日本語讀本 Oreste Vaccari e Enko Elisa Vaccari: storia di #Osimani in Giappone

Immergendomi  nel lavoro di ricerca  nei numerosi libri e preziosi carteggi di don Carlo Grillantini, di don Vincenzo Fanesi e di Pio Francesco Fantasia  mi sono imbattuta nella storia di un grande studioso osimano: Oreste Vaccari e della sua gentile signora Enko Elisa Vaccari.
Avevo dedicato un post a questo, a me “sconosciuto”,  ma illustre concittadino nel periodo in esame “mandato amministrativo 1970 -1975.
Prendendo spunto dall’attualissimo e triste  fenomeno che coinvolge tanti giovani italiani avevo scritto:

 agosto 1974 anche negli anni 70 era molto viva la questione della “fuga dei cervelli”.
Osimani doc, che decidevano di lasciare la propria terra e trasferire le loro professionalità lontano dai confini italiani. Questo accade sistematicamente anche oggi a causa della crisi che costringe molti giovani della nostra città a partire per cercare occasioni e realizzazioni di aspettative di studio che purtroppo il nostro territorio non riesce ad offrire.
Sarebbe bello non perdere i legami con ciò che di buono i nostri concittadini hanno portato fuori dalla nostra piccola comunità per sfruttarla all’estero o in altre realtà del Paese. Creare un catalogo delle eccellenze osimane all’estero e mantenere un legame con loro sarebbe utile anche per la nostra comunità, in fondo, si tratta di persone “ambasciatori delle nostre tradizioni”.
Alcuni di questi giovani sono diventati imprenditori o stanno facendo carriera in uffici strategici della finanza, dell’economia. Proverò in seguito a raccogliere alcune di queste belle storie.
Nel periodo in esame (1970 – 1975) tra gli osimani di eccezione “ambasciatori delle nostre tradizioni” è da menzionare la figura del prof. Oreste VACCARI glottologo di fama internazionale. Ai più sarebbe rimasta persona sconosciuta se don Carlo Grillantini non ne avesse fatto un bellissimo articolo ed elogio sulla stampa locale dell’epoca.
La sua è stata una storia singolare, figlio di Enrico VACCARI, un prode ex garibaldino che fu capo stazione presso il nostro scalo ferroviario, e di Luisa Mayo. Fin da piccolo la sua passione fu attirata dalla conoscenza delle lingue straniere. Dopo gli studi universitari fatti a Napoli, insegnò in Canada e poi in Argentina, ma il desiderio di conoscere le lingue orientali lo spinse a trasferirsi a Tokyo. Nella capitale nipponica mise le sue radici, sposandosi con la sig.na Enko Elisa, e mentre insegnava lingue europee approfondì lo studio della lingua giapponese. A lui si devono diverse pubblicazioni in giapponese e in inglese e la fondazione di un Istituto Linguistico. Tra le sue opere di maggior rilievo: il Corso di conversazione inglese-giapponese e il dizionario inglese-giapponese. Opere di gran successo sopratutto negli Stati Uniti dove furono più di un milione le copie vendute.
Il prof. Vaccari per la sua importante opera di diffusione della lingua giapponese ebbe anche uno dei maggiori riconoscimenti dal Governo nipponico: il conferimento del premio dell’ordine del Gran Tesoro. E’ stato il primo straniero ad aver ricevuto tale onorificenza. Da convinto antifascista il prof. Vaccari venne internato dal Governo nipponico perchè si rifiutò di riconoscere lo Repubblica di Salò. Nel dopo guerra il prof. Vaccari continuò nella sua preziosa opera di approfondimento e di divulgazione della complicata lingua giapponese.
Oreste Vaccari un insigne figura di osimano di eccezione.
***
vaccari_0***

Una storia affascinante, e sicuramente ai più sconosciuta, quella di Oreste Vaccari, un nostro concittadino che dalla città dei “senza testa” è approdato nell’Estremo Oriente spinto – come tutti i più grandi “linguisti” di fama internazionale – dal richiamo della straordinaria capacità dell’uomo di comunicare, iniziando ad osservare e studiare e poi dedicare tutte le sue energie nell’esplorare una  lingua complicata come quella del Paese del Sol Levante.

Il prof. Oreste Vaccari (1886 – 1980), grazie anche alla sua ampia formazione che  alle sue capacità naturali di apprendimento  per le lingue, è stato uno studioso che è riuscito a indagare e a scrutare con una profondità esemplare il complesso fenomeno del linguaggio umano, riuscendo a parlare correttamente una quantità impressionante di lingue: francese, italiano, inglese, spagnolo, tedesco, oltre che il giapponese e i suoi dialetti , e le lingue classiche: il greco e il latino.

La sua  fama rimane, senza dubbio, legata allo studio ed alla  conoscenza linguistica del giapponese, della simbologia e dei segni che compongono la sua lingua  e dei suoi innumerevoli dialetti. I suoi lavori sono stati, e rappresentano anche oggi, un punto di riferimento per la conoscenza  del linguaggio e della cultura nipponica in occidente sia  per quanto attiene la semantica lessicale che la teoria grammaticale, la fonologia che la tipologia  linguistica del testo e dei segni della lingua giapponese.
Le opere di Vaccari sono state riconosciute dai più eminenti orientalisti, come le più esaurienti per lo studio della lingua giapponese e sono usate come libri di testo in varie scuole nel Giappone e nelle maggiori Università di tutto il mondo.

Nel 1935, il prof. Vaccari sposa una donna giapponese, Enko Elisa Vaccari (1896-1983), anche lei studiosa linguista, con  la quale ha  condiviso le sue ricerche ed i suoi vari progetti linguistici durante il resto della sua carriera.
***
vaccari-_1***
Insieme a sua moglie, Vaccari ha pubblicato  molti libri per aiutare gli studenti stranieri di giapponesi, e le sue opere più popolari sono: Il metodo teorico pratico  Inglese-Giapponese ( in lingua inglese); il manuale “Giapponese in fretta e furia” ( tradotto in diverse lingue);   Il Dizionario Giapponese-Italiano con corso completo di grammatica; Concise Inglese-Giapponese Giapponese-English Dictionary e il dizionario giapponese-inglese standard di Vaccari (ヴァカーリズタンダード和英辞典Vakāri Zutandādo Wa-Ei Jiten).
Le sue opere punto di riferimento, anche oggi , per quanti vogliono cimentarsi nella comprensione dei segni della lingua giapponese.
***
vaccari_3(Alcune pagine dell’enciclopedia con bellissimi disegni per richiamare l’attenzione e la fantasia dei più piccoli studenti )

Il prof. Oreste Vaccari morirà, a seguito del  deterioramento della salute nel 1980. Con i proventi derivanti dalla vendita dei loro libri i coniugi Vaccari hanno  finanziato e continuano a finanziare  borse di studio per studenti stranieri di giapponesi, in collaborazione con il Jochi Corporation con la quale il Vaccari era stato strettamente associato.

Ringrazio Pietro Starnari che dandomi modo di sfogliare la Grammatica della lingua giapponese  di Oreste Vaccari e di sua moglie Enko Elisa Vaccari pubblicata nella sua prima edizione nel 1956,   mi ha gentilmente dato modo di ritornare sulla figura e la storia di questo nostro illustre concittadino.
***
osimani***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: