Mauro Pellegrini scelto per correre alla carica di consigliere regionale

***
Esprimo soddisfazione e accolgo con orgoglio, entusiasmo e grande determinazione l’ufficializzazione della candidatura di Mauro Pellegrini a consigliere regionale nelle fila del PD
Un risultato prestigioso per tutto il nostro partito e non solo. Mauro Pellegrini ha fatto un pezzo di storia del nostro territorio come Segretario comunale dei DS, consigliere comunale, Segretario comunale del PD, Vice Sindaco nel primo mandato di Simone Pugnaloni e per due mandati alla guida dell’Assessorato alla Cultura della nostra città.

Mauro ha tutte le carte in regola per ben rappresentare Osimo, i comuni della valle del Musone e tutti i territori della provincia di Ancona, conosciuto ed apprezzato come organizzatore di eventi culturali e come stimato professionista.
Una grande opportunità che, mi auguro, trovi tutta la nostra comunità unita in questa difficile sfida che ci vedrà impegnati in questi 50 giorni di campagna elettorale.

Sarà una campagna elettorale faticosa, che personalmente mi vedrà impegnata come ho  sempre fatto, nei precedenti appuntamenti elettorali , focalizzando l’attenzione sui contenuti e sull’ascolto attivo delle esigenze delle persone.

La candidatura di Mauro Pellegrini e la sua futura attività in consiglio regionale potranno e dovranno costituire per il nostro territorio, esteso a tutta la provincia, un valore aggiunto, auspicando nel contesto regionale l’attuazione di quella sana e corretta politica amministrativa che da sempre è stata l’arma vincente di Mauro Pellegrini con il quale sempre abbiamo condiviso spirito, impegno e valori.

Paola Andreoni

Una breve pausa estiva: una piccola sosta per un sano tempo di silenzio

***
Lasciare a riposo, almeno per pochi giorni, i consueti strumenti di lavoro non equivale a estraniarsi dalle situazioni che fluiscono e ci annodano. La vita continua a scorrere, ma la si può cogliere da una prospettiva diversa. E allora la pausa estiva diventa un’inattesa opportunità per lasciarsi incantare, anche dalla natura.

Credo che ogni vacanza che porge questo dono, è grazia e benedizione. Un invito alla meraviglia e allo stupore a tutti Voi.
Paola

***

Isidoro Vicarelli cento anni. Una bella storia da raccontare.

( foto di Giuseppe Saluzzi )

***
Classe 1920 , Isidoro Vicarelli, ha spento cento candeline stretto nel calore della famiglia, nell’affetto dei parenti, degli amici a lui più cari e di  Mariya Haletska la badante ucraina che come un “angelo custode” con premura, garbo ed  amorevole abnegazione da pochi mesi lo assiste nella vita di tutti i giorni.

Osimano doc Isidoro Vicarelli,  indossando un elegante completo bianco con  un impeccabile papillon nero,  ha accolto tutti  – giovedì 16 luglio – presso la propria abitazione  per festeggiare il traguardo del secolo di vita!

Presente anche  il vice-Sindaco Paola Andreoni, in rappresentanza dell’ Amministrazione comunale di Osimo che ha omaggiato il nuovo centenario osimano con una pergamena celebrativa, a nome di tutta l’amministrazione comunale e di tutta la comunità osimana. Questo il testo della pergamena:

A Isidoro Vicarelli, per il traguardo dei suoi 100 anni di vita, con l’augurio che continui ad essere una luce di speranza per la sua famiglia e per le future generazioni del nostro territorio“.

Dietro a ogni centenario c’è una lunga storia di vita –  a raccontarla sono i figli Giampaolo e Maria Cesira – una lunga storia di  avvenimenti, di discese e  di risalite.

E Isidoro non fa eccezione,  in questo caso c’è da aggiungere anche di tanti chilometri, sì perché il signor Isidoro  (seguendo le orme del padre Vincenzo)  ha svolto il mestiere di camionista  e per ben 50 anni, raggiungendo la meritata pensione nel 1992.

Un lavoro iniziato a 16 anni accompagnando il padre  e poi proseguito in proprio come “artigiano- padroncino” facendo consegne e girando l’Italia in lungo e in largo. Un lavoro difficile, complicato (soprattutto quando  ai tempi di Isidoro, i camionisti non avevano  google-maps o i navigatori satellitari, e  le uniche indicazioni erano quelle ricavabili  dalle cartine e dal passaparola dei colleghi), rischioso dove le insidie della strada, ieri come oggi,  sono sempre dietro l’angolo, e  che spesso lo ha  tenuto lontano dalla famiglia.

