Aido Comunale Osimo

Aido comunale Osimo

Sede in:  Via Strigola, 4 – 60027 Osimo
telefono e cellulare:  071 717584
email: ………………………………………
Sito internet: ……………………………………
Presidente / referente
Angela Teresa Maggiani
Segreteria e Organizzazione
…………………….
Consiglieri e collaboratori
……………………………………………………

Descrizione attività
L’ A.I.D.O. è un’associazione di volontariato, che da più di quarant’anni si occupa di promuovere la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule tramite la raccolta di dichiarazioni di volontà favorevoli alla donazione di organi, tessuti e cellule.
La missione dell’Associazione è quella di: invitare ad una vera e propria “scelta per la vita”, una scelta per aiutare quelle migliaia di pazienti, che si trovano in lista d’attesa per un trapianto, aspettando ogni giorno di poter iniziare, grazie al gesto di un anonimo benefattore, una nuova vita.

Storia Associazione
Associazione fondata il 27 novembre 1975

Area di intervento
sanità/sociale/volontariato

***

 

 

***

 

Assoc.Promzione Sociale “Cucca” Osimo

Assoc.Promoz.Sociale “Cucca” Osimo

Sede in:  Via dei Tigli, 1 – 60027 Osimo
telefono e cellulare:  331 1519498
email:  ……………………………..
Sito internet:      …………………………..
Facebook: ………………………………………..
Presidente / referente
Sergio Roccabella
Segreteria e Organizzazione
…………………….
Consiglieri e collaboratori
…………………………………………………………..

Descrizione attività
……………………………………………….

Storia Associazione
……………………………………………………………………………..

Area di intervento
sociale/volontariato

***

 

 

 

***

 

Gli amici del gatto randagio

Gli amici del gatto randagio Osimo

Sede in:  Via Zara, 6 – 60027 Osimo
telefono e cellulare:   338 4173652
email: info@gattorandagio.org   oppure   annunci@gattorandagio.org
Sito internet: http://www.gattorandagio.org
Presidente / referente
Sandra Agostinelli
Segreteria e Organizzazione
………………………………………..
Consiglieri e collaboratori
……………………………..

Descrizione attività
L’Associazione si prende cura dei gatti randagi abbondonati. Gestisce una struttura GATTILE  in Via Charles Darwin (traversa di Via Flaminia II – la via che da Osimo porta a Castelfidardo passando per la Frazione di San Sabino).

Storia Associazione
……………………

Area di intervento
sanità/sociale/volontariato

***

 

 

 

***

 

Avis Comunale Osimo

Avis comunale Osimo

Sede in:  Via Matteotti, 56 – 60027 Osimo
telefono e cellulare:  071 717584 (17.30-19.30) 071 7130797 (centro raccolta)
email: info@avisosimo.it   –   segreteria@avisosimo.it
Sito internet: http://www.avisosimo.it
Facebook: ………………………………..
Presidente / referente
Matteo Valeri
Segreteria e Organizzazione
Pietrucci Angela
Consiglieri e collaboratori
Pigliapoco Andrea, Principi Lucia, Pietrucci Francesca, Barontini Enrico, Bontempo Lino, Ceresola Alberto, Polenta Luciana, Quirini Fiorella, Labianca Fabrizia, Sannino Silvia, Mazzieri Marco, Coppari Candido, Pasqualini Marino

Descrizione attività
L’Associazione si occupa del dono del sangue. Reperisce e affilia nuovi soci,  mediante divulgazione dell’informazione e propaganda.

