Dicono che sono tutti uguali… ma non è vero.

“Tutti sono uguali, tutti rubano alla stessa maniera”: così cantava De Gregori, e questo è l’adagio popolare più in voga al momento. Le ragioni di indignazione sono tali e tante che ci scappa la generalizzazione e il fascio che mette assieme erbe velenose e piante officinali. E il grano si mischia con le erbacce.

Ma le cose possono cambiare solo distinguendo e selezionando, punendo e premiando, evidenziando le differenze e le diversità. Diverso è urlare al complotto e alla “magistratocrazia” o invece rispettare le sentenze, diverso è entrare e restare in politica per contrastare la giustizia o invece annunciare il ritiro dalla politica in caso di condanna. Diverso è gestire la cosa pubblica come cosa privata e tenersi invece lontani dai concorsi pubblici. Diverso è favorire gli amici, e gli amici degli amici, o invece lasciare che il primario migliore vinca l’incarico per merito, anche se sta politicamente dall’altra parte.

Per i tanti come me che considera l’onestà non un optional, ma il sale della buona politica, la sentenza di assoluzione di Vendola è stata una grande notizia che mi ha dato gioia, e di cui ero ben certa perchè come  continuava la canzone di De Gregori:

” ti dicono che sono tutti uguali, ma è solo un modo per convincerti a restare dentro casa quando viene la sera”.

Non sceglierò Vendola alle prossime primarie dei progressisti, perchè la mia scelta ricadrà su Bersani, ma sono orgogliosa di avere nella nostra stessa squadra persone coraggiose, oneste e capaci come Nichi Vendola.

Rosario Crocetta, nuovo presidente della Regione Sicilia: la rivoluzione è già iniziata

Crocetta a “Ballarò”
” Taglierò il mio stipendio del 50%”. La prima legge che proporrò è la seguente: gli indagati di mafia, corruzione, associazione a delinquere non potranno ricevere né incarichi dalla regione né presentarsi come candidati”.

Ottimo inizio, bravo Crocetta.

…che faccia tosta !!

Leggendo nei giornali on-line locali, certi interventi, di certi politicanti locali, sono rimasta senza parole. Di facce toste ne girano un sacco in paese… ma una in particolare ……………!!! Ce ne vuole di spudoratezza per scrivere certe cose.

Cosa pensa degli osimani, questo “illustre politicante” ?  Pensa che siano persone distratte, o peggio ancora, che i suoi interlocutori siano cittadini eternamente  addormentati ?

I candidati alle primarie del centrosinistra sono 5

Il Coordinamento delle primarie, alle ore 20 del 25 ottobre – termine fissato per la presentazione delle candidature, sostenute ognuna da almeno 20.000 firme – ha ricevuto la documentazione per partecipare alle primarie di coalizione del centrosinistra del 25 novembre 2012 dai candidati:
Pier Luigi Bersani
Laura Puppato
Matteo Renzi
Bruno Tabacci
Nichi Vendola

I primi a presentare le firme sono stati Pier Luigi Bersani, 35mila, e Nichi Vendola, circa 23mila. Nel pomeriggio è toccato a Matteo Renzi, che ha depositato oltre 27mila firme, e a Bruno Tabacci, che ne ha portate personalmente 22.427. Poco più di 20.000 anche le firme presentate da Laura Puppato.
Il Coordinamento nazionale, completato il controllo della documentazione e delle firme di sottoscrizione, ha ammesso tutti i candidati. Tutti hanno sottoscritto la Carta d’Intenti, il regolamento per lo svolgimento delle primarie e il codice di autodisciplina.

Don Lorenzo

Devo tutto quello che so ai giovani operai e contadini cui ho fatto scuola.
Loro credevano di imparare da me mentre ero io a imparare da loro.

Io ho insegnato loro ad esprimersi, loro mi hanno insegnato a vivere.

Don Lorenzo Milani

Sintesi dei processi di Berlusconi

I processi di Berlusconi (vedi tabella tratta da LA STAMPA del 27/10/2012)

La verità sui processi di Berlusconi: 2 con reato estinto per amnistia; 3 assoluzioni; 2 assoluzioni x depenalizzazione del falso in bilancio; 6 prescrizioni per attenuanti generiche e/o termini abbreviati dalla legge sul falso in bilanci; 1 condanna in I°; 2 processi in corso dimostra che su ben 14 processi ha solo 3 assoluzioni x il resto è fuggito dalla giustizia solo x le leggi “ad personam” quindi la valutazione politica è un disastro di legalità voluto da lui stesso e dai suoi accoliti nonchè da un Parlamento che si è lasciato intimorire e non ha fatto il suo lavoro.

Osimo, viabilità: sperimentazioni e cambiamenti. Poi prevale la saggezza dei cittadini e si ritorna alla situazione preesistente

E’ già successo in  altre zone della città. L’amministrazione comunale decide di cambiare la viabilità,  il sindaco emette ordinanze, si sperimentano  “sul campo” soluzioni viarie alternative determinando disagi e caos agli utenti. Dopo diversi giorni  di disagi e  proteste dei cittadini, l’Amm.Comunale si rende conto dell’inefficacia e della  inopportunità dei cambiamenti prospettati.  E’ la storia che si è ripetuta in via Cellini – Bartolini dove  solo la saggezza e le indicazioni dei cittadini  hanno fatto ripristinare  la viabilità pre-sperimentazione che è risultata alla fine la  più sicura sia per le auto che per i pedoni.

Dall’albo pretorio del Comune di Osimo  leggiamo

“…..Richiamate le proprie precedenti ordinanze n. 46, 71 e 83 con le quali è stata modificata la viabilità, in via sperimentale, in via Cellini, Vasari e Bartolini;
Preso atto degli indirizzi espressi dall’A.C., a seguito dei pareri espressi dai cittadini nel corso dell’ultima riunione del Consigli di Quartiere di Osimo Est, (come risulta dal verbale del 04/09/2012), in merito alla opportunità di sospendere le modifiche adottate in via sperimentale e ripristinare la viabilità come era in precedenza;
Ritenuto necessario, pertanto, per la sicurezza della circolazione veicolare e pedonale, secondo i dettami del vigente C.d.S., annullare le suddette ordinanze dirigenziali;”