La verità, dalle gambe corte e dal naso lungo, di Berlusconi

Come fanno notare diversi giornali, se Berlusconi (ed insieme a lui i parlamentari della maggioranza) credeva che Ruby fosse veramente la nipote di Mubarak, perché le dava i soldi affinché non si prostituisse?

Paola

Risus abundat in ….

  Da anni lo spettacolo è lo stesso:  Berlusconi in piedi davanti a una platea e parla, straparla, inveisce contro i magistrati, la Costituzione, il Parlamento, la sinistra, il Presidente della Repubblica che gli impediscono di fare quello che vuole.
Racconta barzellette a raffica, ormai, e in tutte le occasioni ufficiali: sono stupide e volgari.
Molti  intorno a lui cominciano a non ridere più … anche perchè,  non so cosa ci sia  da ridere in questo Paese?

Paola

Una Maggioranza di cui vergognarsi

 Berlusconi ordina alla sua maggioranza di credere nello “zio Mubarak”.

 

 A quando uno scatto d’orgoglio?

 

 Paola

Milleproroghe, ma in realtà è arrivato il MILLETASSE

dove il dente duole !!!

 

 Giudici eversivi, persecuzione, processi farsa, repubblica giudiziaria, lodi, processo breve, impunità: alla fine si finisce sempre là. Altro che riforme per il Paese! E la causa dovremmo fargliela noi, per il fango che questo individuo sta gettando sull’Italia: lui lo sa, per questo ha paura di andare al voto.

 

Paola

Le verità che non ci ha mai detto in 17 anni…

Povero Silvio…sempre incompreso…ecco cosa voleva dire veramente

Bersani, milioni di firme contro Berlusconi: anche il PD Osimo pronto a fare la sua parte

Anche il circolo PD Osimo è pronto alla mobilitazione straordinaria lanciata da Bersani, per le dimissioni del presidente del consiglio, Silvio Berlusconi. Chiederemo agli Osimani di manifestare la loro indignazione e volontà di cambiamento. Il Paese merita altro.

Paola

Ecco il testo della lettera-petizione:
Presidente Berlusconi, lei ha disonorato l’Italia agli occhi del mondo, non ha più la credibilitàper chiedere agli italiani un impegno per il cambiamento e con la sua incapacità a governare sta facendo fare al paese solo passi indietro. Lei dunque se ne deve andare via. L’Italia ha bisogno di guardare oltre, per affrontare finalmente i suoi problemi: la crescita, il lavoro, un fisco giusto, una scuola che funzioni, una democrazia sana. Noi dobbiamo dare una prospettiva di futuro ai giovani. Con la sua incapacità a governare e con l’impaccio dei suoi interessi personali lei è diventato un ostacolo alla riscossa dell’Italia. Per questo presidente Berlusconi lei si deve dimettere. L’Italia ce la può fare, dispone di energie e di risorse positive. È ora di unire tutti coloro che vogliono cambiare. È ora di lavorare tutti insieme per un futuro migliore. Firma