Storia Associazione
Osimo è stata tra le prime città italiane a costituire la Sezione A.V.I.S., subito dopo Milano (1927), Ancona (1927) e Torino (1929). Grande onore, quindi, perché l’associazione osimana è la quarta fondata tra le centinaia di consorelle d’Italia e la seconda tra quelle della nostra regione. Parlando delle origini dell’Avis si potrebbero citare alcuni nomi, ma si rischierebbe di dimenticare qualcuno e di non rispettare il desiderio dell’anonimato che rende la donazione ancora più meritoria. Non si può tuttavia non ricordare il prof. Gualfardo Tonnini al quale va il riconoscimento di aver compreso l’importanza che la pratica della trasfusione di sangue avrebbe sempre più assunto nell’esercizio della medicina e di aver saputo contagiare col suo entusiasmo un piccolo gruppo di persone che divennero donatori costituendo, nel lontano 1930, una associazione di volontari. Dopo appena un anno essa contava già 20 donatori e rapidamente le poche decine divennero centinaia. Tanti osimani sentirono l’importanza e la grandezza del dono anonimo del proprio sangue per la salvezza di una vita umana e risposero all’appello iscrivendosi all’AVIS.
Nel 1947, quando un provvedimento governativo trasformò in Associazioni Volontari Italiani del Sangue le associazioni locali di donatori, la sezione osimana contava 80 donatori e 152 soci; l’anno successivo i soci salirono a 261.
Tuttavia l’attività dell’Avis osimana non si limitò alla stretta cerchia delle mura cittadine e si diffuse anche in periferia. Così, dopo la costituzione, nel 1953, di gruppi aziendali AVIS, il 4 settembre 1955 prese vita, nella frazione di Campocavallo, una sottoscrizione AVIS e in seguito se ne formò una anche a S. Biagio.
Il 1955 è anche l’anno in cui inizia la presidenza del prof. Silvestri, degno continuatore dell’opera del Prof. Tonnini.
Il 2 luglio 1953, giorno commemorativo del prodigio dell’Immagine del Crocifisso del Duomo, venne consacrata in Duomo una cappella sul lato destro e soci e dirigenti AVIS offrirono una lampada votiva. Così l’Associazione venne posta sotto la protezione del Signore Gesù Crocifisso: chi più di Lui ha donato volontariamente e generosamente il Suo sangue per la salvezza altrui?
Il numero di iscritti è aumentato di anno in anno, nel 1958 se ne contavano 731, di cui 110 donatori, 19 collaboratori, 602 sostenitori; nel 1970 i donatori salirono a 255, nel 1980 a 350.
Attualmente l’AVIS osimana conta oltre 1000 iscritti ed effettua quasi 2000 donazioni l’anno suddivise tra sangue intero, plasma e piastrine.

Area di intervento
sanità/sociale/volontariato

***

 

 

***

 

Associazione Lilliput Osimo

Associazione Lilliput Osimo

Sede in:  Vicolo Vitalioni, 9 – 60027 Osimo
telefono e cellulare:  3487855961  oppure  3406616825
email: lilliput2009@hotmail.it
Sito internet: http://lilliput-osimo.blogspot.com/
Facebook: ………………………………………..
Presidente / referente
Emily Mignanelli
Segreteria e Organizzazione
…………………….
Consiglieri e collaboratori
………………………………………..

Descrizione attività
L’associazione Lilliput nasce nel 2009 con lo scopo di sostenere le famiglie nel processo di crescita infantile e familiare, di divulgazione di pedagogie che si scostano dal modello dominante delle scuole di stato, di creazione di momenti dedicati ai più piccoli. 6 anni fa con lo stesso nome dell’associazione, nasce una piccola realtà educativa sperimentale per bambini da 1 a 3 anni.
Nel cuore della città, all’interno del parco pubblico del centro storico, c’è una piccola casetta, custode e testimone dei nostri primi passi.
Le ispirazioni che guidano la realtà sono numerose, Montessori, Pikkler, Rosenberg, Zavalloni, ecc..
Una parte dominante della proposta è quella dell’outdoor education, e il parco antistante fa il resto.
Il rapporto bambini educatrici è di 1 a 4-5 ( a seconda delle età dei bambini) per permettere ai bambini di essere seguiti in maniera consona ai loro bisogni, di mantenere un clima generale di serenità costante e di instaurare un significativo rapporto con ciascuno di loro.
Lilliput è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13:00.
SERENDIPITA’. Serendipità è il secondo progetto nato all’interno dell’Assocazione.
Si tratta di una scuola libertaria, per bambini in età prescolare e scolare.
Inserita all’interno di una magnifica cornice naturale, Serendipità ha lo scopo di promuovere un’educazione volta all’essere e non al dover essere.
Serendipità è un progetto condiviso con le famiglie che non delegano la crescita dei propri figli ma divengono corresponsabili e fondamentali per il funzionamento della comunità educante.

