“La vita era più bella quando c’era Marinella….”

 savonarola5E’ una moda che si sta diffondendo anche nella nostra “provincialissima” Osimo: lanciare messaggi enigmatici nella pubblica via. Così le amiche di quelle che si sposano lanciano  avvisi “Debora e Cristian oggi sposi“, e gli amici di quelli che si sposano attaccano in tutti i pali  di domineddio posti entro il limite delle acque territoriali della chiesa in cui si deve compiere la malsana cerimonia cartelli formato a-tre che si segnalano per la loro originalità: “Mancano dieci chilometri, sei ancora in tempo”, “Ancora otto chilometri, sei sicuro di averci pensato bene?”,   ” Tre chilometri, fine dei pranzetti di tua mamma”, “Ultimo chilometro, addio partite a calcetto”, “Sei a cento metri dalle camicie che da domani ti dovrai stirare tu”, e infine “Troppo tardi, sei già nel piazzale“.
A chiudere, esilarante addobbamento ai muri cittadini o appesi ai pali  posti a lato delle vie cittadine tappezzati di simpatici manifesti plastificati con la scritta “Noi ti avevamo avvertito”.
Restano lì per mesi, i cartelli, robusto monito a tutte le coppie in procinto di fare il gran passo,  le quali letti i moniti si chiedono:
ma se anche i nostri amici poi si fanno compatire in quel modo, non è che ci conviene fare un’unione di fatto e fermi lì?
Date retta: non è la crisi del sentimento religioso dei giovani innamorati che hanno in mente di mettere su casa a far calare i matrimoni, è il boom della babbeaggine dei loro conoscenti.
E quando anche i conoscenti di cui trattasi risultino imprevedibilmente dotati di buon senso, c’è chi si arrangia in proprio, i cosiddetti bricoleur della baggianata. Esempio tipico, lo spasimante che, armato di spray indelebile, ha ricamato in proprio su un cartello stradale giusto all’uscita del casello di Ancona Sud una frase storica (andatela a vedere, se siete posseduti dalla sindrome di San Tommaso; è proprio sulla rotatoria che porta all’Euronix): “Loretta ti amo e domenica ti sposo”.
In fin dei conti è  solamente  una tenera dichiarazione d’amore, capace però di gettare nell’ansia il viaggiatore alle prime armi, o il turista novello della zona: alla rotonda giro a destra verso “Ti amo” sperando che sotto ci fossero le indicazioni per Camerano, oppure tiro dritto verso “Loretta” e vada come dio vuole?
Una cosa voglio dire proprio col cuore all’ignoto graffitaro: tienici informati, mi raccomando. Fino all’incrocio con Osimo Stazione ci sono ancora quattro o cinque cartelli utili, e puoi ben aggiornarci sull’evoluzione del tuo felice matrimonio: “Loretta a letto sei insaziabile ma per fortuna ciò il viagra”;  “Loretta sei rimasta incinta ma come è successo se usiamo sempre il gommino ?”; “Loretta hai partorito ma nostra figlia è il ritratto dell’idraulico”; “Loretta sei una zoccola e per giunta il rubinetto perde”; ”Loretta ho chiesto il divorzio e tu mi hai mangiato mezza casa più gli alimenti. Sono proprio un coglione”..
Se solo puoi farci un piacere, stai stretto sull’ultimo cartello, che poi passiamo noi ad aggiungere questo:  ” lo sapevamo già da dopo la prima scritta“.
E poi che dire del mesto messaggio da Spoon River lasciato sul muro che da via C.Colombo porta in via Corta di Recanati: “La vita era più bella quando c’era Marinella”. Anche in questo caso sulla via per Campocavallo o per la Vescovara ci aspettiamo altre più circostanziate informazioni: “ … come l’amore rosso era il suo mantello..”, “ e con tutte le più belle cose sei volata via con Marcello…..”.
Grazie, ciao e fatti risentire .  Aspettiamo per le vie di Osimo.

 Savonarola

Povera Italia, cambierà ? rovinata da questo premier senza alcun pudore ?

