No al processo breve in favore di Berlusconi

Il Pd si mobilita contro la proposta di legge del governo sull’accorciamento dei termini di prescrizione per gli imputati incensurati. L’ennesimo attacco del centrodestra “ai fondamentali principi di equità e di uguaglianza dei cittadini davanti alla legge”.

Paola

 

Solidarietà alla deputata del Pd Argentin: insultata per il suo handicap

 Dopo l’intervento in aula di Italo Bocchino sulla bagarre di ieri e oggi alla Camera, sono partiti applausi da tutti i deputati delle opposizioni e dall’assistente della Argentin, visto che l’esponente Democratica non può usare le mani perché disabile. Così il deputato del Pdl Osvaldo Napoli si alza e corre verso Argentin per ammonire con l’indice alzato il suo assistente. «Tu – avrebbe detto rivolgendosi al giovane Francesco – non ti devi permettere di battere le mani, hai capito?».
 Dal Pd coro di proteste contro Napoli che intanto torna al suo posto. Ma durante la bagarre, dai banchi della Lega, racconta l’interessata, proprio mentre lei sta per spiegare al presidente della Camera l’accaduto, parte il grido: «Falla stare zitta quell’handicappata del cazzo!».

http://tv.repubblica.it/dossier/blitz-processo-breve/montecitorio-insultata-la-deputata-disabile/65295?video

Questo è il nostro parlamento oggi. Non ho voglia di aggiungere altro.

Paola

Il PD c’è, per far ripartire l’Italia

 

 

Il PD ha deciso di dare il proprio contributo, presentando un progetto di 92 pagine di proposte per far ripartire l’Italia.

Un piano corposo che vede al suo centro questioni come lavoro, redditi, servizi, e che si basa principalmente su “due obiettivi-guida”, capaci di sollecitare e dirigere la ripresa:
1. l’innalzamento del tasso di occupazione femminile fino a raggiungere in un decennio il 60% (ossia circa 3 milioni di donne occupate in più rispetto ad oggi);
2. l’innalzamento della specializzazione produttiva dell’Italia.

Paola

Diamo il Buon ESEMPIO, che non si dica “sono tutti uguali”

Il senatore Tedesco non aspetti la decisione della giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato in merito alla richiesta di arresto comminatagli dalla procura di Bari riguardante lo scandalo sanità della Puglia. Si autosospenda ed affronti i magistrati: sarebbe davvero un gesto memorabile in un momento come questo in cui il centrodestra si prepara a ripristinare l’immunità parlamentare ed a imporre leggi ad personam sulla giustizia per salvare Berlusconi dai processi. “

 Paola

Un PD con idee e un Progetto per il Paese. I documenti approvati all’Assemblea di Roma

                                                      

 A Roma, l’Assemblea nazionale ha discusso e votato i programmi su sanità, cultura, sicurezza, pubblica amministrazione, famiglia e Mezzogiorno.
     Il percorso verso il “Progetto Italia” continua.

 

Paola

Uniti

 Tutti a chiedersi ancora – anche Santoro adesso in diretta su AnnoZero – chi ha perso e chi ha vinto martedì 14 dicembre alla Camera.  La risposta che molti giornali danno è ” la vittoria di Pirro ” di Berlusconi. La classifica metafora usata da sempre per nascondere le sconfitte proprie o ridimensionare le vittorie altrui. Per come si era messa, a Berlusconi è andata bene: certo, con questa maggioranza risicata che si basa su 2-3 voti di vantaggio non può pensare di governare, però ora ha tempo per respirare e pensare a contrattaccare, allargando la maggioranza (leggasi: nuove compravendite). Fini esce ridimensionato, o comunque con una posizione più traballante: la nascita del Terzo Polo con Casini e Rutelli non è solo una risposta immediata a Berlusconi, ma anche l’urgenza di cambiamento dei piani. L’Idv conferma una volta di più l’approssimazione di una forza politica che si basa più sulle urla che non sulle proposte, e questo va spesso a discapito della qualità dei candidati scelti.
E il PD? Sono piovute molte critiche  su Bersani. Troppo propenso a cercare  alleanze con quelli del ” terzo polo “. Forse il governo non è “clinicamente morto” come afferma Bersani: ma attaccare in questo momento il Segretario ed “incendiare” il Partito è sbagliato. Il Partito in questo momento deve essere più che mai unito, la nascita del Terzo Polo apre nuoviscenari: il centrodestra si è spaccato. Però credo che il PD non deve fare sponda con FeL e Udc e Api. Loro sono sempre un’altra cosa, quali convergenze possiamo avere con loro ?  

Gli interventi alla Camera e in Senato dei Parlamentari PD sulla mozione di sfiducia.

Paola

11 dicembre a ROMA con l’ITALIA che vuole CAMBIARE: anche il PD Osimo ci sarà.

Tutti i DEMOCRATICI Osimani che vorranno partecipare con noi alla manifestazione in programma SABATO 11 dicembre sono pregati di contattare il segretario, Mauro Pellegrini  al 349 2860303,  che provvederà a comunicare alla Federazione provinciale il numero dei partecipanti. 
Comunque ci si vede per accordarci sugli orari e sui mezzi per raggiungere la stazione ferroviaria: VENERDI’ 10 dicembre al termine dell’incontro organizzato al Collegio Campana su: ” QUALE FUTURO PER LE SOCIETA’ PARTECIPATE del Comune di Osimo ” fissato alle ore 18.

Ecco l’invito del nostro segretario PierLuigi Bersani

Cara democratica, caro democratico

questa è una settimana importante per il popolo democratico. Sabato 11 dicembre ci ritroveremo in piazza San Giovanni, a Roma, per dire no a questo governo moribondo e al suo leader che nei momenti critici diventa sempre più pericoloso. L’ho ribadito nella mia intervista all’Unità: gli attacchi di Berlusconi al Quirinale e alla Costituzione sono vergognosi.

Tutti noi dobbiamo rimboccarci le maniche se abbiamo a cuore il nostro Paese e sono convinto di poter contare anche sul tuo aiuto. Ti aspetto sabato in piazza e se non puoi partecipare, ma vuoi contribuire alla realizzazione della manifestazione, puoi farlo compilando il modulo che trovi in questa pagina.

La nostra opposizione al governo Berlusconi, non si ferma però alla piazza. Questa settimana io e il presidente del gruppo PD alla Camera, Dario Franceschini, abbiamo scritto una lettera ai deputati del Pd per criticare la decisione di sospendere i lavori parlamentari imposta dalla maggioranza di centrodestra e per chiedere loro di far sentire la voce del Pd nel paese.

Vi invito a leggerla sul nuovo sito del Pd e a diffonderla su internet. Dobbiamo far sentire la nostra voce.

Ci vediamo sabato, 
                  Pier Luigi Bersani
Segretario Nazionale del Partito Democratico