziative di cui si è fatto promotore nel periodo che l’ha visto in “sala gialla”.  (tratta dalla ” Storia degli Amministratori di Osimo” ).

Era il maggio 1968,  il consigliere comunale Oreste GUERRINI si fa portavoce, in Consiglio Comunale, delle proteste e dei disagi dei  cittadini della frazione di Passatempo, presenta una interrogazione comunale e  scrive ai giornali lamentando le cose che non vanno nella frazione.

Scriverà: “…. questa frazione che di anno in anno vede aumentare il numero dei suoi abitanti ( nel 1965 si aggiravano intorno ai 2.500 ) ha una serie d’inconvenienti che rendono veramente difficile la vita a chi vi abita. Ecco alcuni dei problemi:
1) Mancanza assoluta di gabinetti pubblici. Si fa presto ad immaginare cosa succede, in modo particolare nei giorni festivi, quando vi è nella frazione una particolare affluenza di pubblico.
2) Insufficienza di assistenza e inesistenza di una farmacia;
3) presenza a pochi passi dall’abitato di un letamaio i cui effetti negativi si fanno sentire specie nel periodo caldo;
4) oscurità quasi completa dei vicoli e stato disastroso del fondo stradale;
5) inefficienza del servizio idrico, l’acqua non arriva a tutte le case;

5) mancanza di un campo sportivo, che dia modo ai giovani di ricrearsi.
Di quest’ultimo problema sembra se ne sia anche interessato qualche “pezzo grosso” della D.C., il quale avrebbe prospettato a dei giovani della zona la possibilità della costruzione del campo sportivo condizionandola però al raggiungimento di un determinato numero di iscritti alla Democrazia Cristiana. Naturalmente si tratta di uno dei tanti trucchi della democrazia cristiana ai quali solo i gonzi credono. E a Passatempo non ce ne sono.
Se qualcuno con tanta facilità afferma che a Passatempo tutto va bene vada a chiedere il parere degli operai disoccupati del settore dell’edilizia e soprattuttto delle fisarmoniche, costretti ad emigrare nel Nord-Italia o all’estero, e nella nostra frazione vi sono decine di casi di questo genere. Ma da parte dell’attuale sindaco, avv. Acqua, vi è poco interesse ad accostarsi alla popolazione per ascoltare i suoi bisogni. Si preferisce andare in alcune case private a scopo elettoralistico e far scrivere sul giornale della curia ( l’ Antenna ) che tutto va bene.
lettera firmata da Oreste Guerrini
Passatempo problemiLe donne di Casette di Passatempo costrette a rifornirsi d’acqua alla fontana pubblica.

***
Addio Oreste!
Addio vecchio cuore e vecchia anima del PC di Passatempo e della Sinistra Osimana !
Esprimo ai familiari le più sentite condoglianze.

La Presidente del Consiglio Comunale di Osimo
                     Paola Andreoni

***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: