In ricordo di Rita Borsellino


Ho appreso con tristezza la scomparsa di Rita Borsellino, una donna straordinaria, una figura simbolo di testimonianza antimafia e di impegno della società civile. Nonostante il dolore familiare e la sua lunga malattia, con coraggio e determinazione non hai mai smesso di lottare e sperare per la verità sulla strage di via D’Amelio.

A nome mio e, sicura di interpretarne il sentimento, di tutta la comunità osimana, esprimo la vicinanza e le condoglianze al fratello Salvatore e a tutta la famiglia Borsellino.

               Paola Andreoni
Presidente del Consiglio comunale di Osimo

Annunci

Tragedia assurda, quella che ha colpito Genova:  esprimo vicinanza a tutta la città.

***
Sono vicina alle famiglie colpite dal dramma di Genova.
Dietro ognuna delle 41 vittime (per ora) accertate c’è una storia. Quella quotidiana di una giornata di lavoro o quella di una vacanza appena iniziata.
Con il crollo di questo maledetto ponte,  a Genova,  si sono spezzati  i sogni di famiglie intere, di giovani promettenti, di bambini. Una tragedia che riguarda non solo Genova ma tutto il nostro Paese intero.

Mi  stringo idealmente, a nome personale e di tutto il Civico consesso della nostra città, intorno alle famiglie delle vittime, dei feriti e di quanti, per ragioni di sicurezza, hanno dovuto lasciare le loro case.

Paola Andreoni
Presidente del Consiglio Comunale di Osimo

***

Il governo dell’arretramento

Più passano i giorni, più si aprono fronti che mettono in contrapposizioni le due anime del governo giallo-verde.

La Tav e l’alta velocità non si deve fare per i 5Stelle, invece per Salvini si deve andare avanti. Tante le promesse fatte  i cui fascicoli  non trovano una soluzione: Ilva, Alitalia, riforma Fornero, lotta agli sprechi, alleggerimento della pressione fiscale, ridimensionamento degli emolumenti ai parlamentari e ai consiglieri regionali, ecc.  Questione vaccini il caos regna sovrano. Il ministro alla famiglia, Fontana, vorrebbe far tornare indietro di 10 anni il nostro paese sui diritti. Grillo torna a tuonare contro l’euro e la permanenza in Europa mentre Conte afferma che l’Euro non si discute. Nomine Rai e degli altri enti, il metodo mi sembra sempre quello: nessun merito ma solo occupazione e spartizione degli incarichi, con i due partiti decisi a spuntare più poltrone possibili.

Credo ci aspetta un autunno a dir poco caldo e dagli esiti incerti.
Paola

}}}

Calici di Stelle 2018 ad Osimo

Venerdì 10 Agosto torna in Osimo l’appuntamento estivo,  CALICI DI STELLE notte di vino, note di stelle.
L’evento nazionale organizzato  e promosso a livello nazionale dall’Associazione Nazionale Città del Vino e Movimento del Turismo del Vino in collaborazione con l’Unione Astrofili Italiani.

Sarà un momento in cui degustare il vino delle nostre aziende associate sotto i cieli stellati della nostra amata terra. Partecipano alle degustazioni:
l’Azienda Agraria I Tre Filari, l’Az. Agraria Oriano Mercante, l’Azienda Vinicola Umani Ronchi, la Società Agrivinicola Montecappone, l’Azienda Strologo Silvano. Inoltre degustazione dei vini delle cantine: Az.Agraria Morello Austera, Antica Cantina Sant’Amico, Az.Agricola Lorese, Az.Agraria Micciarelli Collesi, Casa vinicola Silvestroni, Società agricola Pesaresi, Accattoli vini, Az.Agricola Ripa Marchetti, leopardi Dittajuti, Azienda agricola Quaresima, Ballarini Vini e vigneto Fernando Alberto.

Saremo in compagnia:

  • dei solisti dell’Accademia  d’Arte Lirica di Osimo che presenteranno  presso il cortile palazzo Simonetti, in anteprima per Calici di Stelle “Lirica al chiaro di luna”.
  • A piazza Nuova, alle ore 22:00  sarà poi possibile ascoltare la performance de  V.S.P.M. QUARTET tromba, chitarra, contrabbasso e batteria.
  • In Piazza Boccolino alle ore 22:30 si esibiranno FIGLI DELLE STELLE musica anni ’80 e non solo con Rosa Sorice e Davide Caprari.

Inoltre:

  • OSSERVATORIO delle Stelle

Piazza Gramsci dalle 21:00 – OSSERVATORIO DELLE STELLE osservazione dei corpi celesti al telescopio, Marte, Saturno, Giove, nebulose e galassie. Conferenza “Che cosa sappiamo dell’Universo” a cura di Massimo Morroni.

