Buon 1° maggio a tutti, soprattutto a quanti un lavoro non ce l’hanno.

Buon 1 maggio ai nostri giovani che fanno fatica a trovare spazi, a tutte le lavoratrici spesso discriminate, a tutti i lavoratori, a tutte le persone che il lavoro l’hanno perso ( vi incoraggio a non  “arrendervi” mai).  Buon 1° maggio a tutti quei “uomini e donne (come noi)” del Sud del mondo che cercano speranza e rifugio, a tutti quei bravi servitori dello Stato che anche oggi lavoreranno nelle caserme, sulle strade assicurando servizi e la nostra sicurezza. Buon 1° maggio a tutti i nostri artigiani ed imprenditori che ci tengono e per i quali la prima cosa ” è il capitale umano”.
Ai nostri anziani che hanno lavorato una vita… Buon 1° maggio a tutti Noi.
Paola
***

1 primo maggio

***

Testimonianza della scuola di Barbiana, incontro con Piero CANTINI.

Barbiana don Milani3***
Lunedì 2 maggio 2016
alle ore 21 presso il Teatrino Campana,
organizzato dall’Istituto Comprensivo “Caio Giulio Cesare” di Osimo,

incontro con Piero CANTINI

Piero Cantini, uno dei ‘bambini ‘ della scuola di Barbiana allievo di Don Milani, ci  darà testimonianza  della magnifica persona che è stata don Lorenzo MILANI e dell’esperienza formativa della sua Scuola.

A Barbiana gli ultimi erano al centro del progetto educativo, nella consapevolezza che tutti, anche i più svantaggiati, dovessero possedere la cultura necessaria a far valere i loro diritti. Da quelle parole deriva ancora oggi un “fare scuola” orientato alla presa di coscienza civile e sociale, improntato al valore dell’accoglienza, in una società complessa e in continuo cambiamento, per insegnare a ogni alunno ad apprendere e a vivere con gli altri.

Per i genitori e tutta la cittadinanza osimana  un incontro da non perdere,
quello di un testimone vivente degli insegnamenti e
dell’amore di Don Lorenzo Milani.


Gli alunni della scuola secondaria, invece, incontreranno Piero CANTINI  martedì 3 Maggio presso il Teatro la Nuova Fenice e in quell’occasione presenteranno la loro ”nuova lettera a una professoressa”.

Barbiana don Milani2

 – Vi INVITO a PARTECIPARE – 

 

Parco della rimembranza: restituito nome e memoria a questo spazio verde cittadino.

Parco Rimembranza 1924

 

Il 25 ottobre 1925 in occasione dello scoprimento del Monumento ai Caduti, nella scarpata esistente  tra via Giulia e l’attuale sottostante via Cialdini, sistemato su quattro ampie terrazze s’inaugurava, alla presenza delle Autorità cittadine, delle vedove e degli orfani e di tutta la popolazione, anche il parco denominato Parco della Rimembranza. Nel parco furono piantati 360 alberi, uno per ogni soldato osimano morto nella guerra 1915-1918,  ” affinchè nessuno dimentichi gli orrori della guerra ed il sacrificio di quanti lottarono generosamente per la libertà del nostro Paese”. In occasione dell’inaugurazione del Parco della Rimembranza uscì in città un giornalino, una edizione   unica, dal nome “Consacrazione” che così raccontava e presentava l’evento.