Storia Associazione
L’associazione Lilliput nasce nel 2009.

Area di intervento
sanità/sociale/volontariato

***

 

 

 

***

 

Associazione Buon Umore Osimo

Assoc.”Buon Umore” Osimo

Sede in:  Via Fontemagna, 51 – 60027 Osimo
telefono e cellulare:  370 3020223
email:  buon.umore@tiscali.it
Sito internet:    http://www.laretedelsollievo.it/
Facebook: ………………………………………..
Presidente / referente
Anna Maria Copparini
Equipe professionale
Zoppi Andrea, Defendi Stefano, Frontalini Desirée, Todescato Federica
Consiglieri e collaboratori
Baldini Michele, Baldini Beatrice, Bagaloni Massimo, Neagu Fedora, Gregori Franco, Santilli Andrea

Descrizione attività
L’Associazione del Buon Umore è partner del Progetto Sollievo. Il Progetto Sollievo ATS XIII mette a disposizione la professionalità e l’esperienza dei propri Operatori per rispondere all’esigenza di familiari, utenti o semplici cittadini di essere orientati nelle loro problematiche relative la Salute Mentale. Tale servizio prevede la possibilità di avere uno spazio di ascolto con uno degli Operatori per sostenere la persona nella definizione di una strategia per fare fronte alla problematica di cui è portatrice. Spesso le persone direttamente coinvolte nella patologia mentale, che i loro familiari, fanno fatica ad orientarsi rispetto alle figure professionali a cui rivolgersi in base ai loro bisogni o a definire delle priorità tra le diverse problematiche che si trovano ad affrontare. L’Operatore pertanto svolge in questo senso il ruolo di accompagnare la persona nel definire tali aspetti.
Il Punto di Ascolto/Informativo, come già sottolineato, è uno spazio messo a disposizione sia per i partecipanti al Progetto Sollievo ATS XIII e loro familiari, sia per i cittadini residenti nel territorio di competenza. L’attività lavora su appuntamento al numero 071 7130825. Gli Operatori inoltre rispondono ai seguenti numeri cellulari divisi per ambito d’intervento: AMA 370 3020223 – Lavoro 370 3020224 – Socializzazione 370 3028079.
Per informazioni: Progetto Sollievo ATS XIII via De Gasperi 58 Osimo (AN) 071 7130825-370 3020223 (Dott.ssa Desirée Frontalini)
Socializzazione. La patologia psichiatrica spesso mina gravemente la possibilità di coltivare e/o mantenere relazioni sociali, gettando di frequente la persona in una condizione di isolamento tale che quest’ultimo diviene un ulteriore fattore di cronicizzazione della patologia stessa.
Avere a disposizione uno spazio in cui poter incontrare persone e condividere con queste interessi ed attività rappresenta un’importante risorsa per potersi creare una nuova rete relazionale. Le attività svolte sono da considerare degli spazi dedicati allo “stare insieme” e nascono sia spontaneamente dalle proposte degli utenti e riguardano per lo più attività ludiche come il giocare a carte, vedere film o ad altri giochi in scatola, sia attraverso l’input dell’Operatore che realizza piccoli spazi creativi per la pittura, il decoupage, il disegno, la realizzazioni di oggetti, feste, passeggiate, partecipazione ad eventi ecc.. A ciò si affianca la possibilità di confrontarsi e discutere sulle problematiche della quotidianità e sulle difficoltà determinate dalla patologia. Confronto mediato e facilitato dall’Operatore.
Laboratori. I Laboratori costituiscono degli strumenti importanti per le finalità del Progetto Sollievo ATS XIII, in quanto gli stessi non solo permettono agli utenti di condividere uno spazio di socializzazione in cui imparare a fare insieme ma anche un contesto dove poter mettere alla prova le proprie abilità e potenzialità. Questo permette alle persone spesso di riscoprire le proprie risorse latenti, di acquisire nuove conoscenze, di sperimentarsi in nuovi ambiti. Tutto ciò con ripercussioni molto positive rispetto al sentimento di auto efficacia e di autostima. Ogni laboratorio prevede la presenza sia di un operatore che si occupa di garantire il corretto svolgimento dell’attività che di un maestro d’opera che ha la funzione di trasmettere le conoscenze inerenti il laboratorio specifico.
Per tutto l’anno sono presenti, in periodi alterni, differenti attività di laboratorio a cui partecipano le persone che afferiscono alla Rete del Sollievo ATS XIII ed al Centro di Salute Mentale Sud Osimo. L’obiettivo dei laboratori è quello di dare la possibilità alle persone interessate, di approfondire determinate tematiche utili al miglioramento della propria persona e del proprio benessere soggettivo per un concreto sostegno del loro intervento terapeutico riabilitativo.
I laboratori sono tutti gratuiti e sono realizzati attraverso la competenza di un maestro di opera e/o di un professionista. In elenco i principali laboratori svolti: -cucina, -bambole, -informazione sessuale, -ginnastica dolce in acqua, -educazione alimentare, -sito web/informatica, -orientamento professionale al lavoro, -fotografia, -inglese, -make up, -ginnastica dolce, -scrittura creativa, -espressivo, -primo soccorso, -piscina, -spagnolo, -sapone, -problem solving, -ballo, -assertività, -acquagym, nuoto, -carta e creatività, -yoga, -conversazione, -bigiotteria -lettura.