Un lavoro duro e di sacrifici che il nostro festeggiato  ama rievocare  con soddisfazione e con emozione ricordando  i suoi camion, perchè dopo aver macinato più di 2 milioni di chilometri (l’equivalente di due viaggi, andata e ritorno, sulla luna) ,  e per 50 anni , i “suoi camion”, Isidoro,  non riesce più a considerarli solo macchine, pezzi di viti e ferro, ma come “vecchi amici”, compagni di strada di un lunghissimo viaggio.

Aveva 25 anni quando,  nel dicembre del  ’45, dopo un breve fidanzamento,  ha portato sull’altare la sua sposa: Maria Graciotti, osimana, classe 1922 di professione camiciaia, purtroppo prematuramente scomparsa nell’agosto del 2017.
***
A  festeggiare l’entrata di Isidoro nel club dei centenari osimani c’erano tante persone, i figli: Giampaolo e Maria Cesira ( Vincenzo il secondogenito è prematuramente  scomparso)  con i rispettivi  consorti, i quattro nipoti, i tre pronipoti così come i figli dei suoi due fratelli (Egidio  anche lui camionista deceduto il 26 settembre 2011 a 102 anni  e Italo, gemello di Isidoro, di professione impiegato, scomparso il 24 novembre 2011).

Come già detto c’era Mariya e naturalmente i tanti amici del ballo, la grande passione di Isidoro da quando “è sceso dalla cabina del camion”, interesse che ha coltivato fino ad anno scorso prima che un ictus gli impedisse di muoversi in piena autonomia.

Uno spirito irrefrenabile accompagnato da un’energia incredibilmente longeva: Isidoro è davvero una forza.  La sua voglia di vivere è grande nonostante i dolori del cuore per le mancanze e gli inevitabili acciacchi riservati agli over 100.

Che aggiungere, un abbraccio e buon compleanno centenario da parte di tutta la nostra comunità cittadina ad Isidoro. Chapeau !!


Paola Andreoni, vice Sindaco di Osimo

***
***
***

Articoli correlati:
Ho portato gli omaggi dell’Amministrazione comunale ad Isidoro Vicarelli ed alla sua famiglia di Paola Andreoni 16 luglio 2020

 

Cinema all’aperto ad Osimo

CULTURA – Da domenica 26 luglio al 25 agosto 2020 all’Arena Palazzo Campana

“Arena Palazzo Campana” con 13 serate all’aperto

Saranno 13 le serate in programma all’interno dell’Arena Palazzo Campana  ( entrata da Piazza Dante ) durante le quali verranno proiettati i film che hanno conquistato pubblico e critica nel corso della  stagione cinematografica interrotta dall’emergenza sanitaria. Sono questi i contenuti della rassegna “Cinema Sotto le Stelle 2020”  che si terrà da domenica 26 luglio al 25 agosto 2020 nello spazio all’aperto all’interno del Collegio Campana.
Un’importante manifestazione nel cuore della città  in un momento in cui il settore cinematografico si trova ad uscire da uno stato di crisi causa Covid. Anche per questo come Comune abbiamo voluto sostenere l’organizzazione, che ha un cartellone davvero interessante. Siamo lieti di poter così contribuire a garantire ai cittadini un’alternativa di carattere cinematografico e culturale nelle prossime sere di questa estate.
I posti a sedere disponibili quest’anno saranno per un massimo di 200 sedie rispetto ai 300 posti dell’anno scorso, la distribuzione del pubblico in sala varierà perché i congiunti potranno sedersi vicini, mentre ci sarà un distanziamento tra gli altri, nel pieno rispetto delle disposizione per il contenimento COVID 19.
Un grazie all’Assessore Mauro Pellegrini e a quanti hanno reso possibile la conferma di questo appuntamento culturale cittadino.
***
Ingresso: Intero  € 6,50; Ridotto € 5,00 (per bambini sotto i 12 anni e gli over 65). I biglietti potranno essere acquistati sul posto prima della proiezione.

Aprirà la rassegna, domani DOMENICA 26 luglio, il film “18 Regali” di Francesco Amato. Una storia vera che si trasforma in un dramma fantasy. 18 regali è ispirato alla storia vera di Elisa Girotto, la mamma di Spresiano morta nel 2017 a 40 anni che, dopo aver saputo di essere affetta da un male incurabile, ha lasciato alla figlia Anna “18 regali” per i suoi compleanni fino a quando diventerà maggiorenne.
Inizio proiezioni ore 21.30.