Per Berlusconi la crisi italiana è un’invenzione dei comunisti o degli sfascisti antipatriottici.
A smentirlo però sono sempre i dati. Secondo l’Istat negli ultimi tre mesi sono stati persi 378 mila posti di lavoro. Anche nella laboriosa Marche, 4.000 posti di lavoro in meno dall’inizio dell’anno.
Peccato che l’Istat non possa rilevare il dramma di chi perde il posto di lavoro, la paura e lo smarrimento delle famiglie che faticano ad arrivare a fine mese. E ancora nessuno sa esattamente quante aziende chiuderanno perché al verde.
Poi c’è chi si è rassegnato alla mancanza di occupazione; un “esercito” di uomini e donne talmente sfiduciati da rinunciare a cercarsi un nuovo lavoro.

Il premier Berlusconi descrive nei suoi interventi un paese virtuale, da favola, dove il reality vive solo nello schermo televisivo. Una scatola magica dei desideri affollata di pacchi milionari, lotterie e superenalotto.

Siamo ancora sicuri che l’Italia sia una Repubblica fondata sul lavoro come recita il primo articolo della nostra Costituzione?

OPINION COLPO: “Mi consenta una precisazione…

homre a41Scrissi, tempo fa, che quando Berlusconi si rivolge agli altri, soprattutto quando ne parla in maniera negativa, sembra che si rivolga a sé stesso ed alle sue malefatte. E così fa anche il suo ministro Scajola quando parla di Annozero. Di seguito cito Curzio Maltese da Repubblica e Maria Novella Oppo da L’Unità.
Maltese: “Scajola, il quale, invece di occuparsi di uno sviluppo che non c’è, apre un’inchiesta sull’ultima puntata di Annozero. Accusata dal medesimo di spargere “spazzatura, vergogna, infamia, porcherie”.
L’accusa è talmente generica che si ha quasi voglia di dar ragione al ministro. In effetti nell’ultima puntata di Santoro hanno parlato quasi soltanto voci del centrodestra: il presidente del Consiglio, il ministro Renato Brunetta, il direttore del Giornale, Vittorio Feltri, l’ex opinionista di corte Filippo Facci e la famosa Patrizia D’Addario, che come qualcuno forse non ricorda, oltre a essere un’amante del premier, è stata candidata del centrodestra alle elezioni amministrative della primavera scorsa. Sono questi “spazzatura, vergogna, infamia, porcherie”? Può darsi, Ma si tratta di spazzatura portata sulla scena pubblica da Berlusconi, compreso l’amico Giampaolo Tarantini, oggetto del ben documentato monologo di Marco Travaglio”.
Oppo: “Ma, tornando alle accuse di Scajola contro Annozero, se nel programma c’erano «spazzatura, vergogna, infamia, porcherie», queste erano tutte del premier e riferite per dovere di cronaca dalla stampa di tutto il mondo”.

Colpoditacco 

Perchè quando sta in un contesto internazionale si dà ( per quanto gli è possibile) un contegno, mentre quando sta in terra natia va in delirio ?

berlusconi delirioAlla festa del Pdl va in onda il Berlusconi Show, un comizio basato sull’auto-esaltazione e le offese verso chiunque eserciti un ruolo di opposizione al suo regime. Persino il Presidente della Camera e collega di partito Gianfranco Fini non viene risparmiato da poco velate critiche. Berlusconi, incurante del proprio ruolo istituzionale, ( questo atteggiamento mi ricorda qualche politico nostrano) continua a ridicolizzare l’Italia agli occhi del mondo intero, ripescando addirittura la “battuta” su Obama abbronzato, ed estendendola a Michelle, gentile consorte del presidente Usa.
Il Cavaliere offre il peggio di sé quando passa a parlare del centrosinistra. Ecco le parole deliranti del premier:

Si vergogni l’opposizione che inneggia a -6 ”,

con allusione alle scritte comparse sui muri di alcune città che riguardavano i sei parà rimasti uccisi nell’attentato di Kabul.

Un’opposizione che brucia in piazza le sagome dei nostri soldati, che inneggia a -6 è inaccettabile. Vergogna, vergogna, vergogna ”,

sbraita il Cavaliere furente, aizzando il suo popolo in estasi. I destinatari delle fantomatiche critiche, dal Pd all’Idv, giustamente insorgono. Allo sdegno si unisce persino l’ Udc di Casini. Intanto il sasso è stato buttato, e poco conta se poi è intervenuto il fido Bonaiuti a correggere il tiro: “Si riferiva a extraparlamentari”. Magari domani preciserà: Berlusconi non ha mai detto queste parole, le solite mistificazioni delle gazzette di sinistra……..

