Mattarella: il sovranismo non ci porta da nessuna parte

Il Corriere della Sera riporta alcuni passaggi del discorso del Capo di Stato Sergio Mattarella al corpo diplomatico italiano in occasione delle festività. Un discorso improntato a sottolineare l’importanza dell’Unione europea – “punto di equilibrio” – e a contestare i “fenomeni di rigetto, prese di distanza e illusoria fiducia nella possibilità di rifugiarsi nella protezione solitaria delle proprie comunità”.
Mattarella ha citato poi De Gasperi, quando nel 1948 “ammoniva che contro la marcia delle forze istintive e irrazionali, l’unico antidoto è costruire una solidarietà della ragione e del sentimento, della libertà e della giustizia, e infondere all’Europa unita quello spirito eroico di libertà e sacrificio che ha portato sempre la decisione nelle grandi ore della storia”. Una lezione che “non cessa di essere attuale”.