***

 

Nella Regione Marche si voterà il 20 e 21 settembre

***
Le operazioni di voto si svolgeranno dalle ore 7 alle ore 23 nella giornata di domenica 20 settembre 2020 e dalle ore 7 alle ore 15 nella giornata di lunedì 21 settembre 2020.
Al fine del contenimento della spesa e delle misure precauzionali per la tutela della salute degli elettori e dei componenti del seggio, sarà election day, vale a dire  che nelle stesse giornate si voterà per il rinnovo del Consiglio Regionale Marchigiano e per il Referendum Popolare confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari.

Per quanto riguarda il Consiglio Regionale, 30 saranno i candidati eletti che comporranno il Parlamentino marchigiano. Questa la ripartizione dei seggi nelle quattro circoscrizione elettorali:

  1. Circoscrizione elettorale di Ancona spetterà n° 9 seggi;
  2. Circoscrizione elettorale di Pesaro Urbino spetterà n° 7 seggi;
  3. Circoscrizione elettorale di Macerata spetterà n° 6 seggi;
  4. Circoscrizione elettorale di Ascoli Piceno spetterà n° 4 seggi;
  5. Circoscrizione elettorale di Fermo spetterà n° 4 seggi.

 

***

 

Mauro Pellegrini la scelta giusta per le nostre Marche

#alleregionalivotamauropellegrini
#MauroPellegrini

Un anno fa vi abbiamo chiesto di “dare voce alla Osimo che guarda avanti”.
Oggi, con la candidatura di Mauro Pellegrini abbiamo la possibilità di guardare oltre, verso la Regione .
Lo stesso slancio e la stessa passione che hanno caratterizzato l’attività amministrativa di Mauro Pellegrini a servizio della sua città sono rinnovati per un impegno verso la Regione.
Sosteniamo la candidatura di Mauro Pellegrini nella lista del PD.
***
***
***
***
***
***
***
***
***
***


Mauro Pellegrini candidato al Consiglio Regionale, una scelta giusta per le nostre Marche
Paola Andreoni 

***

17 e 18 luglio 1944: la battaglia del Musone

Un uomo muore solo quando più nessuno si ricorda di lui

Osimo 16 giugno 2020: ricordiamo i  giovani caduti del Corpo Italiano di Liberazione nella battaglia del 17-18 luglio 1944, detta battaglia del Musone, decisiva per facilitare l’intervento delle truppe alleate nella liberazione di  Jesi e Ancona dall’occupazione nazi-fascista.

Il 14 luglio 1974, sul cippo commemorativo  a loro dedicato in località Casenuove in occasione del XXX anniversario della Liberazione

Gli osimani hanno scritto:

SPERANZA DI  LIBERTA’ CI AFFRATELLO’
RICORDATECI UNITI

e sul cippo sono stati scolpiti i nominativi dei partigiani caduti  nella battaglia del 17-18 luglio 1944:
cap.le. ANELLI Luigi, soldati BALDONI Ivo, BARBIERI Gennaro, BETTARELLI Cirillo, BISCARDI Giovanni CUNSOLO Nicola, DE LUCA Carmelo, DE SENA Angelo, serg. DI FAZIO Oreste, cap.le FANTI Angelo, soldati FORNARA Rinaldo, GRASSO Antonio, IUDICI Teodosio, LUCONI Aurelio, cap.le MASSARE Giacomo, soldato MORBIO Lorenzo, allievo ufficiale MORETTI Aldo, tenenti NUZZIELLO Giuseppe, PALUMBO Giovanni, serg. PARAGGIO Ennio, SALVI Giorgio, cap.magg. ZAFFARONI Giuseppe, soldati MANGO Alfredo, DONEDI Domenico, cap.li SEGLI Angelo, SARSETTI Carlo, sold. DONELLI Dante, ten.GIORGI DI VISTARINO G., sold. ALGHISI Mario, cap.le AMBROSIANO Vincenzo, sold. BARONI Gaetano, serg.magg. BERNARDI Sisto, cap.le BORTOLIN Giovanni, cap.magg.BRUSCA Andrea, soldati CARLUCCI Salvatore, FINELLI Salvatore, FRANCHINI Guido, FRUSCIANO Giuseppe, cap.le GAGLIARDI Raffaele, soldati IVIGLIA Pietro, MAESTRI Luigi, MUSSONI Guerrino, sott.ten.TOTI Augusto, soldati FONSIDITORSI Oronzo, PIANCONI Nunzio, MOLLAR Mario, REY Silvio

Diversi giovani osimani si unirono al Corpo Italiano di Liberazione e 60 giovani partigiani osimani si arruolarono volontari nelle divisioni italiane “Cremona” e “Friuli” per continuare la lotta contro i fascisti e gli oppressori nazisti.

