Con i colleghi professori e il mondo della cultura turca: i peggiori nemici del dittatore Erdogan.

Sdegno e rabbia non vanno mai in ferie anche in questo periodo di riposo e di vacanza. Mi riferisco, in particolare,  a quanto sta succedendo in Turchia la politica repressiva del governo che  si è abbattuta su dipendenti pubblici, poliziotti, giudici, procuratori, imam, fino a sospendere 15.200 insegnanti delle scuole pubbliche, a revocare la licenza a 21.000 docenti di istituzioni private e chiedere le dimissioni di tutti i rettori di università pubbliche e private, con l’accusa di essere tutti legati al “fantomatico e strano colpo di Stato”. Il Ministero dell’Istruzione Turca, in un comunicato ufficiale, ha addirittura annunciato che tutto il personale di tutte le istituzioni educative è sotto controllo approfondito.

Manifestazione davanti l'ambasciata Turca per la libertà di stampa 8 aprile 2014 a Roma ANSA/MASSIMO PERCOSSI

La violenza come strumento di governo appartiene ai primordi del vivere civile e quanti la propugnano e praticano oggi sono fuori dal tempo e come tali vanno considerati.
Le democrazie che utilizzano metodi autoritari con imposizioni, restrizioni della libertà e la pena di morte non sono tali e vanno isolate e condannate.
Il confronto anche aspro sulle decisioni da assumere è motore e sale della vita democratica. Volere e dare la morte a quanti la pensano diversamente è tirannia e fascismo, fenomeni che anche il nostro Paese ha conosciuto e combattuto.
Credo che il nostro Paese e l’Europa tutta,  debba dare un segnale forte contro Erdogan. Un segnale   contro il golpe, ma anche contro derive autoritarie e attacchi alle libertà fondamentali.
Tutta la mia solidarietà e vicinanza ai professori, insegnanti, rettori di università, ai giornalisti e sindacati oggi  perseguitati in Turchia, per le proprie idee. Una battaglia che mi auguro il “mondo del sapere” Turco possa vincere contro l’ignoranza e l’oscurantismo.

Con i colleghi professori e il mondo della cultura i  peggiori  nemici del dittatore Erdogan.
Paola

***

Annunci

Nota di biasimo: c’è un solo Consiglio Comunale.

NOTA DI BIASIMO della PRESIDENTE del CONSIGLIO COMUNALE di OSIMO per l’iniziativa di un movimento politico cittadino che sta spacciando come “consiglio comunale” alternativo, quella che invece è una iniziativa, pur legittima, di propaganda politica.
Nel nostro Paese c’è la più ampia libertà, sancita dalla Costituzione, di poter organizzare incontri con i cittadini, ma queste iniziative di natura politica, vanno chiamate con il loro nome:  NON SONO, di certo,  il CONSIGLIO COMUNALE.
Il comportamento posto in essere non risulta essere rispettoso delle istituzioni democratiche, del ruolo e delle competenze proprie dell’unico Consiglio Comunale legittimamente in carica, chiamato ad assumere atti di significativa importanza per la nostra città.
Il mio invito è quello di ricondurre il dibattito politico ed istituzionale all’interno della sede comunale partecipando fattivamente ai lavori del Civico Consesso.

Consiglio Alernativo

***

6 settembre 2015: Osimo Trofeo “5Torri”

La macchina organizzativa dell’Atletica Amatori Osimo Bracaccini, con in prima linea il presidente Alessandro Bracaccini, ancora una volta si è mossa alla perfezione per garantire ai tanti maratoneti venuti in Osimo – domenica 6 settembre –  la solita eccellente ospitalità, che da sempre rappresenta un valore aggiunto per il Trofeo “5 Torri” che quest’anno ha “segnato” la 33^ edizione.
Ringrazio il Presidente ed i suoi collaboratori per avermi invitato a partecipare a questa bella giornata di sport osimano.
Approfitto per fare i complimenti a tutti gli atleti della Bracaccini anche per gli importanti risultati agonistici conseguiti nel corso di tutta la stagione e culminati con il successo della mezzofondista filottranese Azzurra Ilari ( portacolore della squadra osimana) che ha conquistato il titolo Italiano di corsa su strada under 18. Brava Azzurra.
Complimenti al Presidente e  a tutti i dirigenti della squadra, è davvero lodevole il Vostro impegno e la passione con cui lo manifestate, in favore della pratica sportiva ed in favore dei giovani, grazie.
Paola Andreoni Presidente del Consiglio comunale

6 settembre 2015 3

6 settembre 2015 1

6 settembre 2015 5

6 settembre 2015 6

6 settembre 2015 4

6 settembre 2015 2


***
******Azzurrala campionessa italiana di corsa su strada under 18, Azzurra Ilari, dell’Atletica Amatori Osimo Bracaccini