OPINION COLPO: “Mi consenta…

Caro Savonarola o Savonaroli, come al solito lei usa la vecchia arma della sinistra comunista, che è quella di deformare la realtà attraverso l’uso distorto delle parole. Io non ho mai frequentato boss, ma solo Bossi. Mi consenta, cerchiamo di mettere le i ed i puntini sopra le i.
Silvio Berlusconi

Colpoditacco 

L’utilizzatore finale

savonarola5“Berlusconi aveva un boss mafioso che,

…… gli girava per casa,

e non lo sapeva,

ne era solo l’utilizzatore finale”.

                       

 Savonarola

Consiglio Comunale: 30 settembre 2009

conscom

MERCOLEDI’ 30 SETTEMBRE 2009 – alle ore 16.00
Consiglio Comunale, con questo Ordine del Giorno:

1.  Comunicazioni del Sindaco.
2.  Interrogazioni, interpellanze e mozioni (vedi elenco allegato).
– Mozione dei consiglieri comunali Latini, Palazzini, Onori, Carpera, Riderelli, Mengoni, Scansani e Beccacece in merito a istituzione Banca Etica;
– Mozione dei consiglieri comunali Lucchetti, Pesaresi ed altri in merito ad istituzione consigliere aggiunto dei migranti;
– Mozione dei consiglieri comunali Lucchetti, Pesaresi ed altri in merito a realizzazione polo tecnologico;
– Interpellanza dei consiglieri comunali Severini, Andreoni, Cardinali, Bernardini, Pugnaloni e Franchini in merito a nomina Direttore Generale;
– Mozione dei consiglieri comunali Secchiaroli e Pirani in merito a edificio scuola di Campocavallo;
– Mozione dei consiglieri comunali Andreoni, Pugnaloni, Cardinali, Severini e Bernardini, in merito a modifica dello Statuto Comunale per permettere l’elezione di un rappresentante dei cittadini extracomunitari, come Consigliere Aggiunto;
– Mozione dei consiglieri comunali Andreoni, Pugnaloni, Cardinali, Severini, Bernardini e Franchini in merito a costituzione Agenzia per la valorizzazione della cultura rurale ad Osimo;
– Mozione dei consiglieri comunali Andreoni, Pugnaloni, Cardinali, Severini, Bernardini e Franchini in merito a intitolazione a Giuseppe Impastato, detto Peppino – giornalista e martire antimafia (1948-1978) – di una via pubblica di particolare rilevanza come segnale della città di Osimo contro la mafia;
3.  Variazioni da apportare al Programma Triennale dei LL.PP. 2009/2011 e all’elenco annuale 2009. Art.128 del Codice degli Appalti di Lavori;
4.  Variazioni in conto capitale da apportare al Bilancio di Previsione 2009 e suoi allegati;
5.  Salvaguardia equilibri del Bilancio di Previsione 2009 – Art.193 del D.Lgs. n.267/2000 – Verifica dello stato di attuazione dei programmi e del permanere degli equilibri generali di Bilancio ed approvazione variazioni conseguenti;
6. Piano di Recupero ex L.457/78 di zona ed immobili ubicati tra Via Cialdini e Via Ungheria – Soggetto proponente: “Giuliodori Rodolfo ed altri”. Approvazione;
7. Piano di Recupero ex l.457/78 in Via Fontemurata – Soggetto proponente: “Giuliodori Edra ed altri”. Adozione;
8.  Lottizzazione PPE Località San Biagio. Variante agli isolati A1, A2, A3. Approvazione;
9.  Atto di indirizzo per la modifica urbanistica di un Ambito di Trasformazione Strategica (A.T.S. 02) con finalità di interesse pubblico generale;
10. Conferimento di area alla Park.O. a titolo di aumento di capitale sociale;
11. Indirizzi in ordine alle partecipazioni societarie del Comune di Osimo.