Il monumento commemorativo è stato realizzato dall’impresa di marmisti osimani Marchegiani Mario e Tommaso su progetto del prof. Elmo Cappannari.

 

Inaugurazione del cippo commemorativo il 14/07/1974 alla presenza del Sindaco Paolo Polenta

 

***

 

Una vita per la Scuola e per la sua comunità: grazie prof.ssa Flora

***
A nome personale e per conto dell’Amministrazione Comunale intendo esprimere profondo cordoglio per la scomparsa della prof.ssa Giri Flora.

La prof.ssa Giri, per 34 anni ha insegnato alla Caio Giulio Cesare, dove ha trasmesso amore per la letteratura, per il latino, storia e geografia  ed educato   ai valori dell’umanesimo, a generazioni di studenti osimani. È stata una ‘ragazza del 2 giugno’.
Poche persone hanno attraversato con immutata eleganza quasi un secolo. Una di queste è stata Flora Giri, insegnante di Osimo, scomparsa ieri (8 luglio) all’età di 97 anni, appena da pochi giorni compiuti.

Flora, non ha mai smesso di insegnare,  perché non ha mai perso la curiosità di imparare, la gioia della conoscenza, il piacere della lettura e, soprattutto, della relazione con l’altro. Consapevole sempre che nessun sapere potesse essere donato davvero senza che ci si innamorasse un po’.
Osimo perde oggi una donna di pensiero, impegnata anche sul piano civile. Nelle elezioni amministrative del 1965, non cercando approdi su lidi comodi e facili, come poteva essere la Democrazia Cristiana dell’epoca, scelse di candidarsi con un partito minoritario, che si rifaceva ai valori della Costituzione e che vedeva in Saragat il suo politico più rappresentativo: il PSDI.
Erano quelli tempi non facili per le donne in politica,  basti pensare che dei 163 candidati al Civico Consesso  solo 5 sono state le donne che si sono presentate alla competizione elettorale e solo  due di  loro sono riuscite ad essere elette: Agostinelli Maria in Castellani eletta nella lista della DC e poi nominata Assessore e Flora Giri che ottenne 88 preferenze e risultò l’unica eletta in Consiglio Comunale della sua lista ed anche l’unica rappresentante femminile in “Sala Gialla” per i cinque  anni del mandato amministrativo.
Un mandato amministrativo come consigliere comunale, quello 1965 – 1970, che ha visto sindaco l’avv. Vincenzo Acqua e che la prof.ssa Giri ha interpretato sempre con grande passione, rispetto ed impegno nelle  file della minoranza avendo sempre attenzione in primo luogo al bene della propria comunità.
Rieletta nel mandato 1970 -1975 (sindaco Paolo POLENTA) risultò sempre la più votata della lista ma  per motivi familiari, alla prima seduta del Consiglio comunale rassegnò le dimissioni.
Come persona e donna libera, la prof.ssa Flora GIRI ha vissuto la responsabilità politica come momento “alto” di impegno civile verso la propria città, portando nel civico consesso osimano la sua visione, i suoi principi, il suo stile.

Queste poche righe vogliono rappresentare un  riconoscimento sincero quindi per questa “Donna” e “Insegnante” per Sua presenza e per il Suo contributo offerto in questi anni alla vita istituzionale e sociale della Città, con generosità, dedizione e spirito di servizio autentico.

Sono vicina alla famiglia, alle nipoti Sara ed Alessandra  per la perdita della loro cara zia, una cittadina che con grande generosità non ha esitato a mettere a disposizione di tutti il suo grande talento e il suo senso civico.


Paola Andreoni, vice Sindaco di Osimo

***
Articoli correlati:
Nel 1965 entra nel civico consesso osimano la sig,ra Flora GIRI, eletta nelle liste del PSDI di Paola Andreoni  23 maggio 2015

***

Riapre il Centro Diurno FonteMagna di Osimo

Il Sindaco Simone Pugnaloni e l’Assessre ai servizi sociali Paola Andreoni sono felici di comunicare che in mattinata é giunta la comunicazione da parte dell’ AV2 circa il parere sulla riapertura del Centro Diurno Fontemagna dell’ ISP AV2 .
Una notizia che da tempo, insieme alle famiglie, si aspettava. Infatti dal momento in cui sono uscite le linee guida , l’azienda Asso in collaborazione con l’amministrazione comunale si é subito attivata per predisporre il progetto di riapertura e la necessaria documentazione. Si era in attesa di ricevere la comunicazione con parere favorevole dell’AV2.
Domani ci arriverà l’ultima comunicazione da parte dell’ AV2 ( Ufficio Amministrativo) con la quale potremo riattivare – finalmente – il CSER Disabili Fontemagna con la nuova organizzazione ai sensi della DGRM 600/2020.
La Azienda Speciale ASSO, in qualità di Ente Gestore dovrà prendere immediati contatti con la Responsabile dell’ ADI Osimo Area Vasta 2 , per la pianificazione dei tamponi che dovranno fare sia gli operatori che gli ospiti 72 ore prima del giorno fissato per la riapertura. Tamponi che saranno ripetuti ogni mese.
Dopo il lungo periodo obbligato di chiusura, le famiglie hanno dovuto affrontare momenti non semplici. Siamo sempre stati vicini alle famiglie comprendendo le loro problematiche. L’Amministrazione comunale ha sempre monitorato la situazione e sollecitato chi di competenza a procedere celermente. Ora finalmente i ragazzi potranno riprendere le loro attività educative, ludiche  e riabilitative in sicurezza.

Paola Andreoni Assessore ai Servizi Sociali di Osimo

***

Centri Estivi in Osimo: si parte

Aiuti allo Sport: prima sezione di presentazione delle istanze, entro le ore 20:00 del 21 Giugno

Al fine di assicurare un ulteriore sostegno all’attività sportiva di base, l’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri mette a disposizione delle Associazioni Sportive Dilettantistiche e delle Società Sportive Dilettantistiche dei finanziamenti a fondo perduto.

In allegato i criteri per l’accesso ai suddetti finanziamenti.

La prima sessione di presentazione delle istanze va dalle ore 12:00 del 15 Giugno alle ore 20:00 del 21 Giugno purchè le Associazioni Sportive Dilettantistiche e le Società Sportive Dilettantistiche alla data di presentazione della domanda siano in possesso dei pre-requisiti obbligatori.

La presentazione delle istanze di pagamento avverrà esclusivamente attraverso l’utilizzo di una piattaforma web appositamente realizzata dall’Ufficio Sport e raggiungibile all’indirizzo www.sportgoverno.it

Allegati:
CRITERI PER L’ACCESSO AI CONTRIBUTI

 


Un sostegno importante rivolto a tutte le società sportive, a tutte le associazioni sportive dilettantistiche (ASD) e a tutti gli enti di promozione sportiva.
Paola Andreoni la Vice Sindaco del Comune di Osimo

***

 

“Opera in Concerto” con i solisti dell’Accademia: Venerdì 26 giugno concerto all’aperto al chiostro San Francesco

Ricevo e con piacere condivido e pubblico l’invito del Presidente dell’Accademia d’Arte Lirica, prof. Pietro Alessandrini.

Cari Amici,
riprende l’attività concertistica dei solisti dell’Accademia d’Arte Lirica:  la possibilità di tornare a fare eventi dal vivo, con le dovute precauzioni, ha spinto il comune di Osimo ad organizzare un cartellone di appuntamenti estivi, ogni venerdì, nella suggestiva cornice del Chiostro San Francesco.
Sarà proprio la nostra istituzione ad aprire la rassegna, venerdì 26 giugno alle ore 21.15, con “Opera in Concerto”. I giovani allievi dell’Accademia, con il pianista Alessandro Benigni, saranno impegnati in un programma operistico, che parte da Mozart e, attraverso Rossini e Donizetti, arriva a Verdi, toccando tre grandi autori francesi: Bizet, Gounod, Massenet. Si parte con un quartetto dal Don Giovanni e si giunge al quartetto del Rigoletto. In mezzo duetti da opere buffe – Bruschino e Don Pasquale – ed arie dai capolavori dei romanticismo francese – CarmenFaustManon – e dalle opere verdiane – ErnaniIl CorsaroTrovatore.

Un’occasione per tornare a vivere la musica dal vivo, dopo il periodo di lockdown che ci ha negato questa esperienza. Il rispetto delle attuali disposizioni governative – distanziamento e misure di prevenzione – metterà a proprio agio pubblico ed esecutori, uniti dalle stesse emozioni.
Prevendita obbligatoria presso biglietteria Teatro La Nuova Fenice – info 071 7231797 giovedì 25 giugno dalle 17 alle 20 e venerdì 26 giugno dalle 17,00 alle 21,00.  Posti numerati – Ingresso unico € 2,00.
Obbligo di indossare la mascherina all’ingresso.
In caso di maltempo il concerto si terrà nella Basilica San Giuseppe da Copertino.
Contiamo sulla Vostra partecipazione, che ci offrirà il migliore slancio per riprendere con l’entusiasmo di sempre.
Grazie, Cordialmente

Pietro Alessandrini
Presidente Accademia d’Arte Lirica


Stiamo ricostruendo una nuova normalità: con l’aiuto, la responsabilità e la consapevolezza di ognuno di noi aiuteremo Osimo a ripartire!
#PassoDopoPassoOsimoRinasce!
Grazie di cuore all’ Accademia d’Arte Lirica Osimo e a tutti i suoi bravissimi allievi, Osimo non farà mancare la propria vicinanza.

Paola Andreoni, la Vice Sindaco di Osimo

***

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare

***

Buona Notte (Prima degli Esami) di ❤️ a tutti Voi maturandi!!!

Care ragazze e cari ragazzi
in bocca al lupo per domani, il giorno della Vostra Maturità.

***
Un appuntamento importante della vita che  ricorderete come un “esame ridotto“, per via di una preparazione frettolosa, ma con la stessa intensità e ansia delle generazioni che vi hanno preceduto questa è la vostra notte prima degli esami e quella di domani sarà a pieno titolo la Vostra Maturità.
Per certi versi ancora più intensa e carica di valore e di significato rispetto a quella conseguita da me da tutti i  vostri precedessori.

Per Voi le prove di “maturità”, il rito di passaggio al mondo degli adulti, sono iniziate mesi fa, prove durissime per la situazione straordinaria a cui avete dovuto far fronte: isolamento sociale,  privazioni, il coronavirus che ha portato a far suonare ai primi di marzo l’ultima campanella, con le lezioni che sono proseguite da casa via streaming, costringendovi ad apprendere nel giro di pochi giorni nuovi modi di imparare, di comunicare, di lavorare.

Credo che la Vostra generazione, quella che domani sarà chiamata a sostenere l’esame di Stato 2020, con un “esame  senza scritti”, non sarà meno pronta,  nè meno matura delle precedenti e pronta alle sfide che la vita Vi proporrà.
Sono certa che forti dell’esperienza vissuta, saprete  essere motore e linfa per una nuova società, quella  post virale, migliore, positiva e come dice la canzone ” …. con tanta voglia di cambiare“.
In bocca al lupo di cuore a tutti Voi maturandi!!! e Buona Notte prima degli esami a quanti saranno esaminati domani  e tante Buone Notte prima degli esami a quanti dovranno attendere i prossimi giorni.


Paola Andreoni

***

 

***

 

Tenacia e passione: quando la “Politica” (quella con la Pgrande) riesce ad arginare la “pandemia” populista che, in sordina, uccide quanto il coronavirus.

***
Fra i tanti interventi contenuti nella manovra “Rilancia Italia”  che il Governo ha recentemente approvato stanziando 55 miliardi per la ripartenza dell’Italia, e che andranno ad incidere positivamente sulla vita dei lavoratori, delle imprese, delle famiglie e dei giovani vi è   anche la scelta politica fatta dal Governo italiano di regolarizzazione dei lavoratori migranti.
Una scelta di  solidarietà fattiva dell’emersione dei rapporti di lavoro, fatta propria dal nostro Governo, e promossa da Teresa Bellanova ministra delle politiche agricole alimentari e forestali. «Coloro che sono brutalmente sfruttati nelle campagne o anche nelle false cooperative, dove venivano date persone in prestito nelle famiglie per lavorare come badanti e come colf – precisa in conferenza stampa la ministra –, non saranno più invisibili perché potranno accedere a un permesso di soggiorno per lavoro e noi li aiuteremo a essere persone che riconquistano la loro identità, la loro dignità».
E aggiunge: «Voglio ringraziare la ministra Lamorgese che è stata una compagna di viaggio molto tenace, insieme a me e agli altri, per portare in porto questa scelta».
La commozione di Teresa Bellanova, derisa da alcuni esponenti dell’opposizione, è frutto della sua storia lavorativa, iniziata a 14 anni come bracciante agricola.
Con determinazione, questa donna, con licenza di terza media e un sofferto vissuto di sfruttamento, contrasta con tanta fermezza il caporalato a partire alla sua esperienza personale, e che le ha procurato una competenza che nessun titolo di studio può dare.