Auguri, 8 marzo festa delle donne

?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Questa mattina accompagnata dal Sindaco sono andata a porgere gli auguri alla sig.ra Elena GIORGETTI in Donnini nata in Osimo il 3 aprile 1913 attualmente ospite presso la casa di Riposo Buttari-
La signora Elena è stata  ( con Gioconda CANALINI e Giuseppa AMBROGETTI ) la prima consigliera comunale donna eletta all’interno della sala Gialla del Comune di Osimo. Eletta consigliera comunale  nella lista della sinistra che comprendeva: partito Comunista, partito d’azione  e partito socialista nelle prime elezioni libere dopo il fascismo. Oggi la sig.ra Elena ha 102 anni, l’abbiamo trovata che leggeva Repubblica, e ci ha raccontato lucidamente del suo non facile impegno nella politica come donna di sinistra. Un bell’incontro emozionante con una “Donna” ancora piena di grinta.
Grazie Elena ti aspetto, come da te promesso, il 2 giugno alla cerimonia che dedicheremo a tutte le donne elette nel civico consesso di Osimo
Paola Andreoni Presidente del Consiglio comunale Osimo
***
Elena la prima consigliera comunale

elena 6

elena 7

Solidarietà al sindaco Pugnaloni e condanna per l’atto intimidatorio

logo Presidenza Consiglio OsimoEsprimo solidarietà al nostro sindaco Simone Pugnaloni e condanna per l’atto intimidatorio.  E’ noto a tutti ed è un comune sentire l’urgenza di dare risposte alle crescenti ansie della società e anche alla nostra comunità osimana profondamente scossa dalla crisi e dall’impoverimento di tante persone, che stanno pagando una crisi certo non scatenata da loro, ma questo non può e non deve  farci dimenticare che la violenza e/o gli atti di intimidazione non sono mai una risposta alle istanze di giustizia sociale che sono comunque presenti nella società.
Per questo voglio esprimere solidarietà al nostro sindaco, Simone Pugnaloni, e nella mia veste di Presidente del Consiglio Comunale sono certa di interpretare un sentimento diffuso tra tutte le consigliere, i consiglieri comunali e condiviso da tutte le forze politiche, nell’esprimere una severa condanna verso il gesto intimidatorio che è avvenuto nei confronti del nostro primo cittadino.
Paola Andreoni Presidente del Consiglio Comunale di Osimo

Insediato il Consiglio comunale di Osimo: sono stata eletta Presidente del Consiglio

Si è riunito il giorno 19  giugno il primo Consiglio Comunale del nuovo mandato amministrativo. In qualità di consigliere eletta con  il maggior numero di preferenze ho assunto la presidenza dell’assemblea per procedere alla convalida degli eletti in consiglio. L’assemblea è quindi passata all’elezione del presidente, votazione che ha espresso la mia persona con 17 voti a favore e 8 astensioni ( tra cui la mia). 19 giugno 20Una volta insediata ho tenuto un breve discorso ringraziando tutti per la stima accordatami e ho sottolineato l’importanza del ruolo del Consiglio Comunale,  “… Essere qui in questo civico consesso  a rappresentare i cittadini  significa farsi carico delle aspettative e delle sofferenze di una comunità”. Rivolgendomi poi ai Consiglieri li ho invitati ad un confronto civile, rispettoso dei ruoli di ciascuno e con l’unico scopo di individuare opere ed azioni per migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini. Ho chiesto alla maggioranza di percorrere costantemente la strada del dialogo con le opposizioni, forte di una responsabilità, prima che di un successo elettorale, e alle opposizione ho chiesto collaborazione per i prossimi anni, poiché lavorando insieme mettendo al centro le necessità di Osimo, le risposte attese non tarderanno ad arrivare. Si è provveduto alla elezione  del Vice Presidente del Consiglio Comunale, incarico che è stato assegnato alla giovane Sara Andreoli neo consigliere del Movimento 5Stelle.
Quindi, il sindaco Simone Pugnaloni  ha prestato il giuramento di fedeltà alla Costituzione della Repubblica Italiana e al suo Presidente e ha tenuto poi un breve discorso, sottolineando che  il proprio impegno pubblico di servizio alla Comunità segnerà ogni gesto, ogni atto, ogni decisione che da questo momento in avanti assumerà nella sua qualità di Sindaco di Osimo. Il sindaco ha poi comunicato al Consiglio e ai numerosi cittadini intervenuti i nomi dei membri della Giunta comunale e le relative materie di competenza. La Giunta è composta dai seguenti assessori:
Mauro Pellegrini   – Vice Sindaco  – con deleghe: cultura e spettacolo, contenzioso, sviluppo forme associative;
Daniele Bernardinii con delega ai servizi sociali e sanità, partecipazione democratica;;
Flavio Cardinali con deleghe: Lavori Pubblici e servizi demografici;
Annalisa Pagliarecci con deleghe: politiche giovanili, istruzione, progetti di gemellaggi;
Michela Glorio con deleghe: ambiente, sviluppo economico, turismo;
Federica Gatto con deleghe: polizia municipale, viabilità, sicurezza;
Alex Andreoli con deleghe: sport, informatizzazione.
Il Sindaco ha mantenuto le deleghe: Urbanistica,  Bilancio e finanze e rapporti con l’Unione Europea.
Il Consiglio ha poi  votato la nomina della Commissione elettorale Comunale .
Da ultimo il Consiglio  ha votato la definizione degli indirizzi per la nomina, la revoca e per la designazione dei rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende ed Istituzioni ( deliberazione del Consiglio Comunale n.31 del 19 giugno 2014 ). Indirizzi che prevedono, nel rispetto del principio della trasparenza,  la pubblicazione di un avviso pubblico al fine di poter raccogliere le migliori candidature.

Paola

foto del primo Consiglio Comunale