I Laboratori sono presenti in alcuni periodi dell’anno in quanto sono strutturati in moduli di 8/12 incontri. Solamente il laboratorio di bambole è presente perennemente per 4 volte alla settimana per tutto l’anno, dove vengono realizzate delle Bambole di stoffa, attraverso l’aiuto di un Maestro di opera, per dare la possibilità, a determinate persone che lo necessitano, di svolgere un’occupazione lavorativa in ambiente protetto.
Auto-Mutuo-Aiuto. I gruppi di Auto Mutuo Aiuto rappresentano un consolidato strumento attraverso il quale persone che condividono una medesima problematica si confrontano sulla stessa al fine di ottenere sostegno reciproco. In questo senso I Gruppi AMA sono uno spazio di confronto tra persone che condividono una tematica simile con lo scopo di sostenersi, attraverso la condivisione delle esperienze personali pregresse, e migliorare la qualità della propria vita.
L’efficacia dello strumento è rappresentata sia dalla possibilità di avere un contesto in cui la persona può sentirsi accolta nella sua sofferenze (e quindi non più sola nell’affrontarla) che nella possibilità di dare a sua volta sostegno e conforto agli altri membri, aspetto quest’ultimo che permette di migliorare l’immagine positiva di sé.
La realizzazione dei gruppi si concretizza attraverso uno spazio strutturato che prevede la presenza di un operatore che ha la funzione di facilitare la comunicazione e garantire il setting.
Promozione della Salute Mentale. Attività di sensibilizzazione ed informazione inerenti le principali tematiche della salute mentale con l’obiettivo di promuovere il benessere psichico e migliorare quindi la qualità della vita delle persone che afferiscono a questo settore. Le attività principali riguardano la realizzazione di mostre, conferenze, partecipazione ad eventi sociali, volantinaggio, pubblicità, spettacoli teatrali, sito web, ecc.
Progettazione lavorativa. Il contesto del lavoro rappresenta un’importante strumento di benessere per la persona sia sotto il profilo finanziario, poiché permette di avere accesso a risorse economiche che consentono la possibilità di costruire un ambiente di vita dignitoso, sia sotto il profilo sociale, poiché consente di avere un ruolo attivo nei confronti del contesto pubblico, sia sotto il profilo individuale poiché costituisce un ambito in cui poter mettere a frutto le proprie competenze e le proprie potenzialità, sia sotto il profilo relazionale poiché da la possibilità di tessere relazioni e rafforzare il senso di appartenenza alla società.
La persona affetta da problematiche inerenti la Salute Mentale vede però minata la possibilità di trovare un’occupazione e/o di mantenerla e ciò avviene poiché la persona non è più in grado (o lo è solo in parte) di rispondere alle innumerevoli richieste che gli provengono dal mondo del lavoro. La patologia infatti può determinare un deterioramento delle abilità della persona sotto diversi profili (cognitivo, relazionale, affettivo, ecc…) inficiando quindi la possibilità di aderire in maniera funzionale a quanto imprescindibile per svolgere in maniera adeguata una mansione lavorativa. Le persone con tali problematiche vanno quindi spesso incontro ad gravi insuccessi in ambito lavorativo. Ciò ha indotto a realizzare, fin dall’inizio del Progetto Sollievo ATS XIII, un’area che si occupasse specificatamente delle problematiche inerenti il lavoro di persone affette da disagio psichico. E’ stata realizzata pertanto un’Agenzia Lavoro che supporta e sostiene, su più livelli, percorsi lavorativi e professionali per persone con patologia psichiatrica inviate dal Centro di Salute Mentale SUD Osimo.
L’Agenzia Lavoro esplica il proprio mandato attraverso servizi ed attività metodologicamente strutturati. Di seguito sono elencati gli interventi attivati: -Consulenza Lavorativa, -Progettazione professionale individualizzata, -Laboratorio Orientamento:, -Laboratori Lavorativi:, -Inserimenti Lavorativi, -Monitoraggio Lavorativo -Sostegno di gruppo -Sostegno individuale.
Residenzialità. Attualmente è presente un equipe specifica il progetto residenzialità rivolto a persone in carico al Centro di Salute Mentale Sud di Osimo che necessitino, in base alle loro condizioni cliniche e sociali, di sviluppare percorsi di autonomia e di crescita che li porti ad avere un atteggiamento responsabile nei confronti del proprio progetto di vita.
La Rete del Sollievo quindi partecipa, insieme al Centro di Salute Mentale Sud e l’Associazione del Buon Umore, ad un progetto sperimentale finanziato dai Comuni dell’Ambito Sociale e Territoriale XIII (Camerano, Castelfidardo, Loreto, Numana, Offagna, Osimo, Sirolo), alla realizzazione ed alla strutturazione nel tempo di un progetto relativo la residenza delle persone affette da patologia psichiatrica in carico al Servizio Sanitario Territoriale di competenza.
La logica che è stata improntata per l’obiettivo in essere, si fonda su un percorso partecipato fra gli operatori e le potenziali famiglie coinvolte nel progetto residenzialità, considerando queste ultime come una risorsa in quanto essendo le stesse portatrice di necessità e di esperienza, orientano gli operatori nell’attuazione del progetto attraverso delle scelte mirate riguardanti eventuali specificità non facilmente contemplabili.