Questo intervento sull’emersione contrasterà ogni forma di grave sfruttamento, e non soltanto quella degli “immigrati irregolari”. Un passo avanti verso la conquista di civiltà.


Grazie Ministra, Teresa Bellanova, per il suo esempio di tenacia e passione.
Paola Andreoni

 

#Covid-19: Osimo azioni dei Servizi Sociali per la ripartenza dalla emergenza sanitaria.

***
Attivato il servizio di assistenza scolastica agli alunni disabili.
É partita l’attivazione del servizio di assistenza agli alunni con disabilitá a sostegno della fruizione della didattica a distanza . Attività , questa, che le scuole hanno organizzato con riguardo alle specifiche esigenze degli studenti disabili. Saranno 80 gli studenti dei vari istituti che potranno usufruire di questo aiuto.
Dopo l’uscita dell’ultimo  decreto, é stata inviata una missiva alle scuole per chiedere loro di co-progettare assieme all’Asso e ai Servizi Sociali l’intervento degli assistenti scolastici.
Dopo un confronto con la coordinatrice della Asso dott.ssa Silvia Trucchia, la dott.ssa Alessandra Cantori, l’assistente sociale Marica Zari e l’assessore ai servizi sociali Paola Andreoni e il tempo necessario alla definizione degli accordi , già da oggi in alcuni istituti é partito il servizio che sarà esteso nel giro di pochi giorni a tutti.
Vi sono inoltre allo studio le modalità per riaprire i centri diurni per disabili in modo da assicurare sia agli operatori che ai ragazzi stessi ampie misure di sicurezza e la ripresa delle attività ludico ricreative.

Mascherine chirurgiche alle famiglie meno abbienti con bambini che frequentano l’emporio solidale .
Mascherine FFP2 ai Vigili del Fuoco di Osimo
In previsione del 4 maggio data in cui i bambini potranno frequentare spazi aperti, ho voluto consegnare mascherine di tipo chirurgico alla Caritas con l’incarico di distribuirle alle famiglie, con bambini, che frequentano l’emporio solidale. Altre mascherine sono state consegnate alla mensa del povero che in questi giorni ha continuato nella preparazione di un pasto caldo da asporto per i meno abbienti e a Villa sorriso.
Inoltre sono state consegnate ai Vigili del Fuoco della caserma di Osimo , alla Cri e alla Confraternita La Misercordia mascherine FFp2. Le mascherine sono state fornite dalla protezione civile regionale.


Paola Andreoni, Assessore ai Servizi Sociali di Osimo

***

BUONI SPESA ALIMENTARI: il Comune di Osimo, ha distribuito 155mila euro

***
Il Comune di Osimo ha erogato, ad oggi, più dell’ 80% del Fondo nazionale  messo a disposizione dalla Protezione Civile al nostro Comune,  per aiutare le persone nell’acquisto di alimenti e beni di prima necessità, che ammonta  a circa 193mila euro.
I buoni spesa sono stati, ad oggi,  erogati a  581 nuclei famigliari della nostra comunità , per un totale complessivo di  154.700 euro.

 L’Amministrazione osimana è stata tra le prime ad attrezzarsi per far fronte alle richieste della cittadinanza sul tema emergenza – alimentare.  Già prima delle festività pasquali  la maggioranza dei beneficiari del sostegno  si è  vista recapitare i buoni nelle proprie abitazioni. Un bel lavoro di squadra delle Associazioni di volontariato “Caritas” ,“Qui ed Ora”, “La Misericordia”, “Croce Rossa Osimo” e dell’ufficio Servizi Sociali, e Assistenti Sociali comunali, tutti in prima linea sempre, ma in questi giorni davvero in trincea.

Venendo ai numeri.
A seguito della pubblicazione del primo avviso – avvenuto  il 31 marzo u.s.-,   le domande  pervenute sono state 609. Ogni singola istanza è stata vagliata con responsabilità ed anche  con l’impellenza di dare una risposta in breve tempo a quanti si sono trovati in condizione di emergenza economica. Per alcune di queste domande è stato necessario un approfondimento istruttorio, altre sono state inizialmente sospese per avere dai richiedenti ulteriori delucidazioni. Alla fine sono  state 581 le domande accolte.

Ventotto sono state  le domande che  non sono state ammesse: alcune sono risultate domande doppie o richieste non valide ( richiesta del buono da parte di più componenti della stessa famiglia),  altre non accoglibili  per la mancata residenza ad Osimo,  altre  per l’assenza dei requisiti essenziali previsti.

Possiamo dire che, eccetto le palesi irregolarità, nessuno a priori è stato escluso e inoltre che  non ha “vinto” chi prima è arrivato a “soldi finiti”, ma tutti hanno avuto tempo di fare richiesta anche chi, solitamente, non è abituato a farla.

Ci tengo a precisare, che tutte le domande sono state prese in carico con gli stessi parametri e si è  avuto il massimo  rispetto per tutti gli osimani e per i soldi degli italiani assegnati alla nostra comunità.

Delle 581 domande accolte  ben 341 è rappresentata da nuclei familiari con la presenza di figli (59% delle domande).

I 3.094 buoni che l’Ufficio Servizi Sociali ha emesso sono stati immediatamente consegnati al domicilio dei beneficiari, grazie alla preziosa collaborazione di Croce Rossa e La Misericordia.

Restano da assegnare altri 39.104 euro, per questo abbiamo indetto  un secondo bando ( leggi qui ) aperto da venerdì 24 aprile con scadenza  mercoledì 29 aprile, al quale non potrà partecipare chi ha già ricevuto il buono con il primo giro. I requisiti sono sempre gli stessi. Nel link seguente le indicazioni, e le modalità per inoltrare l’istanza ( clicca qui )

Al termine della consegna degli ulteriori buoni spesa partirà l’operazione trasparenza: verrà pubblicato l’elenco delle domande evase,  con numero di protocollo, componenti il nucleo, importo dei buoni assegnati, ma omettendo, ovviamente, i nominativi dei beneficiari  per motivi di privacy.

Sono consapevole che questa distribuzione che ha riguardato il mese di aprile e la metà di maggio, non sarà sufficiente visto il perdurare del difficile momento che stiamo attraversando. Ecco allora, come previsto dall’ordinanza del 29 marzo, abbiamo attivato come Amministrazione Comunale una raccolta di risorse per raccogliere eventuali donazioni che i cittadini in migliori condizioni economiche potranno offrire.
Un Fondo di Mutuo Soccorso della nostra città che potrà rappresentare una risposta importante concreta, per sostenere i  nostri concittadini in situazione di difficoltà economica anche in ordine all’acquisto di generi alimentari di prima necessità.

Chi volesse fare una donazione trova gli estremi Iban e causale sulla pagina web del Comune.
codice IBAN:   IT53E0103037490000001492858,    sulla causale scrivere “DONAZIONI EMERGENZA COVID-19”
***


Questo tempo ci chiede solidarietà, il nostro impegno di Amministratori è riconoscere dignità, equità e giustizia a tutta  la nostra Comunità.

Paola Andreoni, Assessore ai Servizi Sociali di Osimo

***

Sono innamorata di Pippa Bacca

31 marzo 2008 – 31 marzo 2020  sono passati 12 anni dalla scomparsa di Giuseppina Pasqualino di Marineo in arte Pippa Bacca.
***

Con una sua amica aveva programmato un progetto ambizioso di pace e di fiducia. Un viaggio in abito nuziale, per portare un messaggio di pace, partendo da Milano, attraversando paesi coinvolti e martoriati da conflitti bellici, per arrivare a Gerusalemme.
Un viaggio di 6000 km da percorrere in autostop, per celebrare il matrimonio tra i popoli e dimostrare che dando fiducia al prossimo si riceve solo bene: questo era l’intento di Pippa Bacca e Silvia Moro, quando l’8 marzo del 2008, sono partite da Milano con l’obiettivo di mettere in scena una performance nel segno della pace. In ogni luogo avrebbero incontrato persone comuni e artiste; sarebbero state ospiti di associazioni e avrebbero realizzato le loro performance in gallerie d’arte o per le strade; avrebbero realizzato il rito del lavaggio dei piedi alle ostetriche incontrate, coloro che contribuiscono a generare nuova vita.
Un progetto complesso, con le protagoniste in scena 24 ore su 24, nei loro abiti da sposa. Uno straordinario viaggio, e un gesto artistico rivoluzionario, portatore di un potente messaggio di pace che, però,  fu interrotto 23 giorni dopo il suo inizio in modo tragico e straziante.


Ciao e grazie  Pippa per la tua bellezza, grazie per il tuo messaggio. Noni ti ho conosciuta di persona , ma la tua storia ci ha resi tutti migliori.
Paola

***

Saura e Claudio: una scoperta della Politica

La politica non è sempre polemica, divisioni e arrabbiature è anche invettiva, capacità di dare risposte ai problemi, produrre progettualità per il bene della tua comunità ed anche scoperta di belle persone. Grazie Saura e Claudio.
***
******