da “Consacrazione“, Il PARCO della RIMEMBRANZA ad OSIMO 25 ottobre 1925. le piantagioni in numero di 360, per tanti quanti sono i caduti nell’ultima guerra, sono state eseguite con alberi di bellissima figura,i quali, saranno cresciuti, formeranno magnifiche arcate sempreverdi. Vi sono alberi di due qualità ( abies nigra e abies pettinata) pini magnifici ( pinus alipensis)  tuflie, tassi e ligustri. Nel mezzo delle piantagioni vi è la scalea  che immette nelle stradine di accesso al parco. L’entrata è da strada Giulia. I paletti ricordativi, recanti alla sommità il nome del caduto, in ferro smaltato, sotto il ferro attorcigliato, tricolore. Essi sono stati disposti per ordine alfabetico, dall’alto verso il basso, longitudinalmente in ciascuna terrazza e vanno per chi entra, per le filea monteda destra a sinistra e da sinistra a destra per le file a valle. L’opera di sistemazione è stata curata  con speciale attenzione, sia  per il significato ideale, che essa racchiude, sia anche per l’opera in se stessa, che è di ornamento alla città. Il Sacrificio dei nostri eroi, idealizzato su in alto, dal monumento che s’erge in fronte alla campagna nostra e sotto la purissima ed ampia arcata del nostro cielo, viene raccolto qui, per ciascun albero, alla rimembranza di ciascun caduto. E lo spirito eroico di essi alieterà, profumando, presso l’albero suo, ogni qualvolta la ricordanza della loro offerta porterà i cittadini di Osimo a visitare il parco della rimembranza. Non tutti sono sepolti nel cimitero del loro paese, non tutti sono sepolti lassù, in un luogo certo,  non tutti ebbero sepoltura. PER TUTTI SIA QUESTO IL LUOGO IDEALE DEL LORO ULTIMO RIPOSO.

Dopo anni in cui il Parco è stato  abbandonato a se stesso  trasformato in ” luogo dell’ oblio” adibito, anche, a spazio dove portare i  cani per i loro bisogni, senza neanche una scritta che ne ricordasse la storia, né una targa che ne  rilevasse la presenza, oggi abbiamo restituito dignità, nome e una memoria a questo luogo. 

parco Rimembranza_2

parco Rimembranza_1
***
Ora sarà compito di tutti noi rendere questo spazio un “giardino della memoria” perchè ridare dignità a questo piccolo parco significa valorizzare il sacrificio di tutte quelle vittime e salvare dall’oblio una memoria dolorosa della nostra storia cittadina e nazionale. Quella memoria che rende viva la storia, quella memoria che nessuna crisi, o recessione, possono permettersi di oscurare. Perchè,  senza di essa, non ci potrà essere alcun futuro.
Paola

***

linea

Osimo ha celebrato il 25 aprile, la 71esima Festa della Liberazione dall’occupazione nazifascista.

Hanno avuto luogo questo pomeriggio le iniziative promosse dalla sottoscritta, Presidente del Consiglio del comune di Osimo e l’Amministrazione Comunale per celebrare la giornata del 25 aprile, nell’occasione della 71esima Festa nazionale della Liberazione.
La cerimonia istituzionale è iniziata al “Teatro La Fenice” con il concerto della banda città di Osimo.
13043301_10208017263380895_3154786899204557784_n

13094270_10208017366863482_5563691679897209017_n
Per commemorare la ricorrenza, ho pensato di attualizzare il messaggio e i valori del 25 aprile, coinvolgendo i giovani studenti degli Istituti di Istruzione Superiore proponendo loro di sviluppare il concetto di Resistenza e offrire alla cittadinanza, in questa giornata, un momento di riflessione su chi sono i “resistenti di oggi”.
Pensare al significato del 25 aprile, tenendo conto dei grandi interrogativi dei nostri giorni rispetto :
– al dramma delle guerre che si moltiplicano e si esprimono con forme diverse da quelle che abbiamo conosciuto;
– alle migrazioni che non si arrestano; alla domanda sempre più pressante del diritto del rispetto della persona in quanto tale .
– al terrorismo che dilaga;
-alla violenza che si insinua dappertutto;
-al cambiamento climatico che ci sconvolge;
– come possiamo vincere la paura, la rassegnazione e l’’indifferenza?
– come educare ed educarci in un tempo di così grandi cambiamenti?
– come formare cittadini consapevoli e responsabili nell’’era della globalizzazione e dell’’interdipendenza?
– come generare percorsi di pace in tempo di guerra?

Hanno offerto un contributo e presentato i loro lavori gli studenti del Liceo classico Corridoni-Campana che hanno proposto una riflessione partendo dal discorso tratto dal film “Il grande dittatore” del 1940 diretto, prodotto e interpretato da Charlie Chaplin. IL film è una parodia in cui il barbiere ebreo che per una serie di concomitanze venne ritenuto essere Hynkel in perfetta uniforme da condottiero, tiene il suo primo discorso davanti al popolo dell’Ostria e lancerà al mondo una proclamazione di amore, libertà, uguaglianza e solidarietà tra gli uomini che le riaccenderanno la speranza in tempi migliori. Per affermare la resistenza come Esistere per…Resistenza come Esistenza consapevole.

E’ stata poi la volta degli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore M. Laeng Polo Scientifico e Tecnologico che hanno presentato la Resistenza intesa come lotta contro la criminalità organizzata e per l’affermazione del valore della legalità.

Gli studenti del Liceo Scientifico Corridoni-Campana hanno focalizzato il significato di Resistenza applicato alla tutela dell’ambiente e della salute.

Gli studenti dell’Istituto Superiore Corridoni -Campana Indirizzo tecnico-commerciale hanno presentato la figure di tre donne che come cittadine in contesti diversi hanno resistito per affermare un ideale di libertà e di civiltà:Rosa Louise Parks figura-simbolo del movimento per i diritti civili, famosa per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto su un autobus ad un bianco; Valeria Solesin, la giovane 28enne, ricercatrice universitaria morta nell’attentato al Bataclan di Parigi; Maria Grazia Capulli giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva.
E infine il gruppo Scout Osimo2 ci ha presentato le risultanze di una inchiesta sui giovani osimani, intervistati su alcuni aspetti della loro vita e delle loro aspirazioni.

13012639_10208017361703353_8582550834479565195_n

13076865_10208017262580875_5288899758084898863_n

13102843_10208017262260867_4660098576104697040_n (1)

13102606_10208017364023411_5259606957978971555_n

Il momento più toccante è stata poi la testimonianza dell’ imprenditore casertano, Antonio Picascia che ha accettato l’invito a condividere con noi un momento così importante per il nostro Paese quale appunto è l’anniversario della liberazione.
Antonio Picascia gestisce da una decina d’anni la Cleprin un’azienda modello per la produzione di detergenti e simili attenta alla riduzione dell’impatto ambientale e alle tematiche sociali, da alcuni anni, come riportato anche dalle cronache nere nazionali, la sua ditta è finita nel mirino della criminalità organizzata.
Il racconto della sua esperienza di imprenditore in una terra difficile è stato un importante momento di riflessione umana, civile e politica di un “resistente di oggi”, di un imprenditore tenace e coraggioso che ci ha fatto toccare con mano cosa significa scegliere e testimoniare da che parte stare nel difendere un bene primario che è stato e che rimane di ciascuno di noi: la libertà.
Il numeroso pubblico presente alla “Nuova Fenice” – commosso – si è alzato in piedi, ad applaudire il coraggio e dare testimonianza di vicinanza al giovane imprenditore che non ha ceduto ai ricatti della malavita.

13051763_10208017261220841_5829667581848470361_n

Paola e Antonio Picascia

E’ seguita poi la consegna da parte dell’Anpi ai ragazzi delle scuole secondarie di I grado dei Principi della Costituzione.
Paola

Il pubblico del Teatro in corteo – preceduto dalla musica della banda cittadina – ha poi raggiunto il cippo dei partigiani di Osimo lungo via Leonetta dove è stata deposta una corona d’alloro e dove si è conclusa la cerimonia con i rituali discorsi commemorativi.

***

Credo che abbiamo celebrato nel migliore dei modi i 71 anni dalla vicende più buie della nostra storia: la dittatura, la guerra, l’occupazione straniera.
E per ricordare che il 25 aprile rappresenta una data delle più luminose della nostra storia: il rifiuto di ogni tirannide, la nascita della nostra democrazia e l’affermazione dello stato di diritto.
Lo abbiamo fatto, innanzitutto, interrogandoci sul nostro presente, sulle sfide che si pongono davanti a noi come comunità nazionale e locale, sulla nostra capacità di realizzare, sia individualmente che collettivamente, i valori e le promesse che il movimento della Resistenza ci ha lasciato.

13076625_10208017360823331_5942053727570617651_nOggi come allora resistere è un pensiero, è un agire caratterizzato dal coraggio civile di opporsi a fenomeni di ingiustizia e sopruso.
Resistere implica il mettersi in gioco, l’andare controcorrente, il pensare liberamente e adoperarsi per superare le ingiustizie.
Uno spirito che vogliamo animi anche le giovani generazioni.

La Presidente del Consiglio Comunale di Osimo
***********Paola Andreoni

13062383_10208017361463347_3662303709122716343_n

a13076619_10208019610079561_6237370359075008524_n

13043482_10208017263940909_4256670414294759617_n

***

Convocazione Consiglio Comunale: Mercoledì 27 aprile 2016 alle ore 15,00

Mercoledì  27 aprile 2016, alle ore 15   CONSIGLIO COMUNALE
con eventuale prosecuzione Giovedì 28 aprile ore 15.

Il Consiglio comunale si riunirà Mercoledì 27 aprile alle ore 15.00 con eventuale prosecuzione, per il giorno seguente, Giovedì 28 aprile, sempre alle ore 15.
La seduta sarà dedicata alla trattazione di diverse Delibere riferite alla Contabilità/Bilancio e per il dibattito e il voto su Interrogazioni e Mozioni.
Questi i punti sottoposti all’esame e al voto del Consiglio comunale clicca: ordine del giorno e proposte di deliberazione.

 1) Comunicazioni;
 2) Interrogazioni, interpellanze e mozioni ( la prima ora dei lavori);
 3) Modi fiche al vigente regolamento IUC;
 4) Determinazione aliquote e detrazioni per l’applicazione dell’Imposta Municipale Propria “IMU” – Anno 2016;
 5) Tributo su servizi indivisibili (TASI): approvazione aliquote per l’anno 2016;
 6) Approvazione Piano Finanziario e Tariffe della componente TARI (Tributo Servizio Rifiuti) – Anno 2016;
 7) Approvazione Regolamento per la determinazione dell’aliquota addizionale comunale all’IRPEF – Anno 2016;
 8) Determinazione del prezzo di cessione delle aree e fabbricati da destinare alla residenza ed alle attività produttive e terziarie anno 2016;
 9) Ratifica deliberazione G.C. 81 del 11.04.2016: “Variazioni al Bilancio di Previsione 2016 – Esercizio Provvisorio per referendum popolare del 17 Aprile 2016”.
10) Aggiornamento elaborati gestionali P.R.G. vigente a seguito di approvazioni di Varianti Puntuali, recepimento vincolo monumentale ai sensi del D.Lgs 42/2004 e modifica puntuale P.A.I. – Presa d’atto

La Cittadinanza è invitata ad assistere alla seduta.
sarà possibile seguire il Consiglio Comunale in diretta audio tramite il sito internet del Comune di Osimo

INTERROGAZIONI, INTERPELLANZE
2.1) Interrogazione del consigliere comunale Mariani in merito a pensilina Via d’Ancona – frazione Aspio.
2.2) Interrogazione del consigliere comunale Mariani in merito a incarichi legali di rappresentanza e difesa in giudizio degli interessi dell’ente conferiti tramite affidamento diretto.
2.3) Interrogazione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Palazzini e Scarponi in merito a richiesta dati relativi ai progetti sviluppati dall’Ufficio Europa in relazione alla programmazione dei finanziamenti europei.
2.4) Interrogazione del consigliere comunale Mariani in merito a Varianti al PRG – istanze escluse.
2.5) Interrogazione del consigliere comunale Mariani in merito ad ASTEA SPA: un progetto di 12 milioni di euro per i selciati del Comune di Recanati.
2.6) Interrogazione del consigliere comunale Mariani in merito ad Obiettivo 75 – Verso rifiuti zero: un nuovo servizio di raccolta smaltimento rifiuti difformemente a quanto previsto con Regolamento Comunale C.C. n.31 del 8.7.2013.
2.7) Interrogazione dei consiglieri comunali Latini, Araco, Bordoni, Giacchetti e Palazzini in merito a TARI – costi, benefici e tariffe alla luce dei nuovi rifiuti che saranno integrati nella raccolta differenziata porta a porta dal 1 aprile 2016.

MOZIONI
2.8) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Bordoni, Ginnetti ed altri in merito a prevenzione e sicurezza del territorio.
2.9) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Bordoni, Ginnetti ed altri in merito a progetto AMA ed utilizzo ex Muzio Gallo.
2.10) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Bordoni, Ginnetti e Palazzini in merito ad istituzione di un regolamento che normi l’attendamento alle attività circensi che utilizzano qualsiasi specie animale nei propri spettacoli.
2.11) Interpellanza dei consiglieri comunali Latini, Bordoni e Palazzini sulla nuova compagine societaria del Gruppo Astea e strategie aziendali.
2.12) Mozione dei consiglieri comunali Latini e Bordoni in merito a costituzione commissione di indagine sull’attività svolta dalla Astea Holding Spa.
2.13) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Bordoni, Giacchetti e Palazzini in merito a realizzazione di una rotatoria in ingresso alla frazione di Montoro di Osimo.
2.14) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Bordoni, Giacchetti e Palazzini in merito a chiusura del supermercato ECCO di San Biagio – salvaguardia e tutela dei dipendenti e garanzia dei servizi primari per la frazione di San Biagio.
2.15) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Bordoni, Giacchetti e Palazzini in merito a esenzione TOSAP applicata alle strutture temporanee ivi compresi chioschi e dehors.
2.16) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Giacchetti, Ginnetti ed Antonelli in merito ad internalizzazione in Società Partecipata del Comune del Servizio Pulizie.
2.17) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Giacchetti, Antonelli ed Araco in merito a riattivazione a favore degli alunni/studenti disabili dell’assistenza integrativa domiciliare.
2.18) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Bordoni, Giacchetti, Araco ed Antonelli in merito ad ampliamento strutture scolastiche e cimitero loc. San Biagio.
2.19) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Bordoni, Giacchetti, Araco ed Antonelli in merito a degrado parchi della città di Osimo e pagamento a tariffa oraria dell’utilizzo dei campetti di basket/calcetto siti nella frazione di Osimo Stazione e Santo Stefano, dalle 20 alle 24 di ogni giorno e tutti i festivi.
2.20) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Giacchetti, Bordoni, Antonelli, Araco e Palazzini in merito ad inserimento a bilancio della quota spettante al Comune per la realizzazione del by pass di Padiglione.
2.22) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini e Scarponi in merito a ristoro proprietari di aree edificabili.
2.23) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini e Scarponi in merito a costituzione commissione consiliare di inchiesta in ordine ad incarichi, consulenze ed assunzioni nel periodo 1999-2014.
2.24) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini e Scarponi sul nuovo dimensionamento scolastico annunciato sulla stampa, salvaguardia deiplessi.
2.25) Mozione dei consiglieri comunali Antonelli, Bordoni, Araco, Giacchetti, Latini, Scarponi e Palazzini in merito a by pass Abbadia.
2.26) Mozione dei consiglieri comunali Antonelli, Bordoni, Araco, Giacchetti, Latini, Scarponi e Palazzini in merito a intervento e restauro piscina romana sottostante piazza Boccolino.
2.27) Mozione dei consiglieri comunali Araco, Palazzini, Scarponi, Latini, Bordoni e Giacchetti in merito ad adeguamento oneri di urbanizzazione.
2.28) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini e Scarponi in merito a proposta di legge regionale di iniziativa popolare “Salvaguardia dei Presidi Ospedalieri Zona Territoriale 7 – Distretto a sud – Osimo”.
2.29) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini e Scarponi in merito a riorganizzazione punto nascita dell’ospedale SS Benvenuto e Rocco.
2.30) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini e Scarponi in merito a richiesta soppressione del Regolamento per l’applicazione della Tassa Occupazione Suolo ed Aree Pubbliche (TOSAP) ed istituzione del Regolamento Canone per l’Occupazione Suolo ed Aree Pubbliche.
2.31) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini e Scarponi in merito a sottoscrizione di un accordo finalizzato a regolamentare i rapporti di convivenza tra il centro sociale Cucca e la Sala del Commiato siti entrambi in Via dei Tigli – Osimo.
2.32) Mozione dei consiglieri comunali Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini, Scarponi e Latini in merito a parcheggio scuola dell’infanzia di Passatempo.
2.33) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco e Giacchetti in merito a riduzione costi per mensa scolastica.
2.34) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini e Scarponi in merito ad assegnazione alloggi popolari ad italiani e osimani.
2.35) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini e Scarponi in merito a rideterminazione dell’aumento degli oneri di urbanizzazione.
2.36) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Araco, Bordoni, Giacchetti e Palazzini in merito a riduzione costi per trasporto scolastico.
2.37) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini e Scarponi in merito a realizzazione scuola primaria di secondo grado frazione San Biagio.
2.38) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Araco, Bordoni, Giacchetti, Palazzini e Scarponi in merito a richiesta urgente redazione Accordo di Programma sul by pass di Padiglione.
2.39) Mozione dei consiglieri comunali Antonelli, Latini, Palazzini, Giacchetti, Scarponi Bordoni e Araco in merito a realizzazione sgambatoio per cani nel parco urbano di Osimo Stazione.
2.40) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Bordoni, Giacchetti, Palazzini, Araco e Scarponi in merito a realizzazione parcheggio del cimitero di Santo Stefano.
2.41) Mozione dei consiglieri comunali Latini, Antonelli, Bordoni, Giacchetti, Palazzini, Araco e Scarponi in merito a realizzazione manutenzione straordinaria di Via Santo Stefano.
2.42) Mozione dei consiglieri comunali Monticelli ed Andreoli in merito ad impianti a biogas nel territorio comunale di Osimo.
2.43) Mozione dei consiglieri comunali Antonelli, Latini, Palazzini, Giacchetti, Scarponi, Bordoni e Araco in merito a unificazione case di riposo osimane.
2.44) Mozione dei consiglieri comunali Antonelli, Latini, Palazzini, Giacchetti, Scarponi, Bordoni e Araco in merito ad apertura grotte Istituto Campana.