Storia Associazione
L’Associazione del Buon Umore è partner del Progetto Sollievo dall’anno 2006. Essa è costituita da utenti e familiari che avendo toccato in prima persona la problematica della salute mentale hanno deciso di attivarsi al fine di creare da un lato nuovi luoghi ricreativi e risocializzanti e dall’altro lato differenti spazi di informazione e sensibilizzazione inerenti la tematica in oggetto.
La modalità operativa è quindi legata ad una filosofia di self-help ed al concetto di utente e familiare esperto. Essa infatti opera sulla base del principio che chi soffre o ha sofferto di una patologia psichiatrica (sapere esperienziale) sappia riconoscere e dare voce ai bisogni di altre persone con problematiche simili che si trovano ad una fase differente del loro percorso (di cura e/o riabilitativo).
Le attività organizzate sono spesso svolte in collaborazione con il Progetto Sollievo ATS XIII e nello specifico riguardano la partecipazione ad eventi come mostre, mercatini, partecipazione a congressi e seminari, concerti, feste, uscite, spettacoli. A queste attività, vanno aggiunte tutte quelle azioni realizzate dall’Associazione del Buon Umore di· informazione e di sostegno alla persona psichiatrica per il riconoscimento sostanziale (empowerment) del diritto di cittadinanza.
L’ associazione si riunisce il primo giovedi’ di ogni mese dalle ore 20:00 alle ore 22:00.

