La violenza va sempre condannata: tutta la mia solidarietà a Emilia Garuti che con coraggio si è esposta contro i “collettivi” violenti di Bologna.

Emilia Garuti, studentessa di Bologna, di fronte agli scontri di giovedì nella biblioteca di via Zamboni e soprattutto al dilagare di commenti a favore della protesta, non ha resistito. Ha preso in mano il suo cellulare (a 20 anni carta e penna si usano poco) e si è sfogata con un lungo post su Facebook, raccontando le difficilissime condizioni di lavoro al ‘36’: “Non voglio fare l’esperta della situazione, ma avendoci lavorato tutti i giorni per quattro mesi qualcosa posso dire. Chi mi conosce potrà confermare che potete trovare poche persone più di sinistra di me, ma voi lì non c’eravate”.
A proposito dei “tornelli” che hanno scatenato la furia dei “collettivi” ha detto: “La considero una soluzione estrema a una situazione sfuggita di mano. D’altronde non si può dare fiducia a chi non dimostra di meritarsela. Il ‘36’ non è una biblioteca comunale, aperta a tutti, ma universitaria, dove si entra con un badge come accade in tutto il mondo.
Nel suo post se la prende con chi rivendica la protesta «inneggiando alla libertà», ma «senza saperne un bel niente».
Io posso comprendere, anche se non le condivido per nulla, le ragioni di chi protesta contro i tornelli o l’ateneo, ma mi ha dato molto fastidio vedere chi ha rilanciato questa vicenda parlando di libertà, ribellione e lotta alla repressione. Queste persone non hanno idea di ciò che si vive al ‘36’, di cosa fanno i collettivi a chi ci lavora o va lì per studiare. Sparano grandi concetti, senza saperne nulla. Che senso ha?.

In poco tempo il suo post ha raccolto numerosissimi like, oltre migliaia di condivisioni, e l’apprezzamento di professori e moltissimi studenti. Naturalmente sono arrivate anche le offese, le intimidazioni e le minacce di tutti i tipi, per aver espresso la propria opinione sull’affaire biblioteca.
***
emilia-garuti-2***

Emilia Garuti 20 anni, coraggio da vendere, dalla parte della verità e di chi vuole studiare ed impegnarsi nel pieno rispetto degli altri.
Io sto con Emilia.

***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: