Buoni spesa: un aiuto alle osimane ed agli osimani in difficoltà a causa del Covid-19

***
150 euro di buono spesa (che può avere anche una entità maggiore in base alla composizione del nucleo familiare) per chi si trova in difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus. Così l’Amministrazione Comunale sostiene  le osimane e gli osimani colpiti economicamente dal lockdown.
La Dirigente, tutto il personale dei Servizi Sociali del nostro Comune, ma anche le Associazioni di Volontariato stanno lavorando per questo importante obiettivo e servizio.
Sono stati messi a disposizione, a riguardo,   quattro diversi numeri di telefono per avere tutte le informazioni e delucidazioni.

In qualità di  Assessore ai Servizi Sociali invito chi si è improvvisamente trovato in difficoltà a causa dell’emergenza a chiamare senza timore segnalando la propria situazione. Chi non ha mai chiesto aiuti non si vergogni. Penso in particolare a chi è finito in cassa integrazione, ai quanti hanno dovuto interrompere le attività e alle famiglie con bambini che si trovano in un momento di particolare difficoltà economica e senza liquidità per acquistare l’essenziale.
Siamo in una situazione  di piena emergenza che con responsabilità dobbiamo affrontare tutti insieme: nessuno si deve sentire abbandonato.

Tutti gli operatori del Servizio Sociale, (già dalla giornata di ieri 1 aprile 2020) sono a  disposizione per dare risposte a quanti nella nostra comunità cittadina hanno bisogno di un aiuto nella redazione della istanza. Ogni richiesta viene presa in carico e valutata dal personale dei Servizi Sociali in modo professionale e con la massima riservatezza.

La quota assegnata al comune di Osimo sulla base l’ordinanza n. 658 del 29 marzo 2020 del Capo del Dipartimento della Protezione Civile ammonta a circa 193mila euro e sarà utilizzata per soddisfare le necessità più urgenti dei nuclei familiari in difficoltà, che non sono già beneficiari di altri sostegni pubblici.

I buoni saranno da 50 euro ciascuno, spendibili nei negozi di prossimità e nei supermercati della città che si renderanno disponibili ( con apposito avviso pubblico si sta formando un elenco degli esercizi commerciali disponibili) per acquisti alimentari o di altri generi di prima necessità, saranno nominali e verranno consegnati direttamente a casa a chi ne farà richiesta.

Le richieste dei buoni spesa dovranno essere effettuate  in modalità telematica, ( a mezzo pec   comune.osimo@emarche.it  o a mezzo mail assistente.sociale@comune.osimo.an.it ), consegna a mano presso l’ Ufficio Protocollo del Comune di Osimo ( solo in caso di assoluta impossibilità di utilizzare le modalità sopraindicate e previo appuntamento telefonico al 071 7249248-204-213 al fine di evitare assembramenti di persone ). Le domande possono, altresì, essere raccolte dalle Associazioni del Terzo Settore attive nel territorio ( come la Catitas  071 7231133), a ciò delegate dai richiedenti il beneficio. Chi è sprovvisto dei mezzi telematici può telefonare per avere le indicazioni alternative.
I numeri di telefono per le informazioni sono:
1. numero 071 7249246;__2. numero 071 7249254;__3. numero 071 7249208;__4. numero 071 7249257
Ricordo che i buoni spesa alimentari saranno erogati tenendo conto dell’ordine cronologico di arrivo della domanda, secondo le seguenti priorità:
1. nuclei familiari monoreddito, derivante da lavoro dipendente il cui datore di lavoro abbia richiesto ammissione al trattamento di sostegno al reddito a zero ore ai sensi del DL 18/2020; nuclei familiari che non siano titolari di alcun reddito e nuclei familiari monoreddito, derivante da attività autonoma il cui titolare abbia richiesto trattamento di sostegno al reddito ai sensi del DL 18/2020;
2. nuclei familiari monoreddito derivante da lavoro dipendente il cui datore di lavoro abbia richiesto ammissione al trattamento di sostegno al reddito ai sensi del DL 18/2020 a ridotto orario di lavoro;
3. nuclei familiari segnalati da soggetti del terzo settore non beneficiari di trattamenti pensionistici validi ai fini del reddito;
4. nuclei familiari in carico ai servizi sociali, anche beneficiari del reddito di cittadinanza, sulla base dei bisogni rilevati nell’ambito dell’analisi preliminare o del quadro di analisi da effettuarsi a cura dell’Assistente sociale di riferimento, con priorità per chi fruisce di un minore beneficio.
5. Soggetti privi di qualsiasi reddito e/o copertura assistenziale.

Per la consegna dei buoni spesa ai destinatari il Comune si avvarrà dei volontari della Croce Rossa comitato di Osimo e della Confraternita Misericordia di Osimo Stazione, autorizzati agli spostamenti.

I buoni saranno spendibili esclusivamente per l’acquisto di generi alimentari o di prima necessità, e saranno poi rimborsati, con bonifico, dal Comune agli esercizi commerciali convenzionati, per il loro valore nominale, a fronte della presentazione dei buoni stessi.

Allegati


 

***