Area di intervento
sociale/volontariato

***

 

 

***

 

Ass.Naz.Mutilati e Invalidi del Lavoro comitato Osimo

Ass.Naz.Mutilati e Invalidi
del Lavoro comitato di Osimo

Sede in:  Via XXIX Settembre, 2/O  – 60100 Ancona
telefono e cellulare:  071.204228  –  338 9715879
email:  ancona@anmil.it
Sito internet: …………………………
Facebook: ………………………………………..
Presidente / referente
Graziella Nori
Segreteria e Organizzazione
…………………….
Consiglieri e collaboratori
………………………………………..

Descrizione attività
……………….

Storia Associazione
L’Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro (ANMIL) è nata nel 1943 ed è attualmente riconosciuta come un ente morale con personalità giuridica di diritto privato, cui è affidata la tutela e la rappresentanza delle vittime di infortuni sul lavoro, delle vedove e degli orfani dei caduti (Dpr 31 marzo 1979).
Dal 1° maggio 1999 è entrata nel Consiglio di Indirizzo e Vigilanza (CIV) dell’INAIL quale unico rappresentante degli invalidi del lavoro.
L’ANMIL assiste e tutela la categoria da oltre 75 anni, promuovendo iniziative tese a migliorare la legislazione in materia di infortuni sul lavoro e di reinserimento lavorativo e offrendo numerosi servizi di sostegno personalizzati in campo previdenziale ed assistenziale. Inoltre è impegnata a sensibilizzare l’opinione pubblica su questi temi, con particolare riferimento alla prevenzione degli infortuni e alle politiche per la sicurezza.
I progetti dell’Associazione hanno avuto spesso l’appoggio di partner autorevoli come il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, il Dipartimento per le Pari Opportunità e l’INAIL.
Due sono gli appuntamenti annuali più importanti che coinvolgono l’intero territorio nazionale: la Giornata Nazionale per le Vittime di Incidenti sul Lavoro, che ricorre la seconda domenica di ottobre e che viene celebrata in tutta Italia dal 1951 e, su nostra richiesta, dal 1998 è stata istituzionalizzata con direttiva del Governo e la Festa della Donna, celebrata ogni 8 marzo, che dà luogo ad iniziative, progetti e concorsi che hanno come tema centrale la sicurezza e la tutela delle lavoratrici. Attualmente l’ANMIL conta 350 mila iscritti e rappresenta una categoria composta da oltre 800 mila titolari di rendita, tra infortunati sul lavoro, vedove ed orfani di caduti sul lavoro.
L’Associazione è diffusa in modo capillare sul territorio nazionale: oltre la Sede Centrale di Roma, ci sono 20 Sedi regionali, 105 Sezioni provinciali, 200 Sottosezioni, 500 tra Delegazioni comunali e fiduciariati.
L’ANMIL pubblica ogni sei mesi una rivista, Obiettivo Tutela – ANMIL, che viene inviata ai Soci, ai parlamentari e ai principali referenti istituzionali. ANMIL Onlus fa parte della FAND – Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità.

Area di intervento
sanità/sociale/volontariato

***

 

 

 

***