 

  • MONUMENTI APERTI

dalle 21:00 alle 24:00 visite guidate alle Grotte Simonetti, Piazza Dante e Riccioni

E poi mostre fotografiche e d’arte (Giardini di Piazza Nuova e Via Fuina), e Negozi aperti

***
L’occasione giusta per una mirabile visita alla nostra città, ai palazzi,
ed alle occasioni dei nostri negozi

in “una notte da gustare, guardare e ascoltare”.

***

NON MANCATE!!!!!!  a questa serata Osimana popolarissima e affollatissima.

***

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini compie 25 anni.

*** 25 anni fa – il 6 agosto del 1993, con Decreto del Presidente della Repubblica – nasceva il Parco Nazionale dei Monti Sibillini: circa 70.000 ettari di area protetta, a cavallo tra Marche ed Umbria. 16 i comuni ricompresi per una popolazione complessiva, pre-sisma, di oltre 13.000 residenti. Oggi, dopo il terremoto del 2016, il quadro appare certamente meno roseo che in passato, tuttavia il Parco continua a mantenere ed anzi rafforzare il suo ruolo di tutela e valorizzazione dell’ambiente e del contesto complessivo.

Altro anniversario legato al Parco è  quello che vide, il 4 agosto di 20 anni fa, l’istituzione delle Guide Ufficiali del Parco, importante risorsa chiamata a svolgere attività di promozione e monitoraggio dei tanti tesori che i Sibillini offrono. Sono ben 44 le guide iscritte all’Albo nel 2018 ed il programma delle loro attività è consultabile sul sito del Parco ( clicca qui ).

Cosa da vedere e visitare. Oltre i numerosi fondovalli con scorci su gole strette e impressionanti, da non perdersi: le Gole dell’Infernaccio, che solo dal nome sono affascinanti, le  piane di Castelluccio, il lago di Pilato, il Monte Vettore, il Monte Bovele Piane di RagnoloMontemonaco luogo di partenza per la fantastica cresta del Monte Sibillai suggestivi borghi di Visso, MontefortinoSan Ginesio. Numerosi anche i sentieri per tutti i gusti e difficoltà, adatti agli escursionisti della domenica ma anche tinerari più impegnativi e  “tosti”. Tra i tanti, da segnalare  il Grande Anello dei Sibillini, 124 Km di escursioni ben segnalati da completare in nove giorni. Una bella sfida ed avventura. ***

***

Coraggio FOGGIA, coraggio BOLOGNA.

***
Una giornata terribile che ha scioccato  l’Italia intera per due incidenti stradali geograficamente lontani, ma vicini nell’orrore e nell’angoscia.
Dal sud al nord, l’Italia è unita dalla sofferenza per questi terribili incidenti. Non possiamo far altro che chiedere sempre più sicurezza, soprattutto in queste giorni in cui le strade italiane sono popolate da famiglie in viaggio per le vacanze estive.
Coraggio FOGGIA, coraggio BOLOGNA. Sono vicina alle famiglie delle vittime e dei feriti e un grazie alle forze dell’ordine, Croce Rossa e Vigili del Fuoco sempre in prima linea per prestare soccorsi ed aiuti.
Paola

Il PD dovrebbe richiedere le dimissioni del Ministro della Famiglia Lorenzo Fontana e chiedere la sua convocazione in Parlamento per le immediate scuse alle vittime del fascismo e del nazismo

***
A fine della precedente legislatura   si stava approvando  la proposta di legge ( passata solo in prima lettura alla Camera) a prima firma di Emanuele Fiano (PD), con la quale si intendeva inasprire le pene contro coloro che inneggiavano  all’ideologia nazi-fascista e la carica di violenza razzista e di odio che essa comporta anche  sul web e contro la vendita degli oggetti inneggianti a quei regimi.
Oggi un  Ministro della Repubblica, il leghista  Lorenzo Fontana,  dichiara che vuole abolire la legge Mancino.
Un passo indietro colossale nonostante le rassicurazioni di altri membri del governo che non si toccherà. I ministri della Repubblica giurano sulla Costituzione che è antifascista e non sono tollerabili simili affermazioni da un rappresentante del Governo.
Credo che il PD e tutte le forze politiche che hanno come hanno riferimento ai loro valori la Costituzione, devono – senza sconti –  farsi carico di chiedere  le dimissioni del Ministro della Famiglia, Fontana,  e portare il Ministro in Parlamento a chiedere   immediatamente scusa alle vittime del fascismo e del nazismo.
La libertà,  la democrazia non sono valori conquistati per sempre, alta deve rimanere la vigilanza dei sinceri democratici e antifascisti per difendere le regole di convivenza democratica. Credo che chi non condivide quei valori non può rappresentare i cittadini a nessun livello  meno che mai a livello di governo.
Paola Andreoni