Anche i razzisti potranno essere eleggibili

La Commissione Antimafia – presieduta dal grillino Nicola Morra – ha proposto una modifica del Codice che fissa i criteri per presentarsi alle elezioni. Tra gli emendamenti, uno propone di condonare i casi di discriminazione e apologia di fascismo. Una sanatoria presentata e approvata in Commissione Antimafia da M5S e Lega per ‘graziare’ i candidati condannati per discriminazione razziale, etnica e religiosa, per apologia di fascismo e per diffamazione. Un ‘codicillo’ che, di fatto, svuota la legge Mancino, bestia nera di neofascisti e propagatori d’odio (la Lega attacca questa legge da due anni).
Una “scelta giusta”, accettabile e condivisibile ?


Una scelta per salvare chi si è macchiato di un reato infamante, ma questa è l’aria che tira, oggi, nel nostro Paese.
Paola

Le misure simbolo del Governo “Grillini-Lega”, bocciate dall’Ocse

L’Ocse boccia l’Italia su crescita e politica economica del governo. Le due principali riforme varate dall’esecutivo, Quota 100 per le pensioni e il Reddito di cittadinanza vengono considerate controproducenti dall’istituto, mentre l’economia “ufficialmente in stallo” è vista in ulteriore rallentamento nel 2019.
Il tanto decantato “Governo del Cambiamento”, ha ridotto l’Italia al  “Il Paese del Pil sottozero”.


Paola