In questi giorni di “tatto sospeso” continua il lavoro prezioso della Lega del Filo d’Oro

Quello che stiamo vivendo, è un momento critico, delicato e assurdo. Si vive rintanati nella propria abitazione, isolati  con la preoccupazione per la salute delle nostre famiglie  e il profondo dolore verso chi sta soffrendo e morendo.
In questo periodo di “reclusione forzosa”  ci sono persone, già  di per se fragili, che a causa del virus sarebbero relegate ad un maggiore e insostenibile isolamento ed  abbandono.
Persone per le quali l’unico  legame di vita e di comunicazione  con gli altri  è legato al solo senso del tatto. Parlo delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, ragazzi ed adulti ospiti alla Lega del Filo d’Oro in Osimo e negli altri centri dell’ Associazione che in questi giorni impietosi,  di distanze e di “tatto sospeso” si trovano a vivere ancor più in condizioni di isolamento per le limitazioni alle visite dei parenti e volontari.

***
Esprimo vicinanza e sostegno alle persone sordocieche  ed alle loro famiglie. Anche in questa difficile situazione emerge l’importanza e la lungimiranza di quanti hanno contribuito alla nascita ed alla crescita della Lega del Filo d’Oro  sempre più riferimento locale e nazionale – con le sue strutture, il personale specializzato, il centro di ricerca –  per le persone fragili che oggi non avrebbero risposte e riferimenti.
Faccio mie e condivido, da ultimo, le parole del Presidente della Lega del Filo d’Oro, Rossano Bartoli

Se questo è per tutti noi un momento molto duro, sono le persone che già vivevano una condizione estremamente difficile quelle che non devono essere dimenticate e confido che le Istituzioni, al di là della stretta emergenza, possano dare una risposta anche a loroInoltre mi preme rivolgere un forte ringraziamento ai nostri dipendenti medici, infermieri, operatori, educatori, terapisti e psicologi nonché a tutti i collaboratori perché prestano servizio con abnegazione nei 5 Centri Residenziali della Lega del Filo d’Oro e sono anche loro in prima linea per continuare ad assistere e curare le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali che accogliamo nelle nostre strutture


Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Osimo
************Paola Andreoni

***

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: