A giugno si parte con i CENTRI ESTIVI: un servizio educativo, ludico, sportivo e culturale rivolto ai ragazzi della nostra città.

***
Tra i più penalizzati di questa emergenza pandemica, ci sono i bambini e i ragazzi. L’allontanamento forzato e di netto dalla scuola, dagli amici, dagli affetti ha stravolto la quotidianità dei nostri ragazzi/giovani,  privati – con sofferenza – del loro  naturale bisogno di socializzazione e di relazioni.
Il periodo estivo, può essere occasione  per recuperare quelle  esperienze didattiche, ludiche e di relazione perdute a causa dell’isolamento  – ma non solo – con la  riapertura delle attività produttive, le famiglie si trovano alle prese con il ritorno al lavoro e non sanno a chi affidare i loro figli.

Ecco quindi la necessità di avere risposte dal territorio, come ad esempio la possibilità di poter usufruire dei centri estivi:  un’opportunità per garantire in sicurezza ai bambini ed agli adolescenti l’esercizio del diritto alla socialità ed al gioco ma anche per genitori  impegnati nella ripresa al  lavoro.

Domenica, 17 maggio u.s., sono state rese note dal Governo le Linee Guida per la gestione dei Centri Estivi, l’Amministrazione Comunale si è subito attivata predisponendo un avviso pubblico finalizzato alla ricerca di soggetti interessati ad organizzare in sicurezza i Centri Estivi sul nostro territori, al fine di preparare per tempo i progetti ed essere in grado di fornire una rapida risposta ai genitori e a tutti i nostri “piccoli cittadini”.
Tutte le associazioni culturali, parrocchie, società sportive …,  interessate ad organizzare i centri estivi dovranno predisporre un progetto seguendo le linee guida del Dipartimento per le politiche della famiglia allegate all’ultimo DPCM.
Il progetto va presentato all’Amministrazione Comunale entro LUNEDÌ 8 giugno per l’approvazione.

Qui (cliccare) il testo delle Linee Guida.
Qui (cliccare) il modulo per la presentazione della domanda.


Paola Andreoni, ViceSindaco – Assessore ai Servizi Sociali di Osimo

***