ORDINI del GIORNO
2.21) Ordine del Giorno dei consiglieri Mariani ed Araco in merito a costituzione Commissione Straordinaria Consiliare avente per oggetto spese del personale e consulenze nelle società partecipate.

La PRESIDENTE del CONSIGLIO COMUNALE
            F.to Paola Andreoni

 

per seguire il Consiglio Comunale in diretta audio
dalle ore 15.00  di mercoledì 27 aprile 2016

Clicca per ascoltare

La canzone della Resistenza Italiana è “Bella ciao”: ma non solo.

e questo il fiore***
La canzone simbolo della Resistenza Italiana è “Bella ciao”. Conosciuta in tutto il mondo, tradotta in tante lingue, è ovunque inno di libertà e contro la tirannia.Ma non è l’unica canzone: altre, altrettanto belle, hanno segnato e accompagnato la guerra partigiana per la liberazione dell’Italia dal nazismo e dal fascismo.

Ne ho trovate alcune…

Bella ciao
Note informative

Fischia il vento
Note informative

Il Partigiano

La Brigata Garibaldi
Composto collettivamente da un gruppo di partigiani a Castagneto di Ramisèto (RE) nella primavera del 1944 sull’aria di una vecchia marcia fascista cantata anche durante la guerra di Spagna (ma la cui origine più antica potrebbe essere ottocentesca e garibaldina), è considerato l’inno quasi ufficiale delle brigate garibaldine della provincia di Reggio Emilia. .

Festa d’aprile
Canzone composta da Sergio Liberovici e Franco Antonicelli, elaborando i testi degli stornelli che venivano mandati in onda dall’emittente partigiana Radio Libertà (che trasmetteva da Sala Biellese).

I ribelli della montagna
Note informative

***

***

19 aprile 2016 “il maestro” ( di judo e di vita) Gianni Maddaloni in Osimo

19 aprile 2016 “il maestro” ( di judo e di vita) Gianni Maddaloni di Scampìa in Osimo, grazie all’iniziativa organizzata dell’IIS “Osimo-Castelfidardo”.
Una bellissima storia di coraggio e di “resistenza”.

Gianni Maddaloni 19aprile2016_1

Gianni Maddaloni 19aprile2016_0

Gianni Maddaloni 19aprile2016_2

Gianni Maddaloni 19aprile2016_3

Gianni Maddaloni 19aprile2016_5

Gianni Maddaloni 19aprile2016_4

Gianni Maddaloni 19aprile2016_5

Gianni Maddaloni 19aprile2016_13

Gianni Maddaloni 19aprile2016_16

Gianni Maddaloni 19aprile2016_15foto di Yuri Boria, tratte dalla pagina FB della collega Stefania Nasuti.

***

Gianni Maddaloni 19aprile2016_8

***